Škofja Loka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Škofja Loka
comune
Škofja Loka – Veduta
Localizzazione
Stato Slovenia Slovenia
Regione statistica Alta Carniola
Territorio
Coordinate 46°09′57″N 14°18′27″E / 46.165833°N 14.3075°E46.165833; 14.3075 (Škofja Loka)Coordinate: 46°09′57″N 14°18′27″E / 46.165833°N 14.3075°E46.165833; 14.3075 (Škofja Loka)
Altitudine 400 m s.l.m.
Superficie 145 km²
Abitanti 22 647 (2008)
Densità 156,19 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 4220
Prefisso (+386) 04
Fuso orario UTC+1
ISO 3166-2 SI-122
Targa KR
Cartografia
Mappa di localizzazione: Slovenia
Škofja Loka
Škofja Loka – Mappa
Sito istituzionale

Škofja Loka (in tedesco Bischoflack[1]) è un comune sloveno di 22.647 abitanti della Slovenia occidentale. La località si trova a circa una ventina di chilometri a Nord Ovest della capitale Lubiana, in un'ampia vallata ove i corsi d'acqua Poljanska Sora e Selška Sora si uniscono per dar vita al fiume Sora. Dal 1274 la località si fregia del titolo di città. È considerata come uno dei centri medievali meglio conservati in Slovenia.

La Storia[modifica | modifica wikitesto]

La località trae il nome e la sua stessa origine da una donazione di terreni fatta nel 973 dall'imperatore Ottone II al vescovo Abramo di Frisinga. Da tale donazione viene il nome tedesco di Bischofslack, ossia prato del vescovo. In realtà l'area donata era quella attualmente denominata Stara Loka, posta sulla riva settentrionale del fiume Selška Sora. Il moro che si trova oggi nello stemma comunale si pensa sia il servitore del vescovo Abramo che lo difese da un orso che li aggredì mentre i due si stavano recando in città.

I feudatari che si succedettero fecero di Škofja Loka il più importante centro commerciale dei loro possedimenti nonché il centro amministrativo. A partire dall'XI secolo venne eretto il castello (Loški Grad) posto alla sommità del colle Krancelj che domina la cittadina. Nel corso del XIV secolo venne dotata di mura.

Nel 1457 venne occupata dai conti di Celje. Nel 1511 venne distrutta da un forte terremoto. Subì alcuni assedi dei Turchi e divenne possedimento degli Asburgo nel 1803. Dopo la caduta dell'Impero Austroungarico la cittadina passò alla Jugoslavia e poi alla Slovenia (1991).

Ambiente urbano[modifica | modifica wikitesto]

Il Mestni trg

Il centro storico è caratterizzato da due ampie piazza a forma allungata. Il Mestni trg, che era il centro commerciale della località ove risiedevano i mercanti e il Spodnji trg in cui erano insediati i cittadini più poveri. Parallele tra loro sono collegate da stretti vicoli.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Loški grad. Il castello venne ricostruito dopo il terremoto del 1511 con l'aggiunta di una poderosa torre del XVI secolo. Nel 1890 passò in proprietà alle Orsoline che erano presenti nel Nunski samostan, un convento posto ai piedi del colle ove sorge il castello. Nella cappella del castello sono presenti tre altari dorati d'epoca rinascimentale che provengono dalla chiesa di Dražgoše. Dal 1959 all'interno vi è anche un museo che espone collezioni archeologiche e artistiche; è presente anche un reparto dedicato alla storia delle poste e telecomunicazioni.
  • Rotovž. Edificio posto in Mestni Trg sede del Municipio.
  • Kašča. Magazzino del grano d'imponente fattura, edificato nel XVI secolo.
  • Sv. Jakob. Chiesa di S. Giacomo, menzionata nel 1271 e ricostruita dopo il terremoto.
  • Homanova hiša. La casa Homan, edificata nel 1529 presenta belle decorazioni sulla facciata.
  • Kapucinski most. Il ponte dei Cappuccini passa sopra la Selška Sora e collega il centro storico con il convento dei Cappuccini. Venne costruito nel XIV secolo.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1721 Romuald Marušič, frate cappuccino che risiedeva nel convento della località, scrisse la Passione di Škofja Loka, che viene considerata la più antica opera teatrale in lingua slovena. Il dramma venne rappresentato per la prima volta la sera del venerdì santo del 1721 nel corso di una processione nelle vie della località.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

La presenza di corsi d'acqua favorì in epoche remote la presenza di mulini che spinsero alla nascita delle prime industrie, così come la posizione geografica fece di Škofja Loka un importante centro commerciale sulla via che collega l'Adriatico con i Paesi di lingua tedesca. Già nel corso del XVII secolo decadette quale centro commerciale, sostituita da Kranj.

Città gemellate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bischoflack und Idria (1912) - K.u.K. Militärgeographisches Institut - 1:75 000 - ZONE 21 - KOL X

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Slovenia Portale Slovenia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Slovenia