Aeroporto di Londra-Stansted

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto di Londra-Stansted
L'aerostazione
L'aerostazione
IATA: STN – ICAO: EGSS
Descrizione
Nome impianto Aeroporto di Londra - Stansted
Tipo Civile
Esercente BAA plc
Stato Regno Unito Regno Unito
Regione/area/distretto Essex
Posizione 55 km Nord-Est da Londra
Altitudine AMSL 106 m
Coordinate 51°53′06″N 0°14′06″E / 51.885°N 0.235°E51.885; 0.235Coordinate: 51°53′06″N 0°14′06″E / 51.885°N 0.235°E51.885; 0.235
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Regno Unito
EGSS
Sito web http://www.stanstedairport.com/
Piste
Orientamento (QFU) Lunghezza Superficie
05/23 3 048
asfalto
Statistiche
Passeggeri in transito 17,852,393 (2013)

[senza fonte]

Fonti citate nel corpo della voce

L'aeroporto di Londra - Stansted, in inglese Stansted Airport (IATA: STN, ICAO: EGSS), è un vasto aeroporto passeggeri dotato di una singola pista e centro del traffico delle maggiori compagnie europee di voli low-cost. Si trova vicino Stansted Mountfitchet nel distretto dell'Uttlesford della contea inglese dell'Essex, a circa 48 km di distanza da Londra. È il quarto aeroporto per densità di traffico del Regno Unito ed il terzo nell'area londinese dopo Heathrow e Gatwick. Nel 2006 ha avuto un traffico di oltre 23 milioni di passeggeri. Diverse compagnie aeree, in particolare low-cost, hanno la loro base operazionale all'aeroporto di Stansted. Quella con più destinazioni in partenza da Stansted è Ryanair.

Sul suo sito ufficiale, Stansted vanta di avere "più voli programmati per destinazioni europee di ogni altro aeroporto." [1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'aeroporto di Stansted fu costruito nel 1942 dall'Esercito statunitense come base per bombardieri. La base ebbe un ruolo strategico in particolare durante lo Sbarco in Normandia.

Dopo la guerra la base non era più necessaria e venne ceduta al Ministero dell'aviazione nel 1947. L'esercito statunitense ritornò nel 1954 per estendere la pista in vista di un futuro passaggio alla NATO che non fu mai realizzato e l'aeroporto fu ceduto definitivamente alla British Airports Authority (Autorità Britannica per gli Aeroporti, BAA) nel 1966.

Inizialmente l'aeroporto fu utilizzato da operatori charter che intendevano evitare gli alti costi di utilizzo degli aeroporti di Heathrow e Gatwick. Nel 1966 finì sotto il controllo della BAA, che insieme al governo britannico decise di farne il terzo aeroporto londinese, al fine di alleggerire il traffico degli aeroporti di Heathrow e Gatwick. Nel 1969 fu realizzata la prima struttura del terminal e l'anno successivo venne espansa per far fronte al crescente numero di passeggeri.

Nel 1984 il governo britannico approvò un piano per espandere ulteriormente Stansted e portare la sua capacità a 15 milioni di passeggeri all'anno. La costruzione del terminal attuale iniziò nel 1986 per essere completata nel 1991, l'edificio fu progettato dall'architetto di fama mondiale Norman Foster.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

L'aeroporto di Stansted ha un solo terminal. Ha tre punti d'imbarco, uno collegato al terminal tramite un ponte pedonale gli altri due da un people mover. L'edificio del terminal è stato progettato dalla Foster Associates ed è caratterizzato da un tetto "galleggiante" sostenuto da una struttura a tralicci a piramide invertita. Il pilastro alla base di ogni traliccio contiene condotti di aria condizionata, cavi elettrici e delle telecomunicazioni e tubi dell'acqua. La conformazione dell'edificio è studiata in modo che un flusso continuo di persone possa transitarvi in entrambe le direzioni senza ostruzioni.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Stansted è dotato di una stazione ferroviaria che si trova sotto l'edificio del terminal, ogni 15 minuti vi è un collegamento con la stazione Liverpool Street di Londra, il servizio è chiamato Stansted Express; esistono anche altri treni con frequenza minore per Cambridge e le Midlands. Spesso il collegamento ferroviario con Londra è più costoso di un biglietto aereo low-cost, riducendone la convenienza rispetto agli aeroporti più centrali Heatrow e Gatwick.

Vicino al terminal c'è anche una stazione degli autobus, ci sono corse per Londra, Cambridge e Oxford. L'azienda Terravision opera un servizio low-cost di collegamento autobus tra l'aeroporto di Stansted e il centro di Londra (Victoria Station e Liverpool Street).

Stansted è collegato a Londra e Cambridge tramite l'autostrada M11.

Compagnie aeree e destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Plastico dell'aerostazione esposto allo Science Museum di Londra

Scheda di servizio[modifica | modifica wikitesto]

  • Malesia AirAsia X (Kuala Lumpur)
  • Germania Air Berlin (Alicante, Belfast, Berlino-Tegel, Düsseldorf, Glasgow, Hannover, Lipsia, Manchester, Münster, Norimberga, Paderborn, Palma di Maiorca)
  • Albania Albanian Airlines (Tirana)
  • Fær Øer Atlantic Airways (Isole Fær Øer)
  • Regno Unito Atlantic Express (Jersey)
  • Turchia Atlasjet (Istanbul-Atatürk)
  • Regno Unito Aurigny Air Services (Guernsey)
  • Finlandia Blue1 (Helsinki)
  • Polonia centralwings (Varsavia)
  • Rep. Ceca Czech Airlines (Praga)
  • Cipro Cyprus Airways (Larnaca, Paphos)
  • Regno Unito easyJet (Alicante, Almeria, Asturias, Amsterdam, Barcellona-El Prat, Basilea, Belfast, Bilbao, Cagliari, Copenaghen, Edimburgo, Faro, Ginevra, Glasgow, Ibiza, Lubiana, Lione, Malaga, Monaco di Baviera, Napoli, Newcastle, Nizza, Palma di Maiorca, Praga, Tallinn, Valencia)
  • Cipro Eurocypria Airlines (Heraklion, Larnaca)
  • Germania Germanwings (Colonia/Bonn, Hannover, Stoccarda)
  • Germania Hamburg International (Banjul, Boa Vista [stagionale])
  • Islanda Iceland Express (Reykjavík)
  • Regno Unito Monarch Airlines (Ginevra [stagionale])
  • Irlanda Ryanair (Aarhus, Alghero, Alicante, Almeria, Ancona, Barcellona El prat, Barcellona-Girona, Barcellona-Reus, Bari, Bergamo, Bergerac, Berlino-Schönefeld, Biarritz, Billund, Bologna, Bratislava, Brema, Breslavia, Brindisi, Brno, Bydgoszcz, Budapest, Cork, Cracovia, Danzica, Derry, Dinard, Dole, Dublino, Düsseldorf-Weeze, Eindhoven, Faro, Fez, Francoforte-Hahn, Fuerteventura, Genova, Girona, Gothenburg-City, Grenoble, Haugesund, Ibiza, Jerez, Karlsruhe-Baden, Katowice, Kaunas, Kerry, Klagenfürt, Knock, La Rochelle, Lamezia Terme, Lanzarote, Limoges, Linz, Lipsia, Lódz, Lourdes, Lublin, Madrid, Malaga, Marsiglia, Memmingen, Murcia, Norimberga, Oslo-Rygge, Oslo-Torp, Palermo, Palma di Maiorca, Parma, Perpignan, Perugia, Pescara, Pisa, Plovdiv, Poitiers, Porto, Poznán, Pula, Riga, Rodez, Rodi, Roma-Ciampino, Rzeszów, Salisburgo, Santander, Santiago de Compostela, Saragozza, Shannon, Siviglia, Stettino, Stoccolma-Skavsta, Stoccolma-Våsteras, Strasburgo, Szczecin, Tampere, Tenerife-Sud, Tolone, Torino-Caselle, Tours, Treviso, Trieste, Valencia, Valladolid, Varsavia, Zara)
  • Turchia SunExpress (Smirne)
  • Turchia Turkish Airlines (Istanbul-Atatürk)

Voli Charter[modifica | modifica wikitesto]

  • Alpha-Jet (Larnaca)
  • First Choice Airways (Arrecife, Bodrum, Bourgas, Corfu, Dalaman, Faro, Heraklion, Ibiza, Kos, Larnaca, Las Palmas, Mahon, Palma, Paphos, Reus, Rhodes, Tenerife, Zakynthos)
  • MyTravel Airways
  • Thomas Cook Holidays (Antalya, Arrecife, Bodrum, Corfu, Dalaman, Faro, Heraklion, Ibiza, Izmir, Kos, Larnaca, Paphos, Rhodes, Tenerife, Zakynthos)
  • Thomson (Antalya, Arrecife, Bodrum, Calvi, Corfu, Dalaman, Fuerteventura, Heraklion, Ibiza, Larnaca, Las Palmas, Mahon, Malaga, Olbia, Palma, Paphos, Tenerife, Rhodes, Verona)
  • Titan Airways (Copenhagen)

Flusso passeggeri[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito viene riportata una tabella che riassume il flusso passeggeri dell'aeroscalo:[2]

Numero di passeggeri +/- Numero di spostamenti Cargo (tonnellate)
2000 11,878,190 165,779 167,823
2001 13,665,333 Green Arrow Up.svg 15.0% 169,583 165,660
2002 16,054,522 Green Arrow Up.svg 17.5% 170,544 184,449
2003 18,722,112 Green Arrow Up.svg 16.6% 186,475 198,565
2004 20,910,842 Green Arrow Up.svg11.7% 192,245 225,772
2005 21,998,673 Green Arrow Up.svg 5.2% 193,511 237,045
2006 23,687,013 Green Arrow Up.svg 7.7% 206,693 224,312
2007 23,779,697 Green Arrow Up.svg 0.4% 208,462 203,747
2008 22,360,364 Red Arrow Down.svg 6.0% 193,282 197,738
2009 19,957,077 Red Arrow Down.svg 10.7% 167,817 182,810
2010 18,573,592 Red Arrow Down.svg 6.9% 155,140 202,238
2011 18,052,843 Red Arrow Down.svg 2.8% 148,317 202,593
2012 17,472,699 Red Arrow Down.svg 3.2% 143,511 214,160
2013 17,852,393 Green Arrow Up.svg 2.2% 146,324 211,925

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]