Bisento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il bisentō o bisen-to (眉尖刀?)[1] è una lancia lunga con una punta d'acciaio ricurva utilizzata nel Giappone feudale.

Molto più pesante della naginata nella struttura, è usata per lo più come arma da allenamento per migliorare la propria Naginata-do, ossia l'arte della lancia. La storia di quest'arma è piuttosto oscura, e ne esistono diverse descrizioni: "una lunga spada a doppio taglio con una spessa lama troncata",[2] "un'arma simile ad una lancia con una lama terminale tipo scimitarra",[3] "un'arma ad asta che assomiglia ad un'alabarda, con una lunga e pesante lama ricurva".[4] I Kukishinden Ryu affermano che l'arma sia stata introdotta dalla Cina durante il quinto secolo; questo farebbe del bisen-to il precursore più probabile della naginata. Usata nella guerra come arma contro i cavalieri, sarebbe stata usata sia contro il cavallo che contro il cavaliere.

Famosi utilizzatori dell'arma[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • Hatsumi, Masaaki. Ninjutsu: History and Tradition.
guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra