Camerlata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Camerlata
frazione
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Como-Stemma.png Como
Comune Como-Stemma.png Como
Territorio
Coordinate 45°47′25.59″N 9°05′04.68″E / 45.790442°N 9.084633°E45.790442; 9.084633 (Camerlata)Coordinate: 45°47′25.59″N 9°05′04.68″E / 45.790442°N 9.084633°E45.790442; 9.084633 (Camerlata)
Altitudine 286 m s.l.m.
Abitanti 8 108
Altre informazioni
Cod. postale 22100
Prefisso 031
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti Camerlatesi
Patrono santa Brigida d'Irlanda
Giorno festivo prima domenica di febbraio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Camerlata

Camerlata è una frazione del comune di Como, di 8.108 abitanti, situata ad un'altitudine di 286 m s.l.m. Fu un comune autonomo fino al 1884.

La frazione possiede una stazione meteorologica ufficiale facente parte della rete Centro Meteo Lombardo.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome della località è probabilmente da collegare all'espressione Ca' merlata, cioè "casa dotata di merli". Più difficile, però, è comprendere quale possa essere questa "casa". Spontaneamente si può pensare al castel Baradello, il torrione che sorge sull'ultimo colle della Spina Verde che separa la zona di Camerlata dalla convalle di Como, probabilmente dotato in passato di merli di tipo ghibellino. Altri ipotizzano che questa casa merlata sorgesse nei pressi dell'attuale piazzale Camerlata, forse in corrispondenza del reparto di pneumologia "G.B. Grassi" dell'ex-ospedale Sant'Anna.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Nel territorio di Camerlata sono presenti due stazioni ferroviarie: la stazione Trenord di Como Nord-Camerlata e la stazione FS di Albate-Camerlata.

Poco prima della stazione di Albate-Camerlata, giungendo da Milano, sulla linea Chiasso-Milano è presente il "bivio Rosales", grazie al quale i treni-merci possono evitare la discesa verso Como e la successiva salita di Monte Olimpino, grazie ad un percorso in galleria. I treni passeggeri, invece, percorrono la vecchia linea per poter effettuare la fermata a Como San Giovanni.

La fontana di Camerlata[modifica | modifica wikitesto]

Nel nodo viario al centro della frazione, piazzale Camerlata, sorge una fontana monumentale intorno al quale si snoda il traffico automobilistico e, un tempo, anche tranviario.

L'opera, in calcestruzzo bianco, fu ideata nel 1935 da due comaschi: l’architetto Cesare Cattaneo e il pittore Mario Radice, quest'ultimo appartenente alla corrente dell'astrattismo.

Nonostante un'opinione popolare assai diffusa, il monumento - in quanto opera astratta - non intende affatto ispirarsi alla pila elettrica del celebre fisico comasco Alessandro Volta, ma piuttosto comunicare un'idea di movimento razionale al centro dello snodo di traffico per il quale era stato progettato:[1]

« Opera di decorazione pura, esaltazione di belle forme ottenute con geometrica perfezione ... senza pretese di contenuto letterariamente simbolico o di destinazione funzionale »
(Cesare Cattaneo e Mario Radice, nella presentazione allegata al progetto)

La fontana venne materialmente realizzata nel 1936, in occasione della sesta Triennale di Milano: fu esposta inizialmente nel Parco Sempione di Milano e venne accolta da commenti molto positivi della critica.

Demolita nella seconda guerra mondiale, venne ricostruita nel 1960 a Como e posta nella posizione attuale, integrata in una delle piazze di accesso alla città. Damiano Cattaneo, figlio dell'architetto Cesare Cattaneo, definì la struttura un monumento al traffico, che va ammirato dal traffico.[2][3]

Tra gli anni ottanta e il primo decennio del XXI secolo è stata avanzata a più riprese la proposta di trasferire la fontana in piazza Cavour, la piazza principale di Como sulle rive del lago. L'idea è stata più volte bocciata per la sua incons6istenza architettonica e urbanistica.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Crepe sulla fontana: allarme a Camerlata in La Provincia. URL consultato il 12 dicembre 2014.
    «Era stato l'ingegnere Damiano Cattaneo, figlio di uno dei "papà" di quest'opera che da quasi mezzo secolo accoglie chi arriva sul lago da Milano, a spiegare che ... non ha mai inteso rappresentare la pila di Volta, anche se tanti pensano che sia proprio così.».
  2. ^ Fontana di Camerlata - Como in guide.travelitalia.com. URL consultato il 31 maggio 2011.
  3. ^ Fontana di Camerlata lago di Como guida turistica vacanze sul lago di Como. in larioonline.it. URL consultato il 31 maggio 2011.
  4. ^ Rassegna stampa. URL consultato il 12 dicembre 2014. dal sito del Comune di Como.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]