Catsuit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Modelle brasiliane che indossano un catsuit senza maniche

Il catsuit (pronuncia inglese [ˈkætˌsuːt]) è una tuta intera molto aderente, realizzata in lana o materiale elastico come lycra, latex, PVC.[1] Dotato solitamente di cerniera lampo, è tipicamente un abito in grado di mettere in risalto le forme del corpo di chi lo indossa.

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Donna in abbigliamento fetish con catsuit nero in latex

I primi modelli di catsuit risalgono attorno agli anni 1930, sebbene cominciarono ad andare di moda durante gli anni 1960.[2] Negli anni 1970 i catsuit si diffusero tra i praticanti dell'aerobica e tra i frequentatori delle discoteche. In questo stesso periodo anche alcuni atleti, come ciclisti, pattinatori di velocità e ginnasti, cominciarono a indossare degli indumenti simili ai catsuit con caratteristiche adattate alle loro esigenze sportive.

I catsuit sono popolari anche negli ambienti fetish e BDSM, specialmente tra gli appassionati di bondage.[2] In questi casi si tratta solitamente di materiali ultraderenti e lucenti più comunemente in latex. Nello zentai il catsuit ricopre per intero dalla testa fino ai piedi, compresa la faccia, tutto il corpo di chi lo indossa.

Catsuit nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Il catsuit è spesso un abito indossato da vari personaggi cinematografici, televisivi, fumettistici e da alcuni artisti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Guido Vergani, Dizionario della moda, edizione 2010, Dalai editore, p.230, ISBN 978-88-6073-608-6.
  2. ^ a b c (EN) Catsuit Costumes A Brief History Of Who Made The First Catsuits?, Catsuit Costume. URL consultato il 25 maggio 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]