Tsurugi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Tsurugi (disambigua).
Tsurugi o Ken
Tsurugi del V secolo (Periodo Kofun)
Tsurugi del V secolo (Periodo Kofun)
Tipo Spada
Origine Giappone Giappone
Descrizione
Tipo di lama in acciaio "a pacchetto", diritta, affilata su ambo i lati.
Tipo di punta triangolare.
Tipo di manico ad una mano negli esemplari "pratici"; a due mani, spesso con pomolo ad anello, negli esemplari cerimoniali.

[senza fonte]

voci di armi bianche presenti su Wikipedia

Lo Tsurugi, anche Ken, (剣 in Lingua giapponese) è il vocabolo giapponese che identifica la spada a lama diritta, affilata su ambo i lati, derivata dal modello del jian cinese. Nella cultura giapponese, il nome Tsurugi viene spesso associato a figure leggendarie di eroi cinesi noti per l'uso di armi dalla lama eccezionalmente lunga o pesante. In Occidente, il vocabolo ken è passato ad indicare le forme di spada in uso ai monaci-guerrieri buddisti (Sōhei), contrapposte alla katana ricurva dei samurai.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi rudimenti della siderurgia, costituenti il segreto della lavorazione di spade in ferro, passò dalla Cina al Giappone tra il I ed il III secolo (fine della Dinastia Han), ed almeno sino al VI secolo spade e fabbri sinici continuarono ad essere importati nel Sol Levante[1].

Costruzione[modifica | modifica wikitesto]

Kusanagi-no-Tsurugi[modifica | modifica wikitesto]

Il nome corrente (diversi appellativi sono stati utilizzati in passato) per una delle tre spade che compongono i tre sacri tesori di Shinto è "Kusanagi-no-Tsurugi."

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sugawara, Tetsutaka (1996) [e] Lujian Xing, Aikido and Chinese Martial Arts: Its Fundamental Relations, v. 1., Japan Publications Trading, ISBN 0870409344, pp. 4–5.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mikael S. Adolphson, The Teeth and Claws of the Buddha. Monastic Warriors and Sōhei in Japanese History, Honolulu, University of Hawai‘i Press, 2007, ISBN 978-0-8248-3064-9.
  • Stephen Turnbull, Japanese Warrior Monks AD 949-1603, Oxford, Osprey Publishing, 2003, ISBN 978-1-84176-573-0.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]