WTCC 2014

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Campionato del mondo turismo
Edizione n. 11 del WTCC
Dati generali
Inizio13 aprile
Termine16 novembre
Prove24
Titoli in palio
Titolo pilotiArgentina José María López
Titolo costruttoriFrancia Citroën
Trofeo YokohamaGermania Franz Engstler
Trofeo team YokohamaItalia ROAL Motorsport
Trofeo AsiaMacao Filipe de Souza
Altre edizioni
Precedente - Successiva
José María López si è aggiudicato il suo primo titolo mondiale davanti ai compagni di squadra Yvan Muller e Sébastien Loeb

La stagione 2014 del Campionato mondiale Turismo (World Touring Car Championship) è l'undicesima edizione del campionato gestito dalla Federazione Internazionale dell'Automobile (FIA), la decima dal suo ritorno nel 2005. È iniziata il 13 aprile a Marrakech, in Marocco, ed è terminata il 16 novembre a Macao. Il campionato, riservato a vetture con motore 1600 cm³ turbo comprende due titoli, uno per i piloti e uno per i costruttori.

L'argentino José María López, alla guida di una Citroën C-Elysée WTCC del team Citroën Total WTCC, è risultato vincitore del titolo piloti, mentre la stessa Citroën ha prevalso nella classifica costruttori.[1] Il Trofeo Yokohama è stato invece vinto dal tedesco Franz Engstler per quanto concerne i piloti e da ROAL Motorsport per quanto riguarda le scuderie.[2]

Piloti e scuderie[modifica | modifica wikitesto]

La classe TC1 comprende le vetture costruite secondo il regolamento tecnico del 2014, mentre la classe TC2 include le automobili già impiegate nelle tre stagioni precedenti.[3] I piloti alla guida di vetture TC2 e le scuderie non supportate direttamente da un costruttore concorrono alle rispettive classifiche del trofeo Yokohama.[4]

Scuderie[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 giugno 2013 la Citroën ha annunciato il suo impegno ufficiale nel WTCC con l'iscrizione della sua scuderia ufficiale, il Citroën World Touring Car Team, a partire dalla stagione 2014. Il 24 luglio la casa francese ha annunciato che avrebbe preparato delle C-Elysée con le specifiche in vigore dalla stagione 2014. Sono state preparate quattro vetture, tre delle quali sono state iscritte a tutte le gare del campionato, mentre la quarta è stata iscritta solo alle gare asiatiche.

Il 3 dicembre 2013 la Honda, durante la presentazione della nuova Civic aggiornata per rispettare le nuove specifiche imposte dalla FIA, ha annunciato un'espansione delle sue operazioni. Oltre alle due vetture affidate alla scuderia ufficiale e a quella affidata alla Zengő Motorsport, è stata preparata una quarta Civic, che è stata affidata alla Proteam Racing.

Il 18 settembre 2013 anche la Lada ha annunciato un'espansione delle sue operazioni, preparando una terza Granta, che è stata anch'essa affidata alla scuderia ufficiale della casa russa.

Il 12 settembre 2013 la SEAT ha annunciato il suo disimpegno dal WTCC per concentrarsi sul suo trofeo monomarca. La Campos Racing ha comunque deciso di iscrivere al campionato tre León con le vecchie specifiche, che per questo motivo sono state assegnate alla classe TC2.

Dopo l'annunciato disimpegno della Chevrolet dal WTCC a partire dalla stagione 2014, RML, che aveva svolto il ruolo di scuderia ufficiale della casa statunitense, non ha rinnovato la sua iscrizione al WTCC per diventare il preparatore non ufficiale delle Cruze. Sono state preparate sei vetture dotate delle nuove specifiche del 2014, che sono state affidate a varie scuderie.

Il 27 febbraio 2014 la bamboo-engineering, che per il 2014 aveva già iscritto una Aston Martin V8 Vantage al WEC, ha annunciato che non avrebbe rinnovato la sua iscrizione al WTCC per motivi economici.

Il 26 marzo 2014 la NIKA Racing, che dopo aver partecipato a tutta la stagione 2013 con una Chevrolet Cruze non si era iscritta alla stagione 2014, ha annunciato la sua iscrizione alla gara d'Ungheria con una Honda Civic con le vecchie specifiche del WTCC.

Piloti[modifica | modifica wikitesto]

In concomitanza con l'annuncio del suo impegno nel WTCC, la Citroën ha annunciato l'ingaggio del nove volte campione WRC Sébastien Loeb come pilota. Il 7 agosto è stato ingaggiato come pilota il quattro volte campione WTCC Yvan Muller, che ha firmato un contratto biennale con la casa francese. Nel dicembre 2013 sono stati inoltre ingaggiati i debuttanti José María López come terzo pilota e Ma Qinghua per le gare asiatiche.

Il 3 novembre 2013 la Lada ha annunciato l'ingaggio dell'allora campione in carica Robert Huff, che viene affiancato ai riconfermati James Thompson e Michail Kozlovskij.

Il 12 dicembre 2013 Tom Chilton, dopo il ritiro di RML dal WTCC, ha annunciato di aver firmato con la ROAL Motorsport, rimanendo così alla guida di una Chevrolet Cruze.

Il 18 marzo 2014 la Campos Racing ha annunciato l'ingaggio di John Filippi come pilota di una delle SEAT León. Per le altre León sono stati ingaggiati vari piloti per le varie gare.

Darryl O'Young è stato ingaggiato dalla bamboo-engineering e, insieme al compagno di squadra Alex MacDowall, ha lasciato la categoria per disputare il WEC. James Nash, Marc Basseng, Stefano D'Aste e Fredy Barth non hanno invece trovato ingaggi per la stagione 2014.

Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

Classe TC1
Scuderia Vettura Classe
scuderia
# Pilota Classe
pilota
Weekend
di gare
Francia Citroën Total WTCC Citroën C-Elysée WTCC 1 Francia Yvan Muller Tutti
9 Francia Sébastien Loeb Tutti
33 Cina Ma Qinghua 6-7, 9-10, 12
37 Argentina José María López Tutti
Giappone Castrol Honda WTC Team Honda Civic WTCC 2 Italia Gabriele Tarquini Tutti
18 Portogallo Tiago Monteiro Tutti
Italia ROAL Motorsport Chevrolet RML Cruze TC1 Y 3 Regno Unito Tom Chilton Tutti
4 Paesi Bassi Tom Coronel Tutti
Ungheria Zengő Motorsport Honda Civic WTCC Y 5 Ungheria Norbert Michelisz Tutti
Spagna Campos Racing Chevrolet RML Cruze TC1 Y 7 Francia Hugo Valente Tutti
74 Spagna Pepe Oriola 12
Spagna NIS Petrol by Campos Racing 98 Serbia Dušan Borković 1-11
Germania ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Chevrolet RML Cruze TC1 Y 10 Italia Gianni Morbidelli Tutti
77 Germania René Münnich Tutti
Russia Lada Sport Lukoil
Russia Lada Sport[5]
Lada Granta 1.6T 11 Regno Unito James Thompson Tutti
12 Regno Unito Robert Huff Tutti
14 Russia Michail Kozlovskij Tutti
Italia Proteam Racing Honda Civic WTCC Y 25 Marocco Mehdi Bennani Tutti
Classe TC2
Scuderia Vettura Classe
scuderia
# Pilota Classe
pilota
Weekend
di gare
Germania Liqui Moly Team Engstler BMW 320 TC Y 6 Germania Franz Engstler Y Tutti
8 Italia Pasquale Di Sabatino Y 1-7
15 Argentina Camilo Echevarría Y 8
26 Macao Filipe de Souza Y A 9-12
Spagna Campos Racing SEAT León WTCC Y 19 Hong Kong Henry Kwong Y A 11-12
22 Rep. Ceca Petr Fulín Y 1, 4
27 Francia John Filippi Y Tutti
38 Hong Kong William Lok Y A 10, 12
50 Russia Nikita Misjulja Y 6
55 Ungheria Norbert Nagy Y 7
80 Hong Kong Michael Soong Y A 9
Macao RPM Racing Team BMW 320 TC Y 44 Macao Mak Ka Lok Y A 12
Svezia NIKA Racing Honda Civic WTCC Y 99 Giappone Yukinori Taniguchi Y 3
Simbolo Categoria
Y Trofeo Yokohama
A Trofeo Asia

Modifiche al regolamento[modifica | modifica wikitesto]

Regolamento tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Per la stagione 2014 la FIA ha aggiornato il regolamento tecnico, in vigore dal 2011. Le auto vengono ancora costruite con specifiche Super 2000, ma con modifiche significative. Il peso minimo è stato ridotto da 1150 kg a 1100 kg, mentre la potenza massima è stata aumentata da 320 CV a 50 o 60 CV in più a seconda del tipo di motore. Le dimensioni delle ruote sono state aumentate a 18" ed è stato introdotto l'obbligo di utilizzare sospensioni MacPherson. La larghezza delle vetture è stata fissata a 1.950 mm, mentre lo splitter anteriore è stato fissato a 100 mm. Sono state introdotte anche delle modifiche aerodinamiche, autorizzando l'uso del fondo piatto e di alettoni posteriori più grandi, ma comunque che non superino l'altezza del tetto della vettura.

Regolamento sportivo[modifica | modifica wikitesto]

Sono stati introdotti alcuni cambiamenti anche nel regolamento sportivo; le distanze di gara sono state fissate a 60 km ed è stata resa obbligatoria la partenza da fermo. Le qualifiche sono state divise in tre sessioni e solo i migliori cinque si qualificano alla Q3. Si è cercato inoltre di limitare il bilanciamento delle prestazioni tramite la concessione di deroghe al peso minimo, ma l'uso di zavorre si è reso comunque necessario.

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Gara Nome gara Circuito Data
1 G1 Gara del Marocco Marocco Circuito di Marrakech 13 aprile
G2
2 G3 Gara di Francia Francia Circuito Paul Ricard 20 aprile
G4
3 G5 Gara d'Ungheria Ungheria Hungaroring 4 maggio
G6
4 G7 Gara della Slovacchia Slovacchia Slovakiaring 11 maggio
G8
5 G9 Gara d'Austria Austria Salzburgring 25 maggio
G10
6 G11 Gara di Russia Russia Moscow Raceway 8 giugno
G12
7 G13 Gara del Belgio Belgio Circuito di Spa-Francorchamps 22 giugno
G14
8 G15 Gara d'Argentina Argentina Autodromo di Termas de Río Hondo 3 agosto
G16
9 G17 Gara di Pechino Cina Goldenport Park Circuit 5 ottobre
G18
10 G19 Gara di Shanghai Cina Shanghai International Circuit 11 ottobre
G20
11 G21 Gara del Giappone Giappone Suzuka Circuit 26 ottobre
G22
12 G23 Gara di Macao Macao Guia Circuit 16 novembre
G24

Risultati e classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Gare[modifica | modifica wikitesto]

Gara Nome gara Pole position Giro veloce Pilota vincitore Scuderia vincitrice Costruttore vincitore Vincitore TC2 Resoconto
1 Marocco Gara del Marocco Argentina José María López Francia Sébastien Loeb Argentina José María López Francia Citroën Total WTCC Francia Citroën Germania Franz Engstler Resoconto
2 Argentina José María López Francia Sébastien Loeb Francia Citroën Total WTCC Francia Citroën Germania Franz Engstler
3 Francia Gara di Francia Francia Yvan Muller Francia Yvan Muller Francia Yvan Muller Francia Citroën Total WTCC Francia Citroën Germania Franz Engstler Resoconto
4 Argentina José María López Argentina José María López Francia Citroën Total WTCC Francia Citroën Germania Franz Engstler
5 Ungheria Gara d'Ungheria Francia Yvan Muller Francia Yvan Muller Francia Yvan Muller Francia Citroën Total WTCC Francia Citroën Italia Pasquale Di Sabatino Resoconto
6 Portogallo Tiago Monteiro Italia Gianni Morbidelli Germania Münnich Motorsport Stati Uniti Chevrolet Germania Franz Engstler
7 Slovacchia Gara della Slovacchia Argentina José María López Francia Sébastien Loeb Francia Sébastien Loeb Francia Citroën Total WTCC Francia Citroën Rep. Ceca Petr Fulín Resoconto
8 Cancellata
9 Austria Gara d'Austria Francia Yvan Muller[6] Argentina José María López Francia Yvan Muller Francia Citroën Total WTCC Francia Citroën Germania Franz Engstler Resoconto
10 Argentina José María López Argentina José María López Francia Citroën Total WTCC Francia Citroën Germania Franz Engstler
11 Russia Gara di Russia Argentina José María López Argentina José María López Argentina José María López Francia Citroën Total WTCC Francia Citroën Germania Franz Engstler Resoconto
12 Francia Hugo Valente Cina Ma Qinghua Francia Citroën Total WTCC Francia Citroën Germania Franz Engstler
13 Belgio Gara del Belgio Francia Yvan Muller Francia Yvan Muller Francia Yvan Muller Francia Citroën Total WTCC Francia Citroën Germania Franz Engstler Resoconto
14 Argentina José María López Argentina José María López Francia Citroën Total WTCC Francia Citroën Germania Franz Engstler
15 Argentina Gara d'Argentina Argentina José María López Argentina José María López Argentina José María López Francia Citroën Total WTCC Francia Citroën Germania Franz Engstler Resoconto
16 Argentina José María López Argentina José María López Francia Citroën Total WTCC Francia Citroën Germania Franz Engstler
17 Cina Gara di Pechino Regno Unito Tom Chilton Regno Unito Tom Chilton Regno Unito Tom Chilton Italia ROAL Motorsport Stati Uniti Chevrolet Germania Franz Engstler Resoconto
18 Argentina José María López Regno Unito Robert Huff Russia Lada Sport Russia Lada Germania Franz Engstler
19 Cina Gara di Shanghai Argentina José María López Cina Ma Qinghua Argentina José María López Francia Citroën Total WTCC Francia Citroën Germania Franz Engstler Resoconto
20 Italia Gabriele Tarquini Marocco Mehdi Bennani Italia Proteam Racing Giappone Honda Germania Franz Engstler
21 Giappone Gara del Giappone Argentina José María López Argentina José María López Argentina José María López Francia Citroën Total WTCC Francia Citroën Germania Franz Engstler Resoconto
22 Italia Gabriele Tarquini Italia Gabriele Tarquini Giappone Castrol Honda WTC Team Giappone Honda Francia John Filippi
23 Macao Gara di Macao Argentina José María López Argentina José María López Argentina José María López Francia Citroën Total WTCC Francia Citroën Germania Franz Engstler Resoconto
24 Regno Unito Robert Huff Regno Unito Robert Huff Russia Lada Sport Russia Lada Germania Franz Engstler

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica piloti[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota MAR
Marocco
FRA
Francia
HUN
Ungheria
SLO
Slovacchia
AUS
Austria
RUS
Russia
BEL
Belgio
ARG
Argentina
CIN 1
Cina
CIN 2
Cina
GIA
Giappone
MAC
Macao
Punti[1]
1 Argentina José María López 11 2 4 1 22 6 21 C 35 1 11 Rit 23 1 11 1 34 4 11 3 11 6 11 5 462
2 Francia Yvan Muller 34 Rit 11 2 11 5 103 C 12 Rit 4 2 11 2 32 3 23 9 33 Rit Rit2 5 53 2 336
3 Francia Sébastien Loeb 22 1 2 6 73 9 12 C 43 7 34 5 32 5 43 6 5 3 45 12 33 7 62 6 295
4 Ungheria Norbert Michelisz 9 NP 74 8 6 10 34 C 9 4 9 7 7 7 24 7 6 5 54 4 4 3 24 4 201
5 Portogallo Tiago Monteiro 5 10† 8 3 34 2 7 C 5 3 73 Rit 6 4 55 5 Rit 13 7 2 9 9 4 16† 186
6 Italia Gabriele Tarquini NP NP 32 4 45 8 8 C 8 2 22 Rit 85 8 8 4 16†2 10 6 Rit 6 1 3 NP 182
7 Paesi Bassi Tom Coronel Rit Rit NPR NPR 8 4 4 C 24 5 8 4 5 3 11 10 17† 2 8 6 7 4 75 8 159
8 Regno Unito Tom Chilton 43 4 95 15 13 7 5 C 6 Rit 55 6 10 10 6 Rit 11 8 Rit 7 24 10 12 7 150
9 Italia Gianni Morbidelli 15 6 11 9 9 1 65 C 101 6 12 8 4 6 12 13 45 7 11 13 10 8 10 Rit 109
10 Regno Unito Robert Huff Rit Rit 5 11 11 12 9 C 12 Rit 10 Rit 16 13 7 2 8 1 15† Rit 12 11 9 1 93
11 Marocco Mehdi Bennani 7 SQ 13 5 5 NP 14 C 7 8 11 3 13 11 9 8 9 Rit 10 1 11 Rit 19† NP 85
12 Francia Hugo Valente 8 3 63 10 10 3 11 C NC Rit Rit 9 124 9 Rit Rit 12 11 9 8 55 Rit NC 3 85
13 Cina Ma Qinghua 6 1 11 Rit 15† 12 22 5 8 Rit 69
14 Serbia Dušan Borković 65 Rit 14 7 12 11 12 C Rit Rit Rit 11 9 Rit Rit SQ Rit NP 12 9 8 2 41
15 Regno Unito James Thompson 10 NP 10 13 SQ SQ SQ C 13 Rit 14 12 17 15 10 9 7 6 Rit 10 13 12 11 9 22
16 Russia Michail Kozlovskij 11 5 15 14 Rit Rit Rit C 14 10 15 Rit 14 12 14 11 11 NP Rit 11 14 13 13 Rit 11
17 Germania Franz Engstler 12 7 16 16 15 14 16 C 15 11 16 13 18 16 15 14 10 14 13 14 15 Rit 14 10 8
18 Francia John Filippi 14 8 18 Rit 16 16 18† C 16 13 18 15 19 19 16 15† 13 15 14 15 16 14 16 12 4
19 Germania René Münnich Rit Rit 12 12 18 13 13 C 11 9 13 10 15 14 13 12 Rit NP 17† Rit NC 16 15 11 3
20 Italia Pasquale Di Sabatino 13 9 17 17 14 15 17 C 17 12 17 14 21 17 2
Macao Filipe de Souza 14 Rit 16 16 Rit 15 17 13 0
Macao Mak Ka Lok 18 14 0
Hong Kong Henry Kwong 17 NC SQ 15 0
Rep. Ceca Petr Fulín NP NP 15 C 0
Argentina Camilo Echevarría 17 16 0
Russia Nikita Misjulja Rit 16 0
Giappone Yukinori Taniguchi 17 17 0
Ungheria Norbert Nagy 20 18 0
Hong Kong William Lok Rit NP Rit NP 0
Hong Kong Michael Soong NP NP 0
Spagna Pepe Oriola NP NP 0
Pos. Pilota MAR
Marocco
FRA
Francia
HUN
Ungheria
SLO
Slovacchia
AUS
Austria
RUS
Russia
BEL
Belgio
ARG
Argentina
CIN 1
Cina
CIN 2
Cina
GIA
Giappone
MAC
Macao
Punti
Colore Risultato
Oro Vincitore
Argento 2º posto
Bronzo 3º posto
Verde Finito a punti
Blu Finito senza punti
Viola Ritirato (Rit)
Non classificato (NC)
Rosso Non qualificato (NQ)
Nero Squalificato (SQ)
Bianco Non partito (NP)
Bianco Non ha gareggiato
Infortunato (Inf)
Escluso (ES)
Gara cancellata (C)
Il corsivo indica i giri veloci.
Il grassetto indica le pole positions.

Grassetto – Pole
Corsivo – GPV
† – Ritirato ma classificato

Classifica costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Costruttore MAR
Marocco
FRA
Francia
HUN
Ungheria
SLO
Slovacchia
AUS
Austria
RUS
Russia
BEL
Belgio
ARG
Argentina
CIN 1
Cina
CIN 2
Cina
GIA
Giappone
MAC
Macao
Punti[1]
1 Francia Citroën 11 1 11 1 11 5 11 C 11 1 11 1 11 1 11 1 22 3 11 3 11 5 11 2 1003
22 2 2 2 22 6 22 C 32 7 34 2 22 2 32 3 33 4 22 5 32 6 52 5
2 Giappone Honda 53 10† 32 3 33 2 33 C 53 2 22 3 63 4 23 4 61 5 53 1 43 1 23 4 710
74 NP 73 4 44 8 74 C 74 3 73 7 74 7 54 5 94 10 64 2 64 3 34 16†
3 Russia Lada 105 5 54 11 115 12 95 C 125 10 105 12 145 12 75 2 75 1 15†5 10 125 11 95 1 425
11 Rit 105 13 Rit Rit Rit C 13 Rit 14 Rit 16 13 10 9 8 6 Rit 11 13 12 11 9
Pos. Costruttore MAR
Marocco
FRA
Francia
HUN
Ungheria
SLO
Slovacchia
AUS
Austria
RUS
Russia
BEL
Belgio
ARG
Argentina
CIN 1
Cina
CIN 2
Cina
GIA
Giappone
MAC
Macao
Punti

Trofeo Yokohama[modifica | modifica wikitesto]

Classifica piloti[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Pilota MAR
Marocco
FRA
Francia
HUN
Ungheria
SLO
Slovacchia
AUS
Austria
RUS
Russia
BEL
Belgio
ARG
Argentina
CIN 1
Cina
CIN 2
Cina
GIA
Giappone
MAC
Macao
Punti[2]
1 Germania Franz Engstler 12 7 16 16 15 14 16 C 15 11 16 13 18 16 15 14 10 14 13 14 15 Rit 14 10 249
2 Francia John Filippi 14 8 18 Rit 16 16 18† C 16 13 18 15 19 19 16 15† 13 15 14 15 16 14 16 12 159
3 Italia Pasquale Di Sabatino 13 9 17 17 14 15 17 C 17 12 17 14 21 17 98
4 Macao Filipe de Souza 14 Rit 16 16 Rit 15 17 13 38
5 Argentina Camilo Echevarría 17 16 12
= Ungheria Norbert Nagy 20 18 12
7 Rep. Ceca Petr Fulín NP NP 15 C 10
8 Hong Kong Henry Kwong 17 NC SQ 15 10
9 Giappone Yukinori Taniguchi 17 17 10
= Macao Mak Ka Lok 18 14 10
11 Russia Nikita Misjulja Rit 16 5
Hong Kong William Lok Rit NP Rit NP 0
Hong Kong Michael Soong NP NP 0
Pos. Pilota MAR
Marocco
FRA
Francia
HUN
Ungheria
SLO
Slovacchia
AUS
Austria
RUS
Russia
BEL
Belgio
ARG
Argentina
CIN 1
Cina
CIN 2
Cina
GIA
Giappone
MAC
Macao
Punti
Colore Risultato
Oro Vincitore
Argento 2º posto
Bronzo 3º posto
Verde Finito a punti
Blu Finito senza punti
Viola Ritirato (Rit)
Non classificato (NC)
Rosso Non qualificato (NQ)
Nero Squalificato (SQ)
Bianco Non partito (NP)
Bianco Non ha gareggiato
Infortunato (Inf)
Escluso (ES)
Gara cancellata (C)
Il corsivo indica i giri veloci.
Il grassetto indica le pole positions.

Grassetto – Pole
Corsivo – GPV
† – Ritirato ma classificato

Classifica team[modifica | modifica wikitesto]
Pos. Costruttore MAR
Marocco
FRA
Francia
HUN
Ungheria
SLO
Slovacchia
AUS
Austria
RUS
Russia
BEL
Belgio
ARG
Argentina
CIN 1
Cina
CIN 2
Cina
GIA
Giappone
MAC
Macao
Punti[2]
1 Italia ROAL Motorsport 4 4 9 15 8 4 4 C 2 5 5 4 5 3 6 10 1 2 8 6 2 4 7 7 255
Rit Rit NPR NPR 13 7 5 C 6 Rit 8 6 10 10 11 Rit 17† 8 Rit 7 7 10 12 8
2 Ungheria Zengő Motorsport 9 NP 7 8 6 10 3 C 9 4 9 7 7 7 2 7 6 5 5 4 4 3 2 4 164
3 Spagna Campos Racing 6 3 6 7 10 3 11 C 16 13 18 9 9 9 16 15† 12 11 9 8 5 2 16 3 162
8 8 14 10 12 11 12 C NC Rit Rit 11 12 18 Rit Rit 13 15 12 9 8 14 NC 12
4 Germania ALL-INKL.COM Münnich Motorsport 15 6 11 9 9 1 6 C 10 6 12 8 4 6 12 12 4 7 11 13 10 8 10 11 156
Rit Rit 12 12 18 13 13 C 11 9 13 10 15 14 13 13 Rit NP 17† Rit NC 16 15 Rit
5 Italia Proteam Racing 7 SQ 13 5 5 NP 14 C 7 8 11 3 13 11 9 8 9 Rit 10 1 11 Rit 19† NP 97
6 Germania Liqui Moly Team Engstler 12 7 16 16 14 14 16 C 15 11 16 13 18 16 15 14 10 14 13 14 15 15 14 10 59
13 9 17 17 15 15 17 C 17 12 17 14 21 17 17 16 14 Rit 16 16 Rit Rit 17 13
Macao RPM Racing Team 18 14 0
Svezia NIKA Racing 17 17 0
Pos. Costruttore MAR
Marocco
FRA
Francia
HUN
Ungheria
SLO
Slovacchia
AUS
Austria
RUS
Russia
BEL
Belgio
ARG
Argentina
CIN 1
Cina
CIN 2
Cina
GIA
Giappone
MAC
Macao
Punti

Trofeo Asia[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota CIN 1
Cina
CIN 2
Cina
GIA
Giappone
MAC
Macao
Punti[2]
1 Macao Filipe de Souza 14 Rit 16 16 Rit 15 17 13 60
2 Hong Kong Henry Kwong 17 NC SQ 15 16
3 Macao Mak Ka Lok 18 14 16
Hong Kong William Lok Rit NP Rit NP 0
Hong Kong Michael Soong NP NP 0
Pos. Pilota CIN 1
Cina
CIN 2
Cina
GIA
Giappone
MAC
Macao
Punti

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Circuito da Guia - Standings - Championship points (PDF), in fiawtcc.com. URL consultato il 18 novembre 2014.
  2. ^ a b c d (EN) Circuito da Guia - Standings - Trophies points (PDF), in fiawtcc.com. URL consultato il 18 novembre 2014.
  3. ^ (FR) De nouvelles voitures de course, in fiawtcc.com, 3 gennaio 2014. URL consultato il 20 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2014).
  4. ^ (EN) Yokohama Trophy for TC2 cars, in motorsport.com, 17 gennaio 2014. URL consultato il 6 aprile 2015.
  5. ^ A partire dalla gara di Pechino la Lada Sport Lukoil ha cambiato il proprio nome in Lada Sport a seguito della decisione da parte della Lukoil di interrompere la propria sponsorizzazione con effetto immediato
  6. ^ Yvan Muller è partito in pole position a seguito di una penalità comminata a Gianni Morbidelli; quest'ultimo ha comunque conservato i 5 punti destinati al detentore del giro più veloce nel Q3.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobilismo Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Automobilismo