British firms

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

British firms è un nome utilizzato per descrivere i gruppi criminali organizzati del Regno Unito[1].

In analogia ai Penose nei Paesi Bassi ed al Milieu in Francia, il Regno Unito è stato tradizionalmente la casa di gruppi criminali coinvolti in varie attività illegali[2]. La criminalità nel Regno Unito è multietnica come lo è la sua società, ma hanno in comune la provenienza dal Regno Unito, il gruppo etnico dominante è ancora composto da gruppi criminali di britannici bianch[2].

Al di fuori delle British firms, vi sono anche gruppi criminali stranieri come la mafia turca, la mafia albanese, le Triadi, la mafia russa, gli Yardies e gruppi criminali vietnamiti[3]. Tutta la Gran Bretagna si dice ospiti 7500 diversi gruppi criminali che costano al paese 100 milioni di sterline al giorno[4].

Crimine organizzato a Londra[modifica | modifica sorgente]

Liverpudlian mafia[modifica | modifica sorgente]

Crimine organizzato a Glasgow[modifica | modifica sorgente]

Crimine turco-cipriota[modifica | modifica sorgente]

Gruppi criminali nigeriani[modifica | modifica sorgente]

Gruppi criminali somali[modifica | modifica sorgente]

Gruppi criminali pachistani[modifica | modifica sorgente]

Gruppi criminali indiani[modifica | modifica sorgente]

Gruppi criminali tamil[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ traditional organized crime in Britain
  2. ^ a b http://www.economist.com/news/britain/21583309-british-gangsters-are-more-professional-and-cosmopolitan-past-farewell-heist
  3. ^ Amanda Williams, A quarter of organised crime gangs are run by overseas thugs, new figures reveal as Theresa May promises to deport foreign suspects | Mail Online, Dailymail.co.uk, 2013-10-06. URL consultato il 2013-10-27.
  4. ^ Tom Whitehead, Police battling 7,500 crime gangs that cost the country £100 million a day, Telegraph. URL consultato il 2013-10-27.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]