Carola di Vasa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carola di Vasa
Carola di Vasa
Regina consorte di Sassonia
In carica 29 ottobre 1873 – 19 giugno 1902
Predecessore Amalia Augusta di Baviera
Successore monarchia abolita nel 1918
Nome completo Karola Frederikke Franziska Stephanie Amalia Cecilia
Nascita Vienna, 5 agosto 1833
Morte Dresda, 15 dicembre 1907
Casa reale Holstein-Gottorp
Padre Gustavo, Principe Ereditario di Svezia
Madre Luisa Amelia di Baden
Consorte Alberto I di Sassonia

Carola di Vasa, nome completo Karola Frederikke Franziska Stephanie Amalia Cecilia von Holstein-Gottorp[1], nata principessa di Svezia[1] (Vienna, 5 agosto 1833Dresda, 15 dicembre 1907), principessa di Svezia per nascita, divenne regina di Sassonia come consorte di Alberto di Sassonia (1828-1902).

Famiglia d'origine[modifica | modifica sorgente]

Carola era figlia del principe Gustavo di Vasa (1799-1877) e di Luisa Amelia di Baden (1811-1854)[1]. I suoi nonni paterni erano il re Gustavo IV Adolfo di Svezia (1778-1837) e la regina Federica (1781-1826), nata principessa di Baden. Quelli materni il granduca Carlo II di Baden (1786-1818) e la granduchessa Stefania di Beauharnais (1789-1860).

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Carola nacque nel palazzo di Schönbrunn a Vienna. Suo padre Gustavo era stato principe ereditario di Svezia fino al 1809, anno in cui, a seguito di un colpo di stato, il Parlamento svedese gli negò la possibilità di diventare re. Il principe, in esilio, non volle mai rinunciare ai suoi diritti di successione, per cui la sua unica figlia, Carola, fu sempre presentata come Principessa di Svezia.
Carola possedeva il titolo di Principessa di Vasa, titolo ereditario che suo padre ricevette dall'imperatore Francesco I d'Austria per i meriti militari da lui conseguiti al servizio dell'esercito austriaco. Questo titolo nobiliare era puramente formale, in quanto i Vasa erano estinti, in Svezia, dalla seconda metà del XVII secolo. In realtà Carola apparteneva al casato degli Holstein-Gottorp.

Durante la sua adolescenza Carola venne considerata dai contemporanei come una delle più belle principesse europee. Parlava con scioltezza il tedesco, il francese, l'inglese e anche un poco di svedese. Per lei si prese in considerazione un possibile matrimonio con Napoleone III di Francia, ma in seguito si decise di maritarla con il principe ereditario Alberto di Sassonia, figlio di Giovanni di Sassonia e Amalia Augusta di Baviera, il quale con questo obiettivo visitò Vienna nel gennaio del 1853; visita che si concluse con il fidanzamento ufficiale.
Il matrimonio si celebrò il 18 giugno[1] dello stesso anno. La coppia non ebbe figli.
Carola si era già convertita al cattolicesimo nell'anno precedente.

Nel 1873 alla morte del re Giovanni I, Alberto e Carola salirono al trono del Regno di Sassonia.

Nel 1877 con la morte del principe Gustavo, si pose fine alle rivendicazioni della famiglia sulla corona di Svezia. Già nel 1876 il re Oscar II di Svezia aveva visitato la Sassonia; visita che fu ricambiata dai sovrani nel 1888 con un soggiorno a Stoccolma.

Carola morì a Dresda nel 1907, cinque anni dopo il marito.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa - nastrino per uniforme ordinaria Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Darryl Lundy, Genealogia della principessa Carola di Svezia, thePeerage.com, 10 maggio 2003. URL consultato il 23 settembre 2009.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Schimpff, George von. Aus dem Leben der Königin Carola von Sachsen: zur fünfundzwanzigjährigen Regierungs-Jubelfeier Seiner Majestät des Königs und Ihrer Majestät der Königin. Leipzig: J.C. Hinrichs, 1898.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 45107882