Norman Foster (architetto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Norman Foster all'inaugurazione della stazione ferroviaria di Dresda rinnovata
Premio Premio Pritzker 1999

Lord Norman Robert Foster, Barone Foster of Thames Bank (Stockport, 1º giugno 1935), è un architetto e designer britannico, tra i principali esponenti dell'architettura high-tech.

Nel 2013, lo studio Norman Foster & Partners, con 646 architetti dipendenti e un fatturato tra i 200 e i 209 milioni di dollari, è al 10º posto nell'elenco dei maggiori studi di architettura del mondo secondo la BD Insurance Bureau[1].

Clyde Auditorium, Glasgow
Sede centrale della compagnia J Sainsbury plc, Londra

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Foster nacque nel 1935 a Manchester in una famiglia di operai, lasciò la scuola a 16 anni e andò a lavorare negli Uffici del Tesoro del comune di Manchester. Dopo il servizio militare nella Royal Air Force si iscrisse alla Scuola di Architettura e Pianificazione Urbana dell'Università di Manchester e conseguì il diploma nel 1961. Continuò gli studi all'Università Yale, negli Stati Uniti. Tornato in Inghilterra, Foster fondò nel 1965 uno studio, Team 4, con Richard e Sue Rogers e la moglie Wendy. Nel 1967 Rogers lasciò Team 4 per lavorare con Renzo Piano, e Foster fondò con la moglie la Foster Associates, ora nota come Foster and Partners. Tra il 1971 e il 1983 collaborò con Buckminster Fuller su diversi progetti, affermandosi a livello internazionale. È uno tra i pochissimi che si è anche occupato di disegnare ponti, per il progetto del Viadotto di Millau.

I primi progetti di Foster sono caratterizzati da un pronunciato stile high tech, e si concentrano sugli aspetti tecnologici e strutturali, ma in seguito le linee delle sue costruzioni si vanno in parte addolcendo e i suoi progetti esprimono una modernità più accettabile.

Attualmente la società Foster and Partners ha sedi a Berlino, Francoforte, Glasgow, Hong Kong, Londra e Tokyo e conta più di 700 dipendenti.

Nel 1999 gli è stato assegnato il prestigioso Premio Pritzker.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Foster ha ricevuto importanti riconoscimenti e premi:

Foster ha tuttavia ricevuto alcune critiche nel Regno Unito, dove è definito da alcuni un architetto "superstar", in conseguenza del fatto che a certi architetti viene riservato uno status preferenziale in base alla loro fama.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Membro dell'Ordine al Merito del Regno Unito - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine al Merito del Regno Unito
— 9 maggio 2000
Ufficiale dell’Ordine dell’Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell’Ordine dell’Impero Britannico
— Londra, 1999
Membro dell'ordine Pour le Mérite per le Scienze e le Arti - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'ordine Pour le Mérite per le Scienze e le Arti
— 2002
Premio Principe delle Asturie per l'arte - nastrino per uniforme ordinaria Premio Principe delle Asturie per l'arte
— 2009

Progetti realizzati[modifica | modifica sorgente]

Foster ha una carriera estremamente prolifica. Le opere più importanti sono:

Progetti in corso[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ LA TOP 100 DEGLI STUDI DI ARCHITETTURA AL MONDO DOVE CERCARE LAVORO: Motivazioni e strategie ~ karmArchitettura

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Norman Foster - Un nuovo tetto per il Reichstag, in "Area" n. 45, luglio/agosto 1999, pp. 30–36 leggere l'articolo

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 76453877 LCCN: n84118682 SBN: IT\ICCU\CFIV\080554