Bragging Rights (2010)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da WWE Bragging Rights 2010)
Bragging Rights (2010)
Colonna sonora It's Your Last Shot dei Politics and Assassins
Prodotto da WWE
Brand Raw
SmackDown
Sponsor WWE SmackDown vs. Raw 2011
Data 24 ottobre 2010
Sede Target Center
Città Minneapolis, Minnesota
Spettatori 9.000
Cronologia pay-per-view
Hell in a Cell (2010) Bragging Rights (2010) Survivor Series (2010)
Progetto Wrestling

Bragging Rights (2010) è stata la seconda ed ultima edizione dell'omonimo evento in pay-per-view prodotto dalla WWE. L'evento si è svolto il 24 ottobre 2010 al Target Center di Minneapolis (Minnesota).

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

Il pay-per-view Bragging Rights si basa principalmente sul 14-Man Elimination Tag Team match, caratterizzato dalla presenza di sette wrestlers di Raw e sette di SmackDown che si sfidano in un Tag Team match ad eliminazione per determinare il miglior brand all'interno della WWE. Nella puntata di SmackDown dell'8 ottobre, Big Show è stato annunciato come primo membro del Team SmackDown in qualità di capitano. Nella puntata di Raw dell'11 ottobre ci sono stati dei match di qualificazione da cui John Morrison, R-Truth, Santino Marella, Sheamus, CM Punk e il Mr. Money in the Bank The Miz (eletto poi capitano) sono emersi vincitori, entrando dunque a far parte del Team Raw. La sera successiva anche a SmackDown ci sono stati ulteriori match di qualificazione in cui Rey Mysterio, Jack Swagger, Alberto Del Rio, Kofi Kingston e Edge guadagnano un posto nel Team SmackDown. La sera stessa, Kaval riesce a resistere per cinque minuti in una Five-Minute Challenge match contro Big Show ottenendo l'ultimo posto all'interno del Team SmackDown per Bragging Rights, ma subito dopo lo perde contro Tyler Reks. Nella puntata di Raw del 18 ottobre, The Miz completa il Team Raw aggiungendo Ezekiel Jackson, appena rientrato da un infortunio.

Ad Hell in a Cell, Wade Barrett ha sconfitto John Cena e come da stipulazione Cena entra a far parte del Nexus. In questo modo Cena pensa di riuscire a smantellare la stable capitanata da Barrett dall'interno essendone appena entrato, ma il General Manager anonimo di Raw forza Cena a seguire gli ordini di Barrett, altrimenti verrà licenziato. Durante una Battle Royal valida per determinare il primo sfidante al WWE Championship di Randy Orton, Cena ed i restanti membri del Nexus aiutano Barrett ad eliminare gli altri contendenti, finché Cena si autoelimina favorendo la vittoria del suo leader. Dunque Barrett sfiderà Orton a Bragging Rights per il titolo, con Cena che sarà all'angolo di Barrett nel corso del match per assicurarne la vittoria.

Ad Hell in a Cell, Paul Bearer era all'angolo di The Undertaker durante l'Hell in a Cell match valido per il World Heavyweight Championship di Kane, ma verso la fine dell'incontro Bearer lo tradisce dando la vittoria al Big Red Monster, che mantiene il titolo dei pesi massimi. Due settimane dopo, a SmackDown, Paul Bearer e Kane hanno sfidato Undertaker ad un Buried Alive match per Bragging Rights con il titolo di Kane in palio; sfida in seguito accettata dal Phenom.

Nella puntata di Raw del 18 ottobre, lo United States Champion Daniel Bryan ha sfidato l'Intercontinental Champion Dolph Ziggler ad un Champion vs. Champion match per Bragging Rights. Ziggler ha accettato la sfida di Bryan ed il match è stato reso ufficiale per l'evento. È stato poi annunciato che nessuno dei due titoli sarà in palio durante l'incontro in pay-per-view.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

# Brand Incontri Stipulazioni Durata[1]
Dark Raw Montel Vontavious Porter ha sconfitto Chavo Guerrero Single match N/A
1 Interbrand Daniel Bryan (Raw) ha sconfitto Dolph Ziggler (con Vickie Guerrero) (SmackDown) per sottomissione Champion vs. Champion Interpromotional match[2] 16:14
2 Interbrand The Nexus (David Otunga e John Cena) hanno sconfitto Cody Rhodes e Drew McIntyre (c) per sottomissione Tag Team match per il WWE Tag Team Championship[3] 06:29
3 Raw Ted DiBiase (con Maryse) ha sconfitto Goldust (con Aksana) Single match[4] 07:29
4 Interbrand Layla (c) (con Michelle McCool) ha sconfitto Natalya Single match per il WWE Divas Championship[5] 05:23
5 SmackDown Kane (c) (con Paul Bearer) ha sconfitto The Undertaker Buried Alive match per il World Heavyweight Championship 16:59
6 Interbrand Team SmackDown (Alberto del Rio, Big Show, Edge, Jack Swagger, Kofi Kingston, Rey Mysterio, Tyler Reks) (con Hornswoggle) ha sconfitto Team Raw (The Miz, R-Truth, John Morrison, Santino Marella, Sheamus, CM Punk e Ezekiel Jackson) (con Alex Riley) 14-Men Tag Team Elimination match[6] 27:45
7 Raw Wade Barrett (con John Cena) ha sconfitto Randy Orton (c) per squalifica Single match per il WWE Championship;
Se Barrett avesse perso, Cena sarebbe stato licenziato.[7]
14:34

Eliminazioni del 14-Men Tag Team Elimination Match[1][modifica | modifica wikitesto]

N. Eliminazione Wrestler Team Eliminato da Tempo[1]
1 Santino Marella Raw Tyler Reks 02:38
2 Kofi Kingston SmackDown! Sheamus 06:52
3 Jack Swagger SmackDown! John Morrison 13:07
4 Tyler Reks SmackDown! Sheamus 14:32
5 Big Show SmackDown! 15:29
6 Sheamus Raw 15:29
7 R-Truth Raw Edge 16:42
8 John Morrison Raw Edge 17:09
9 Alberto Del Rio SmackDown! CM Punk 18:05
10 CM Punk Raw Rey Mysterio 24:07
11 Ezekiel Jackson Raw Rey Mysterio 26:16
12 The Miz Raw Edge 27:45
Vincitori: Team SmackDown! (Edge e Rey Mysterio)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c James Caldwell, Caldwell's WWE Bragging Rights PPV Results 10/24: Ongoing "virtual time" coverage of live PPV - Orton vs. Barrett, Kane vs. Taker, Raw vs. Smackdown, Pro Wrestling Torch, 24 ottobre 2010. URL consultato il 26 ottobre 2010.
  2. ^ Results: Bryan saved by Lebell, su wwe.com. URL consultato il 22 ottobre 2011.
  3. ^ Results: The "Nex" Champ is here!, su wwe.com. URL consultato il 22 ottobre 2011.
  4. ^ Results: Million Dollar cry-baby, WWE. URL consultato il 22 ottobre 2011.
  5. ^ Results: 'Nat' a chance, WWE. URL consultato il 22 ottobre 2011.
  6. ^ Results: Team blue brags again, WWE. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  7. ^ Results: Not quite in the "brag," Wade, WWE.
Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling