Wikipedia:Bar/2018 01 11

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il bar di Wikipedia
«Le pagine di Wikipedia sono come i figli: una volta partoriti diventano figli del mondo» – Anonimo Wikipediano

Bar completo
Indice della settimana

Not Italian? It-0? Go to the Embassy Desk!
New message? Deutsch · English · Español · Français  |  Crystal 128 reload.png Aggiorna la pagina

Cambusa
Cambusa

Discussioni in corso
Discussioni in corso
Nessuna discussione.

11 gennaio


Pagine protette per minacce legali


Cercando la pagina di Attilio Romita, ho scoperto che questa è stata cancellata per minaccia di possibili controversie legali. Andando nell'apposita Categoria, mi sono reso conto che ci sono pagine così protette da ormai quasi dieci anni.

Mi è sorto quindi un dubbio: non potrebbe esserci come un "limite" di tempo entro il quale, se non è stata presentata alcuna querela, la pagina possa essere ripristinata? Facendo un esempio con Augusto Angioletti, che ebbe nel 2008 un processo contro (e credo la pagina sia stata oscurata per tale motivo), se da lì a oggi non sono mai arrivati problemi legali contro Wikipedia (spero), perché la pagina non può essere ripristinata, passati nove anni?

Probabilmente un motivo esiste e semplicemente non lo comprendo, pur avendo letto Discussione:Giuseppe Vatinno, quindi attendo delucidazioni. Sono d'accordo sul fatto che la voce non debba essere cancellata, ma perché non ricrearla dopo un periodo abbastanza lungo (come 8 anni)? Grazie per l'attenzione e a chiunque risponderà. --GAL13 (msg) 11:18, 11 gen 2018 (CET)

In effetti è un problema che ha lasciato perplesso anche me, tempo fa pensai di chiedere chiarimenti e di iniziare una discussione per venirne a capo (non è accettabile avere tutte quelle pagine e tenerle rigorosamente vuote e protette, specialmente dopo così tanto tempo), però poi mi è passato di mente. --Mandalorian Messaggi 13:37, 11 gen 2018 (CET)
Argomento meglio quanto ho scritto nel precedente messaggio, specialmente l'affermazione non è accettabile avere tutte quelle pagine e tenerle vuote e protette. Allo stato attuale quelle sono pagine del NS0 a tutti gli effetti e quindi sono nell'enciclopedia "vera e propria". Questo significa che chiunque può imbattersi in una di esse anche solo cliccando su un wikilink, perché non sono orfane, o magari cercando nella casella di ricerca o su Google, perché non sono deindicizzate. Però sono allo stesso tempo voci vuote e non modificabili, quindi non si può neanche tornare alle versioni precedenti all'oscuramento per ripristinarne i contenuti. Questo le rende infruibili e quindi completamente inutili. Siccome non ha alcun senso tenere voci in queste condizioni tanto vale cancellarle o, se trattano soggetti enciclopedici, renderle consultabili, ma di sicuro non possiamo restare alla situazione attuale per chissà quanti altri anni. Non conosco gli eventi che hanno portato all'oscuramento e alla protezione totale di quelle voci e non so perché si sia arrivati a tanto, quindi non voglio in nessun modo criticare gli admin che hanno preso la decisione di agire in quel modo; immagino abbiano avuto i loro motivi ma per quanto ne so io (e su questo potrei anche sbagliarmi) non mi pare di ricordare che una misura del genere sia contemplata da nessuna linea guida. Sono comunque dell'opinione che la situazione sia a dir poco surreale: non è che siccome a qualche biografato non garba di leggere certe cose nella voce di Wikipedia che lo riguarda allora noi dobbiamo mestamente chinare la testa e farci spaventare da qualche minaccia legale, non esiste proprio una cosa del genere. Al massimo se ci sono calunnie, frasi diffamatorie, insulti o qualsiasi altro contenuto illecito e lesivo si rimuovono quei contenuti, non tutta la voce, li si oscura e se proprio ci devono essere azioni legali si avverte chi di dovere affinché proceda contro i singoli utenti colpevoli delle modifiche vandaliche visto che la responsabilità di ogni modifica ricade sull'individuo che le compie e non su Wikipedia e visto che comunque sono tutti identificabili. Nel caso di voci particolarmente a rischio si può sempre ricorrere a semi-protezioni precauzionali lasciando comunque i contenuti "innocui" visibili, non ha senso tenere quelle voci come sono ora perché per quello che conta una pagina oscurata allora la si può cancellare così non ci si pensa più. --Mandalorian Messaggi 16:19, 11 gen 2018 (CET)
Eh, la situazione è molto più incasinata quindi non entro nel merito sul fatto dell'opportunità o meno dell'oscuramento, ma rispondo solo dal punto di vista tecnico. Il punto è che quelle voci non devono essere fruite. Se io le cancellassi, dal momento che si tratta di personaggi enciclopedici, chiunque potrebbe ricreare la voce, riproponendo il problema; se invece io dopo la cancellazione ne bloccassi la nuova creazione, il primo che tentasse di ricrearle chiederebbe lo sblocco e probabilmente lo otterrebbe, non essendo rimasta traccia della problematicità. Lasciando le voci oscurate e protette si segnala invece chiaramente il problema (probabilmente c'è una causa in corso o c'è stata una minaccia di tal genere) e si salvaguardano quindi gli utenti da eventuali guai giudiziari. --Lepido (msg) 16:42, 11 gen 2018 (CET) PS: se io lasciassi solo i cosiddetti "contenuti innocui" ammetterei implicitamente che è possibile per chiunque eliminare i "contenuti non innocui" (ma regolarmente fontati) minacciando cause legali: quello sì che sarebbe "mestamente chinare la testa". L.
Ok, è evidente che non conosco i casi specifici che hanno portato ad adottare misure così drastiche e così straordinarie per cui rischio di dire delle boiate. Con "contenuti innocui" intendevo non offensivi/vandalici/diffamatori. Però mi pare assurdo che basti minacciare o intraprendere azioni legali per ottenere quello che si vuole, cioè la rimozione di certe cose da Wikipedia. Per quanto resteremo in questa situazione di stallo? --Mandalorian Messaggi 17:08, 11 gen 2018 (CET)
Ne parlammo a lungo in questa discussione (lì appaio come utente:Fantasma); oltre a quanto già accennato, il problema è che sarebbe estremamente pericoloso riaprire una voce su cui il rischio di contenzioso è concreto. Pericoloso, non è un mero timore, perché è attestato dai fatti stessi per cui è stata chiusa, e nulla garantisce - se non la permanenza in stato di oscuramento - che con la riapertura non verrebbero nuovi rischi. Che non sono teorici perché appunto già concretizzatisi con ciò che già una volta ci ha indotto a oscurare (le minacce legali sono ben valutate prima di procedere all'oscuramento). Ed è fuori discussione che noi si possa stipulare degli "agreement" di garanzia, posto che le "controparti" vi aderissero, perché i contenuti non li negoziamo se non con le nostre policy, quindi siamo proprio completamente allo scoperto.
Tenete pure conto che buona parte delle voci oscurate sono sufficientemente ben scritte, e che se fosse bastato sistemare le voci, ove si trattasse di rimuovere contenuti oggettivamente questionabili, già l'avremmo fatto (se c'era dentro ciò che noi per primi vietiamo di metterci); ma alle volte non basta manco questo. Abbiamo pure il caso, per una di queste voci, dell'interessato che, avendo modo di parlare in pubblico in prima persona, ha comunicato al mondo che di avere o non avere una voce non gliene importa nulla, ma ugualmente non recede dalla posizione antagonista. E va anche considerato che trattandosi di pagine online che ovviamente non si concordano con gli interessati, questi potrebbero dire in qualsiasi momento di essere venuti a conoscenza di quegli scritti solo stamattina (e provate a smentirli) facendo partire da oggi i 90 giorni di termini per la querela; è noto che con queste "facoltà di astuzia", per il web i termini di tempo per querelare sono praticamente infiniti (non solo per noi) e non c'è un momento in cui possiamo dire "sono scaduti i termini". Potrebbero dirci che la ripubblicazione integra fatto distinto dal precedente, una minima modifica potrebbe creare situazione nuova, in cronologia potrebbe esserci qualcosa che al tempo della minaccia non era stata vista causa l'oscuramento, sicuramente non mancano spunti perniciosi sfruttabili per avere quelle due righe sul giornale, vero o non vero che sia l'assunto.
Vedete da voi il numero delle pagine in quella categoria; il rapporto con il numero di voci biografiche di viventi, in pratica l'indice di contenzioso, è una cifra che qualsiasi direttore responsabile di qualsiasi testata pagherebbe per garantirsi così esiguo, nessuno ne ha uno così basso. La perfezione non è di questo tempo, accontentiamoci allora di averlo così irrisorio. In dettaglio, e in tempo reale, stiamo parlando dello 0.016137534830179%
Ora, riaprire la voce a queste condizioni, con ciò esponendo qualche utente a rischio di azioni legali, è azione meno serena di quanto potrebbe sembrare in teoria. Per questi numeri, poi, direi che possiamo occuparci più utilmente di cose ben più utili alla collettività, ad esempio perché ben più palesemente connesse al sapere... ;-) -- g · ℵ (msg) 18:17, 11 gen 2018 (CET)
Capisco il discorso ma c'è una parte di me, forse quella più "idealista" che crede ancora molto in questo Progetto (la maiuscola è voluta), che non riesce ad accettarlo. Dalla discussione linkata (non ho avuto il tempo di leggerla tutta, rimedierò domani) emergono pareri abbastanza contrastanti, con utenti che sostengono che tanto non fa niente perché in fin dei conti non si tratta di censura. Ok, stiamo parlando di un quantitativo di voci che è irrisorio rispetto al totale, ma non fa nessuna differenza, non sarebbe accettabile neanche se la voce oscurata fosse una sola. Secondo me è una questione di princìpi. Non è vero che non è censura, leggo che ci sono voci in quello stato dal 2007. Basta davvero lo spauracchio di qualche azione legale per "dargliela vinta"? Se è così è censura bella e buona ed è la sconfitta di Wikipedia, che evidentemente è meno libera di quanto pensassi. Tralasciando il fatto, dovuto probabilmente ad una mia mancanza, che non ho ancora capito cosa vuole ottenere di preciso questa gente facendo "sparire" la propria voce da Wikipedia, non possiamo mica ragionare in questo modo. Stiamo cercando di scrivere un'enciclopedia generalista che dovrebbe in teoria occuparsi di un po' di tutto? Allora non possiamo non avere le voci su soggetti enciclopedici. Minimizzare e fare finta di non vedere non serve a niente, è vero che possiamo occuparci d'altro ma così non risolviamo nulla. Secondo me dovremmo rendere fruibili quelle pagine e limitarci ad applicare le regole che abbiamo già: se vengono vandalizzate si annulla o al limite si semiprotegge, se qualcuno minaccia azioni legali lo si blocca e finisce lì, non è che la gente può querelarci a sproposito se non c'è un motivo valido quindi se noi facciamo in modo che quei motivi non ci siano non vedo cos'abbiano di cui lamentarsi questi biografati. L'idea che mi sono fatto è che stiamo volutamente tenendo inaccessibile da anni parte della conoscenza che ospitiamo in questa enciclopedia per delle fisime, che credo sia l'esatto opposto di quello che dovremmo fare. Ovviamente potrei sbagliarmi in maniera drammatica, e spero che sia così, perché sotto potrebbe esserci qualcosa che mi sfugge, ma l'idea che mi sono fatto è questa. --Mandalorian Messaggi 21:33, 11 gen 2018 (CET) PS ovviamente io dico questo senza nessun intento polemico, se le cose stanno così è perché evidentemente qualcuno di noi ha deciso così a suo tempo e l'avrà fatto in totale buona fede con dei motivi che avrà ritenuto ottimi, e le mie non sono critiche all'operato di chi effettuò l'oscuramento. Però non è detto che sia la decisione migliore o che lo sia ancora oggi a distanza di anni. Perdonate il coinvolgimento ma a modo mio ci tengo molto a quest'enciclopedia, visto che mi ha dato molto di più di quanto io abbia dato ad essa, e pertanto mi addolora particolarmente vedere gli ideali di conoscenza libera e di condivisione del sapere che sono alla base del Progetto calpestati in questo modo. --Mandalorian Messaggi 21:38, 11 gen 2018 (CET)

Mi trovo d'accordo con Mandalorian. Un'altra cosa importante è che non siamo sicuri di chi effettivamente fossero questi millantatori di denunce, potrebbero anche essere tizi a caso.

Esempio: domani dal computer della scuola dico di essere Silvio Berlusconi e comincio a minacciare di sguinzagliare Niccolò Ghedini perché non mi piace un paragrafo. Non so quanto sia corretto oscurare la pagina senza certezza assoluta di processo legale.

Ovviamente se la persona in questione davvero denuncia, sono d'accordo sull'oscurare tutto (e non cancellare).

Ma passati, che ne so, cinque anni da un "Denuncio tutti" di un anonimo in discussione, senza vere azioni legali intraprese, non si può semplicemente lasciar perdere? È chiaro che non c'era alcun vero interesse giuridico, magari se ne è anche dimenticato. E non può dire "Non lo sapevo, i 90 giorni cominciano ora", perché se la pagina è stata oscurata ➡️ il tizio aveva già minacciato azioni legali tempo prima ➡️ non può dire di non sapere niente. Spero solo di essere stato chiaro, sono mezzo addormentato e non so quanto possa essere comprensibile, ma ci tenevo a riprendere la conversazione. Ultima proposta: ma se si aprisse una votazione sul tema, magari? --GAL13 (msg) 01:04, 12 gen 2018 (CET)

Non basta dire di essere qualcuno e minacciare per condurre all'oscuramento di una voce. La minaccia nei casi in questione proveniva dal diretto interessato: ci sono vari modi per appurarlo prima di procedere all'oscuramento. --Harlock81 (msg) 01:51, 12 gen 2018 (CET)
chiarisco che il "non lo sapevo" che ci potrebbero dire dopo la riapertura sintetizza una serie di possibili atteggiamenti (su cui non darò dettagli) e ovviamente va articolato in formulazioni sufficienti al deposito di una querela. E ci possono ben essere. Ma non intendo lasciare in giro di queste istruzioni.
In ogni caso, in questo momento io potrei riaprile tutte con la massima facilità, un clic, ma al di là dei principi che nella mia visione lo sconsigliano, e del consenso che non ravviso, in ogni caso la prospettiva di mettere molto gratuitamente a rischio degli utenti proprio lì dove sappiamo esserci stato antagonismo, spesso infondato, spesso solo per le due righe sul giornale (non è un modo di dire), me la rende prospettiva del tutto inaccettabile. Fra gente che ci ha minacciato in genere solo strumentalmente e utenti volontari che regalano la loro intelligenza a beneficio degli altri, io preferisco tutelare gli interessi degli utenti volontari. Io a rischio non ce li metto. Quel pulsante non lo clicco. E proprio alle brutte, anche l'admin è un volontario, e da volontario io il mio tempo decido di darlo a cose più importanti. Non avremo quelle voci? E ce ne faremo una ragione, sono 30 voci su un milione e mezzo. Ogni giorno ne cancelliamo il doppio che potrebbero in teoria essere più importanti per la conoscenza umana, eppure le cancelliamo lo stesso.
[@ Mandalorian], consentimi amichevolmente di contraddirti: "non è che la gente può querelarci a sproposito se non c'è un motivo valido". Altroché se può, il caso della pagina che ho linkato sopra è proprio uno di quelli. Lo dice la sentenza, non lo dico io. E non succede solo da noi, i casi cominciano ad essere davvero tanti, forse quello che qui possiamo ricordare di più è quello del Collega greco Diu, ma ce ne sono davvero un'infinità. Davanti a simili prospettive, meglio ricordare che di prudenza non è mai morto nessuno e che per mia disposizione d'animo mi posso pure fidare di tutti, ma certo non di chi mi ha già minacciato. Siamo cortesi e disponibili, non masochisti. Per dirne una, nella detta sentenza, anche se favorevole, ci fu condanna alle spese legali perché... il caso era innovativo!!! E perché un utente riconosciuto non responsabile deve pagare le spese legali? Perché debbo pagare avvocati e bolli per ciò che si riconosce non essere un illecito? E secondo voi dovremmo esporci a queste storture solo perché qualcuno dialetticamente scalmanato ci minaccia sapendo che comunque qualche danno ce ne viene? Ma io il giocattolo te lo tolgo dalle mani e te lo seppellisco sottoterra e ce lo lascio finché non sarà morto di vecchiaia tuo nipote.
Soprattutto non perdiamo di vista che si tratta di eccezioni, che siamo riusciti a contenere in una proporzione così esigua perché siamo bravi (non io, l'insieme della Comunità), e non è un lodarsi-imbrodarsi, è davvero frutto di come svolgiamo accuratamente il nostro lavoro se gli incidenti irrimediabili sono davvero così pochi. La sola cosa che posso dire dei contenuti che sono stati oscurati è che non ce li avevamo solo noi e che continuano ad essere leggibili online su altri siti. Quindi non stiamo sottraendo informazioni al mondo, anche perché sono (ovviamente) informazioni raccolte da fonti. Quando minacciati gli altri siti si regoleranno come meglio credono, qui siamo già stati minacciati e, per ribadire l'estrema sintesi, personalmente io non espongo gli utenti a rischio. Quando ci sono spiragli le strade si tentano sempre; una volta all'ora di pranzo una minaccia di uno famosissimo ci arrivò a mezzo stampa, il tempo di preavvisare qui al bar che avremmo oscurato e, magia, al massimo in mezz'ora arrivò, guarda un po', una dettagliata smentita sempre a mezzo stampa e incidente non ce ne fu. Per finire in questi 30 bisogna che si siano impegnati, statene certi: né siamo stati noi faciloni a oscurare, né loro hanno scherzato. -- g · ℵ (msg) 01:53, 12 gen 2018 (CET)
Io però proporrei una cosa, che il {{Avvisobloccominaccia}} rifletta il proprio nome anche nel testo che compare a chiunque cerchi informazioni su Wikipedia ai titoli bloccati. Attualmente si legge un neutro "a scopo cautelativo a causa di una possibile controversia legale". Mi piacerebbe che si desse alle cose il proprio nome e si riformulasse quel testo. Che si usasse la parola "minaccia", e che sia chiaro a tutti che la carenza di informazioni su uno dei 5 siti che hanno cambiato il mondo è causata dall'arroganza e dal disprezzo di chi ha i mezzi per esercitarla. Mi piacerebbe discutere di questo se possibile. --Phyrexian ɸ 02:09, 12 gen 2018 (CET)
So che non serve a nulla, ma quoto quanto ha scritto Gianfranco parola per parola. Per quanto riguarda la proposta di Phyrexian, dal momento che dentro di me mi sono sempre fatto il medesimo discorso, in teoria sarei favorevole, ma occorre ponderare bene la decisione, perché si sta giocando un po' col fuoco: andarsi a cercare dei guai per reagire per una questione di principio all'"arroganza e dal disprezzo di chi ha i mezzi" non mi pare un bel guadagno. --Lepido (msg) 09:20, 12 gen 2018 (CET)
assolutamente d'accordo con gianfranco... le stesse cause "temerarie" non solo non vengono sanzionate, pur esistendo uno specifico comma del c.p.c. che vorrebbe prevenirle, ma sono proprio utilizzate spregiudicatamente da chi non ha problema a versare lauti onorari a professionisti del foro... è qualcosa che va contro la nostra "filosofia"? certo che si, ma preferisco questa brutta soluzione che vedere utenti restituire i tastini e dire addio al progetto, a chi come me non si può permettere simili spese impreviste... in quanto alla proposta di Phyrexian non so se sia il caso... minaccia è forse (e nella maggior parte dei casi) il termine sosteanzialmente giusto nella fattispecie, resta il fatto che per l'ordinamento giuridico italiano la possibilità di rivolgersi alla magistratura per far valere le proprie ragioni è un diritto (costituzionalmente garantito peraltro), quindi escluderei di indicare con una parola che rimanda ad un reato (la minaccia è sanzionata dal diritto penale) qualcosa che viene ritenuto lecito... --torsolo 10:37, 12 gen 2018 (CET)
Che la causa sia temeraria lo decide un giudice e non certo noi. Avrei molto da dire anche sui "lauti compensi a professionisti del foro" [1], ma saremmo OT. Invito però a maggiore rispetto. Un fatto è vero, stiamo parlando di una casistica numericamente irrilevante in percentuale al numero delle voci.--155.185.101.51 (msg) 12:49, 12 gen 2018 (CET)
[fuori crono] mi sarò spiegato male, ma anche tu dovresti impegnarti a leggere meglio... e se hai dei dubbi, chiedi, invece di franintendere praticamente tutto... --torsolo 15:35, 12 gen 2018 (CET)
Per l'appunto stiamo discutendo di una casistica numericamente irrilevante in percentuale al numero delle voci, all'interno delle quali non vi è neppure una biografia di homo sapiens rilevante. I rilevanti hanno avvocati e curatori d'immagine che ormai conoscono l'effetto Streisand e fanno in modo di non arrivare ad avere la voce nera. Quindi nella pratica il danno di avere queste voci nere alla cultura enciclopedica nel complesso tende alla temperatura °C a cui ghiaccia l'acqua.--Bramfab Discorriamo 13:40, 12 gen 2018 (CET)
È evidente che per amore del quieto vivere e per evitare rogne si è optato per questa soluzione. Lo capisco, non biasimo chi ha a suo tempo prese questa decisione. Se dopo 10 anni siamo ancora qui a parlare di questo problema e non è cambiata una virgola allora non vale neanche la pena di riaprire la discussione perché tanto non cambierà niente neanche parlandone per qualche giorno. Quello che mi lascia allibito è che qualcuno possa fare delle querele a sproposito per puro capriccio (non saprei come altro definire l'intraprendere azioni legali senza motivo: se non ci sono diffamazioni o insulti o altri contenuti illeciti cosa querelano a fare? Perché non gli comoda essere presenti in un'enciclopedia?) e ottenere quello che vuole solo pestando i piedi. Ma il mio sconcerto non conta niente, occupiamoci d'altro, non è un problema numericamente rilevante e ha perfettamente senso che l'attenzione della comunità sia rivolta ad altre faccende. Però peccato, è una sconfitta per la comunità. --Mandalorian Messaggi 14:05, 12 gen 2018 (CET)
Vero Mandalioran, ma ci sono però utenti di it.wiki che le rogne le hanno avute davvero per cose del genere. Non è amore per il quieto vivere, ma di evitare, come è successo in passato, di doversi trovare un avvocato per il solo fatto di aver editato su Wikipedia. E la comunità ne uscirebbe sconfitta di più se uno dei suoi membri ne uscisse inguaiato... --Amarvudol (msg) 14:22, 12 gen 2018 (CET)
Chiaro, tra le due cose è comunque meno grave tenere quelle voci oscurate. Resto dell'opinione che sia demenziale, moralmente sbagliato e giuridicamente ridicolo denunciare qualcuno solo perché ha editato in modo lecito su Wikipedia ma pazienza, evidentemente qualcuno forte della sua posizione di personaggio "famoso" e di una disponibilità economica superiore a quella della gente normale ha pensato per questi motivi di poter fare il bello e il cattivo tempo in barba alle regole. --Mandalorian Messaggi 14:29, 12 gen 2018 (CET)
la tua conclusione è amarissima; purtroppo è anche verissima... -- g · ℵ (msg) 15:42, 12 gen 2018 (CET)
Tenendo presente quanto detto da Torsolo, Bramfab e altri, per alcune di quelle voci le vicende si sono concluse da anni, quindi un amministratore potrebbe sentirsi libero di sproteggerle ed eventualmente creare da sé un abbozzo che ritenga a prova di bomba, se ritiene di assumersi il rischio. Anche Wikipedia:Avvertenze generali dice che ciascuno si assume le responsabilità delle proprie azioni. --Nemo 16:45, 12 gen 2018 (CET)

Ma quindi?! Visto che si rischia una denuncia per qualunque cosa (anche a sproposito, come detto), dobbiamo svuotare tutte le voci, proteggerle e chiudere baracca e burattini?! --82.48.92.85 (msg) 10:49, 13 gen 2018 (CET)

No, continuiamo a lavorare all'enciclopedia come abbiamo sempre fatto sperando che a nessun biografato particolarmente irritabile venga voglia di fare il fenomeno, e se succede si oscura tutto fino a data da destinarsi. --Mandalorian Messaggi 13:29, 13 gen 2018 (CET)
(confl.) Sono rimasto sempre un po' perplesso anch'io negli anni scorsi, anche se mi sembrava di ricordare che fossero di più le voci oscurate per minacce legali. Qualcuna oscurata per questo motivo è mai stata ripristinata? Guardando i nomi concordo con chi ha detto che non ne vale la pena, non sono certo personaggi di primo piano e delle loro voci se ne può fare a meno, però ad esempio, leggo Discussione:Giuseppe Vatinno: c'è un OTRS, come ho visto per altre oscurate o solo la minaccia nella talk? Poi per carità, che se ne possa fare a meno concordo (6 mesi alla camera e opere poco diffuse, quasi quasi da pdc), ma non dovrebbe essere solo una minaccia in una talk a farla oscurare, tanto per intenderci, per molte altre c'è OTRS e numero. Se uno scrivesse uno stub, il biografato avrebbe poco da ridire sull'autore, chi aggiunge questioni più spinose magari potrebbe avere qualche problema, ma sarebbe lui a prendersi i rischi. So che sarebbe contro la politica di protezione delle pagine, ma quel messaggio di oscuramento potrebbe essere posto come motivazione (avviso) di una protezione indefinita dello stub. Comunque riguardando quelle poche voci, visto che sono " minori", per evitare "qualsiasi" problema che restino pure oscurate, se ci sono dubbi, ce ne sono altre più importanti sulle quali lavorare. Ma che restino poche però..--Kirk Dimmi! 13:51, 13 gen 2018 (CET)
Il punto concettualmente sbagliato è proprio questo: chi aggiunge questioni più spinose magari potrebbe avere qualche problema. Chi aggiunge questioni spinose non dovrebbe avere nessun problema nel momento in cui tali questioni sono fontate e sono scritte senza calunnie o diffamazioni, eppure siamo tenuti in scacco lo stesso e costretti a tenere oscurate le pagine. È un controsenso, perché se qualche biografato compie delle marachelle non è certo colpa di chi lo scrive su Wikipedia, eppure siamo noi a dover subire la censura. Io veramente non riesco a trovare le parole per esprimere quanto è sbagliata questa cosa. Comunque lo status quo è immutabile quindi non ha neanche più senso stare qui a parlarne. --Mandalorian Messaggi 14:15, 13 gen 2018 (CET)
Nulla è immutabile :-D A dire il vero, in qualche caso, addirittura c'è qualcuno che proprio non vuole avere la pagina su wikipedia e va dall'avvocato per questo, anche se la sua pagina è un stub con nessuna critica, magari solo per un avviso E.. bah, facciano quel che gli pare, se vogliono spendere soldi dagli avvocati per nulla facciano pure, il problema, ripeto, è che rimangano una percentuale irrisoria e che siano di personaggi non particolarmente importanti.--Kirk Dimmi! 14:22, 13 gen 2018 (CET)
Certo, nulla è immutabile, ma se non c'è la volontà di cambiare le cose non cambiano da sole. Visto che il consenso propende per lasciare tutto com'è, lasciamo tutto com'è e pazienza. --Mandalorian Messaggi 14:25, 13 gen 2018 (CET)
Non so come si comportano le altre wiki, mi pare che in Italia si faccia presto a minacciare e andare dagli avvocati, ricordate il caso greco? E' finito così, non mi risulta che la pagina sia mai stata oscurata, e il politico si è beccato anche l'effetto Streisand (e io ho contribuito, ho scritto la sua voce su es.wiki :-P). Se per una frase ben fontata citano, poi si attaccano insomma.--Kirk Dimmi! 14:38, 13 gen 2018 (CET)
Domanda: quindi, in teoria, per togliere l'oscuramento bisogna aspettare o le pubbliche scuse con ritrattamento dell'interessato, o (caso davvero estremo) la morte di quest'ultimo? --GAL13 (msg) 20:38, 13 gen 2018 (CET)
Credo che la possibilità di togliere l'oscuramento non sia neanche contemplata.--Mandalorian Messaggi 01:46, 14 gen 2018 (CET)
È una questione di sensibilità personali sul tema, come dicevo, ma non siamo così diversi dal solito neanche in questi casi. Dopo che si è pervenuti a sentenza, e dopo quindi che quanto contestato non è più ri-contestabile, pur se con molto nervosismo questa è stata riaperta. Per farci cosa tuttora non è così chiaro, perché chi conosce la storia (praticamente tutti qui) le mani non ce le mette più né principia ora se non l'aveva fatto prima. Ma ci abbiamo provato.
L'aridità degli effetti pratici dei contesti in cui ci muoviamo, questo quadro raggelante dovrebbe interpretarsi, a mio avviso, non tanto nel senso di fantasticare pavidi Wikipediani che per viltà corrompano il loro senso di servizio, quanto piuttosto nella non meno fredda considerazione di quanto poco probabile sia oggi, e lo sarà per molto ancora, che si vedano attuare quadri normativi che finalmente garantiscano anche noi. Non è una questione solo italiana, naturalmente. -- g · ℵ (msg) 03:00, 14 gen 2018 (CET)
Semi OT: Ma vanno oscurate tutte le versioni o solo l'ultima? Perché ho trovato tutti e due i casi. --ValterVB (msg) 11:02, 14 gen 2018 (CET)

[ Rientro] Oltre a quotare gianfranco, vorrei far notare che una causa non deve essere necessariamente temeraria per essere perniciosa. Chi conosce il settore sa che i costi di una causa legale solo raramente vengono rimessi alla parte soccombente (civile), e si finisce comunque, anche quando si è dalla parte della ragione, per sborsare un sacco di quattrini. Le voci bloccate definitivamente per minacce legali sono pochissime, lo so perché da dieci anni mi occupo di sbloccare le voci con blocchi infiniti tenendole poi d'occhio (e infatti ho in assoluto il maggior numero di sblocchi da sempre, il che mi fa un po' paura a volte). :-) Le voci bloccate hanno buone ragioni per stare in quella condizione. Se si manda una email a OTRS in cui si dichiara la cessata intenzione a iniziare azioni legali, le voci si sbloccano istantanemanete, d'altraparte. --Lucas 05:10, 14 gen 2018 (CET)

GLAM/Polo museale della Campania: avviso


Ciao a tutti, domani c'è il secondo appuntamento del Progetto:GLAM/Polo museale della Campania. Si registreranno nuovi utenti, che lavoreranno nelle proprie sandbox e faranno del "lavoro sporco". --Alessandra Boccone (msg) 18:45, 11 gen 2018 (CET)

i partecipanti pian piano adotteranno il template previsto e saranno rintracciabili da qui -- g · ℵ (msg) 02:03, 12 gen 2018 (CET)

Riorganizzazione bar geografici


Accingendomi a cambusare le discussioni del bar geografico, ho realizzato che - tolte Africa ed Europa - non esistono bar dedicati agli altri continenti. In compenso, ne esistono di praticamente inattivi come quello degli Stati Uniti o della Corea. Nello specifico, la mia intenzione era di riciclare quello degli USA in un bar più generale dedicato alle Americhe. Volendo andare oltre, non potrebbe avere senso razionalizzare quelli già esistenti in uno unico per continente per a) rivitalizzarli 2) sgravare quello generale di geografia? IMHO rappresenterebbero un punto di ritrovo che oggi manca --Ombra 22:20, 11 gen 2018 (CET)

L'unica cosa che conta per avere un progetto è la presenza di un discreto numero di utenti attivi e interessati a lungo termine. Nelle regole abbiamo anche dei numeri precisi (pure troppo bassi secondo me). Pertanto può esserci il progetto San Marino e non esserci il progetto Asia... Non è possibile fare razionalizzazioni a tavolino --Bultro (m) 23:29, 11 gen 2018 (CET)
favorevole alla riorganizzazione e allo spostamento a nuovo nome: 1) non è che cambia molto se sull'ex bar USA si parla di una cosa che riguarda una località a pochi confini 2) si razionalizza le risorse umane (anzichè avere 3 bar da 2 utenti se ne avrebbe uno con 6) e 3) a nessuno (utente, ip o niubbo) piace postare domande ad un progetto per vedersi ignorare perchè a nessuno degli iscritti interessa seguire il progetto. --37.119.104.230 (msg) 10:39, 12 gen 2018 (CET)
[× Conflitto di modifiche] Sì Bultro, la ratio alla base dei progetti la conosco, anni fa ho contribuito io stesso all'apertura di uno nuovo. Però sappiamo altrettanto bene che oggi l'iscrizione ai progetti è del tutto superata (nonostante tra i miei OS ci sia una decina di bar, personalmente non so nemmeno a quali progetti sia iscritto). Semplicemente penso che alcuni argomenti universali siano sempre attuali e dei bar dedicati possano essere un punto di riferimento per la comunità. A differenza di un bar dedicato a San Marino :) --Ombra 10:45, 12 gen 2018 (CET)
In linea di principio può essere che li utenti interessati a voci sugli USA detestino scrivere di Brasile e preferiscano partecipare alle discussioni sull'Australia. Un'analisi dei partecipanti storici alle varie tipologie di discussioni nel progetto "padre" potrebbe dare delle indicazioni in proposito, ma non guasta chiedere. Nemo 16:38, 12 gen 2018 (CET)