Amore con interessi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Amore con interessi
Titolo originale For Love or Money
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1993
Durata 96 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85:1
Genere commedia
Regia Barry Sonnenfeld
Sceneggiatura Mark Rosenthal, Lawrence Konner
Produttore Brian Grazer
Fotografia Oliver Wood
Montaggio Jim Miller
Musiche Bruce Broughton
Scenografia Peter S. Larkin
Costumi Susan Lyall
Trucco Berbadette Mazur, Bron Roylance
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Amore con interessi (conosciuto anche con il titolo Amore senza interessi, nell'originale: For Love or Money) è un film di produzione USA del 1993, diretto dal regista Barry Sonnenfeld.

Sul mercato canadese di lingua francese è stato distribuito con il titolo The concierge.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Doug fa il concierge (portiere, sovrintendente) in un lussuoso albergo di New York, ma ha un sogno: aprire un albergo a cinque stelle tutto suo. Per questo sogno risparmia ogni centesimo di stipendio e mancia che gli possano passare tra le mani. Nell'albergo è ben voluto e fa al meglio il suo lavoro, riuscendo a trovare l'impossibile per soddisfare i desideri dei clienti più esigenti, anche con l'aiuto di altri concierge o addetti ai banchi dei pegni dove dirottare gli acquirenti.

Una sera incontra una ragazza Andy ma lei gli dice che è impegnata. In effetti Andy è l'amante di Christian Hanover grande imprenditore al quale Doug spera di chiedere il finanziamento necessario per aprire il suo albergo. Christian accetta di studiare le carte del progetto di Doug e nel frattempo lo prega di occuparsi di Andy. Seppure a malincuore, il ragazzo accetta e inizia a passare parecchio tempo con Andy, trovando innumerevoli scuse per l'assenza di Christian.

All'improvviso, arriva un funzionario del fisco per un controllo sulle entrate del concierge che si chiede come abbia fatto uno con il suo reddito a permettersi un'opzione sulla proprietà costata quarantamila dollari. Quando Andy, finalmente decide di lasciare Christian per Doug, scopre anche che il funzionario del fisco è corrotto dal suo amante, mentre Doug è disposto a perdere i suoi sogni per l'amore di Andy.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Un film senza troppi pensieri profondi o svolte psicologiche ma di sani principi: non ci si vende per denaro e a far del bene ci si guadagna sempre.

Secondo Il Morandini 2010 (Zanichelli) il film si articola su "una prima mezz'ora piacevole, in bilico tra brio e malinconia" per poi scivolare verso "una convenzionale commedia romantica" e approdare quindi ad una "svergognato lieto fine".

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema