Arcidiocesi di Montevideo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Montevideo
Archidioecesis Montisvidei
Chiesa latina
Ciudad Vieja de Montevideo.jpg
  Uruguay - Arcidiocesi di Montevideo.png
Diocesi suffraganee
Canelones, Florida, Maldonado-Punta del Este, Melo, Mercedes, Minas, Salto, San José de Mayo, Tacuarembó
Arcivescovo metropolita Daniel Fernando Sturla Berhouet, S.D.B.
Ausiliari Milton Luis Tróccoli Cebedio
Arcivescovi emeriti Nicolás Cotugno Fanizzi, S.D.B.
Sacerdoti 244 di cui 74 secolari e 170 regolari
3.483 battezzati per sacerdote
Religiosi 261 uomini, 635 donne
Diaconi 27 permanenti
Abitanti 1.350.000
Battezzati 850.000 (63,0% del totale)
Superficie 540 km² in Uruguay
Parrocchie 77
Erezione 14 agosto 1832
Rito romano
Indirizzo Calle Treinta y Tres 1368, Casilla de Correo Central 356, 11000 Montevideo, Uruguay
Sito web www.arquidiocesis.net
Dati dall'Annuario Pontificio 2005 * *
Chiesa cattolica in Uruguay

L'arcidiocesi di Montevideo (in latino: Archidioecesis Montisvidei) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2004 contava 850.000 battezzati su 1.350.000 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Daniel Fernando Sturla Berhouet, S.D.B.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi comprende il dipartimento di Montevideo.

Sede arcivescovile è la città di Montevideo, dove si trova la cattedrale dell'Immacolata Concezione e dei Santi Filippo e Giacomo.

Il territorio è suddiviso in 77 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il vicariato apostolico di Montevideo fu eretto il 14 agosto 1832 in seguito ad una legge civile del 1830, ricavandone il territorio dalla diocesi di Buenos Aires (oggi arcidiocesi).

Il 13 luglio 1878 il vicariato apostolico fu elevato a diocesi in forza della bolla Ex quo di papa Leone XIII.

Il 14 aprile 1897 ha ceduto porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione delle diocesi di Salto e di Melo e nel contempo è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana.

Il 15 novembre 1955 ha ceduto altre porzioni di territorio a vantaggio della diocesi di Melo e dell'erezione della diocesi di San José de Mayo.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 1.350.000 persone contava 850.000 battezzati, corrispondenti al 63,0% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 935.000 1.345.000 69,5 547 97 450 1.709 570 1.000 82
1966 900.000 1.300.000 69,2 353 60 293 2.549 457 1.108 74
1970 1.215.000 1.350.000 90,0 353 69 284 3.441 454 1.348 76
1976 1.305.000 1.450.000 90,0 348 79 269 3.750 5 438 1.200 76
1980 857.000 1.260.000 68,0 301 69 232 2.847 9 328 854 76
1990 906.000 1.343.000 67,5 468 76 392 1.935 15 551 1.023 77
1999 850.000 1.350.000 63,0 273 77 196 3.113 25 292 974 77
2000 850.000 1.350.000 63,0 262 72 190 3.244 25 285 880 77
2001 850.000 1.350.000 63,0 260 73 187 3.269 25 282 780 77
2002 850.000 1.350.000 63,0 258 73 185 3.294 26 278 698 77
2003 850.000 1.350.000 63,0 249 69 180 3.413 27 271 645 77
2004 850.000 1.350.000 63,0 244 74 170 3.483 27 261 635 77

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi