Chris Hardwick

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando lo speedcuber statunitense, vedi Chris Hardwick (speedcuber).
Chris Hardwick al WonderCon nel 2013

Christopher Ryan Hardwick, meglio noto come Chris Hardwick (Louisville, 23 novembre 1971), è un comico, attore, doppiatore, conduttore televisivo e musicista statunitense.

È noto soprattutto come membro del duo comico-musicale Hard 'n Phirm, formato da lui e Mike Phirman, oltre che per essere il presentatore dei programmi televisivi Singled Out, Wired Science, Web Soup, The Nerdist Podcast e Talking Dead. Inoltre ha doppiato il protagonista Otis della serie animata Barnyard - Ritorno al cortile.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Hardwick è nato a Louisville, nel Kentucky, figlio dell'ex giocatore di bowling professionista Billy Hardwick e di Sharon Hills, un'agente immobiliare a Pasadena.[1] Gli è stato dato il nome del giornalista sportivo Chris Schenkel.[2] Hardwick è stato cresciuto come cattolico, ma ha affermato di non essere più religioso.[3] È cresciuto a Memphis, nel Tennessee, e ha frequentato prima la St. Benedict at Auburndale K-12 School, poi la Regis Jesuit High School nel Colorado, e infine Loyola High School per il suo ultimo anno.[4] Hardwick ha studiato filosofia all'Università della California a Los Angeles.[4] Per qualche tempo è stato compagno di stanza di Wil Wheaton.[5][6]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Stephen M. Silberman, In Their Own Prime Time., People, 30 settembre 1996. URL consultato il 4 maggio 2013.
  2. ^ (EN) Chris Hardwick, Technology's Gutterball, Wired 16-11, 20 ottobre 2008. URL consultato il 12 agosto 2010.
  3. ^ (EN) Nerdist Podcast: Live from Gilda's Laugh Fest., 15 marzo 2013. URL consultato il 4 maggio 2013.
  4. ^ a b (EN) Nerdist Podcast 90, nerdist.com.
  5. ^ (EN) Nerdist Podcast 63 with Wil Wheaton, 8 minute mark, nerdist.com.
  6. ^ (EN) Wil Wheaton, WIL WHEATON dot NET: 1.5: Nimrod's Son, 2 settembre 2001. URL consultato il 4 aprile 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]