Abdelmajid Lakhal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Abdelmajid Lakhal

Abdelmajid Lakhal, anche traslitterato ʿAbd al-Majid o Abdel Majid (Biserta, 29 novembre 1939), è un regista e attore tunisino.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Biserta il 29 novembre 1939, passa la sua infanzia e la giovinezza a Hammam-Lif.

Attività artistica[modifica | modifica sorgente]

Ricopre il suo primo ruolo nel 1948, a soli 9 anni, in Khātimat al-naffāf (La fine di un morfinomane).

A 16 anni la passione per il teatro s'impadronisce definitivamente di lui.

Partecipa, in quest'epoca, alla creazione del Gruppo Teatrale Jeunes Comédiens, nell'ambito del Circolo studentesco di Hammam-lif.

Entra, ufficialmente, nel 1960 Conservatorio Nazionale di teatro, Musica e Danza di Tunisi, dove resta per tre anni.

Nel 1964 adempie gli obblighi militari.

1965 dirige Georges Dandin, o il marito confuso di Molière con la troupe al-Nuhūd di Tunisi

Nel 1966-1967 Creazione di Flaminio di Robert Merle; di Yerma di Federico García Lorca; e del Maresciallo, da Le Bourgeois Gentilhomme di Molière.

Nel 1968 Adattamento di Amleto ad Hammamet, come assistente alla regia di Ali Ben Ayed.

È del 1971 la sua prima regia professionistica, con Otto Donne di Robert Thomas.

1974 Regia de Il mercante di Venezia di Shakespeare.

Televisione[modifica | modifica sorgente]

N.B.: Le prime trasmissioni televisive in Tunisia hanno avuto luogo nel 1966

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Abdelmajid Lakhal durante un'intervista, all'Hotel Saint Georges a Tunisi, 2006

Teatro[modifica | modifica sorgente]

Gli ultimi lavori di A. Lakhal a Teatro sono l'adattamento de Le baruffe chiozzotte di Carlo Goldoni (Baruf à Chioggia - El Khsuma) nel 2000 e 2001 e la rappresentazione di al-Nawres (Il gabbiano) di Anton Cechov nel 2005. Entrambi gli spettacoli hanno iniziato la tournée al Festival Internazionale di Cartagine per poi passare al teatro municipale di Tunisi.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Abdelmajid Lakhal parla correntemente arabo e francese e comprende abbastanza bene italiano e inglese.

Riconoscimenti e onorificenze[modifica | modifica sorgente]

  • 1983: 1º premio come attore protagonista al Festival delle Televisioni Arabe
  • 1989: Ufficiale al Merito

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]