Il medico per forza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo film di Carlo Campogalliani, vedi Medico per forza (film 1931).
Il medico per forza
Commedia
Frontespizio di una edizione del 1719
Frontespizio di una edizione del 1719
Autore Molière
Titolo originale Le Médecin malgré lui
Lingua originale Francese
Genere commedia
Composto nel 1666
Prima assoluta 6 agosto 1666
Théâtre du Palais-Royal di Parigi
Personaggi
  • Sganarello, marito di Martina
  • Martina, moglie di Sganarello
  • Sig. Roberto, vicino di casa
  • Valerio, domestico di Geronte
  • Luca, marito di Giacomina
  • Geronte, padre di Lucinda
  • Giacomina, balia in casa di Geronte
  • Lucinda, figlia di Geronte
  • Leandro, innamorato di Lucinda
Riduzioni cinematografiche Medico per forza, trasposizione filmica di Carlo Campogalliani del 1931
 

Il medico per forza (Le médicin malgré lui), è una commedia in tre atti in prosa di Molière, scritta e rappresentata nel 1666. Ettore Petrolini nel 1931 portò sullo schermo tale opera.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia narra di Sganarello, un venditore di fascine, che picchia abitualmente la moglie Martina durante le loro liti. Martina, per vendicarsi, spaccia suo marito per un medico, a Leandro e Luca, due scudieri di Geronte, un nobile della città che ha una figlia affetta da una misteriosa malattia. Martina dice agli scudieri che Sganarello esercita la sua professione solo se picchiato a sangue. Con la forza Luca e Leandro portano Sganarello alla corte di Geronte. Il falso medico avendo paura di essere picchiato o denunciato cerca una cura alla malattia di Lucinda che si è finta muta per non sposare Orazio, il promesso sposo scelto dal padre. Sganarello coglie in flagrante Lucinda e Leandro e scopre che i due si amano. Pagato per mentire e per non dire niente a Geronte, escogita un piano per ingannare il padre. Lo stratagemma consiste nel dare una finta pastiglia a Lucinda per guarirla. Sganarello riesce a patteggiare anche con Geronte: se Lucinda guarisse, allora egli dovrebbe rispondere "no" a una domanda del medico. Il piano riesce e Sganarello domanda al padre se la figlia avrebbe sposato Orazio. Rispettando la promessa Geronte risponde di no. All'improvviso arriva Leandro, che si scopre essere un principe, e con il consenso di Geronte si sposa con Lucinda. Infine il furbo Sganarello si riappacifica con la moglie e i due si promettono a vicenda di rispettarsi per sempre.

teatro Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro