Brioche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brioche
Brioche.jpg
Origini
Luogo d'origine Francia Francia
Dettagli
Categoria dolce
 

La brioche o brioscia[1] è un dolce lievitato, cotto al forno e a volte farcito.

Gli ingredienti principali sono la farina, le uova, il burro, il lievito e lo strutto animale. Per la farcitura le creme più usate sono la marmellata, la crema pasticcera e la crema di cioccolato.

Non va fatta confusione con l'assonanza del termine con la "brioscia siciliana", la cui origine del nome è ben differente.

Il termine brioche viene inoltre comunemente usato nelle regioni dell'Italia settentrionale per indicare il croissant, chiamato invece cornetto nelle regioni centrali e meridionali.

Citazioni[modifica | modifica sorgente]

La più celebre citazione della brioche è stata attribuita a Maria Antonietta, che, a proposito del popolo affamato a causa dell'alto prezzo del pane, avrebbe esclamato: «Che mangino brioche!».

L'aneddoto è ritenuto falso dagli storici. La frase è stata attribuita a diversi personaggi, sia prima sia dopo Maria Antonietta (tra i quali Maria Stuarda[senza fonte] e Caterina de' Medici[senza fonte]). Veniva ascritta cioè al potente di turno, per imputare ai governanti un'insensibilità ai bisogni del popolo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Voce brioscia del Grande Dizionario Italiano online.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina