Vladimir Afanas'evič Obručev

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vladimir Afanas'evič Obručev

Vladimir Afanas'evič Obručev (in russo: Влади́мир Афана́сьевич О́бручев?; Ržev, 28 settembre 1863Mosca, 19 giugno 1956) è stato un geologo, esploratore e scrittore russo specializzato nello studio della Siberia e dell'Asia centrale. Fu anche uno dei primi scrittori russi di fantascienza[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vladimir Obručev si laureò alla scuola per geologi di San Pietroburgo nel 1886. Tra i suoi primi lavori ci fu lo studio dell'estrazione dell'oro, che lo portò a sviluppare una teoria che spiegava l'origine dei depositi di oro in Siberia. Consigliò la costruzione della ferrovia dell'Asia centrale e della ferrovia Transiberiana, e discusse con Sven Hedin del viaggio che voleva organizzare in Siberia. Mentre lavorava per la ferrovia, Obruchev esplorò il deserto del Karakum, le rive del fiume Amu Darya e il vecchio letto dell'Uzbois.[2] Lavorò anche come geologo presso il lago Bajkal, sul fiume Lena e nelle miniere d'oro nei pressi del Vitim.[2]

Tra il 1892 ed il 1894 Obručev "fu membro della spedizione di Grigorij Potanin in ... Mongolia, [e] nelle montagne di Nan Shan ed in Cina settentrionale". Esplorò anche l'area di Transbaikal, Zungaria e dei monti Altaj.[2]

Nel 1929 Obručev fu nominato membro dell'Accademia russa delle scienze.[2]

Avendo passato mezzo secolo ad esplorare Siberia ed Asia interna, Obručev sintetizzò le sue scoperte in una monografia in tre volumi intitolata La geologia della Siberia (1935–1938), seguita da La storia dell'esplorazione geologica della Siberia. Molte sue opere trattano delle origini dei löss in Asia centrale e Siberia, delle formazioni di ghiaccio e del permafrost della Siberia, dei problemi della tettonica siberiana e delle sue miniere d'oro. Scrisse anche molte famose opere scientifiche come Formazione di montagne e depositi di minerale (1932), Fondamenti di geologia (1944), Il campo della geologia (1927), Depositi di minerale (1928–1929) e altre. In tutto Obruchev scrisse:

« oltre mille opere scientifiche, tra cui molti ampi studi geologici della Siberia e una storia in cinque volumi dell'esplorazione geologica della Siberia, premiata con il premio Lenin e con premi e medaglie da molte società scientifiche »

([2])

Nel 1954 completò un ampio studio geografico dei monti Nan Shan in Cina basandosi sulle sue spedizioni e su alcune precedenti e passò gli ultimi anni di vita lavorando ad uno studio geologico su queste montagne.[2]

Carriera letteraria[modifica | modifica wikitesto]

In patria Obručev è conosciuto soprattutto come scrittore di due romanzi popolari di fantascienza, Plutonia (Плутония, 1915) e Земля Санникова ("Terra di Sannikov", 1924). Entrambi sulla scia de Il mondo perduto di Arthur Conan Doyle, descrivono in vividi dettagli la scoperta di un mondo isolato popolato da animali preistorici in terre inesplorate nel nord di Alaska o Siberia. In Plutonia dinosauri e altre specie giurassiche si trovano in una immaginaria zona sotterranea dell'Alaska; i dettagli sono resi più credibili dall'ampia conoscenza di Obručev della paleontologia. "Terra di Sannikov" (trasposto in un film sovietico nel 1973) prende il nome da un'isola fantasma del mar Glaciale Artico, citata da Yakov Sannikov nel 1811. Paul J. McAuley elogiò il romanzo in un articolo del 1999, affermando che "È vero che i personaggi sono inequivocabilmente portavoce delle opinioni dell'autore, e che la trama è puramente pulp, ma tutto è compensato dalla rigorosa precisione scientifica del romanzo".[3]

Nel periodo sovietico Obručev tentò di emulare i modelli edoardiani delle storie d'avventura per ragazzi nei suoi romanzi Cercatori d'oro nel deserto (1928) e Nelle foreste dell'Asia centrale (1951).

Incarichi ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Retaggio[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Anche due suoi figli divennero scienziati famosi:

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Obruchev, Vladimir. Fundamentals Of Geology, Foreign Languages Publishing House, Moscow. Da Archive.org
  • Obruchev, Vladimir. Plutonia, Mosca: Raduga Publishers, 1988, ISBN 5-05-001691-6
  • Obruchev, Vladimir. Sannikov Land, Mosca: Raduga Publishers, 1988, ISBN 5-05-001690-8

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) John Clute, David Langford e Peter Nicholls (a cura di), Obruchev, Vladimir A, in The Encyclopedia of Science Fiction, III edizione online, 2011-2015.
  2. ^ a b c d e f Plutonia A Word about the author. p. 404. Tradotto da Fainna Solasko. Raduga Publishers. Mosca. 1988. 2° ristampa.
  3. ^ Curiosities, F&SF, febbraio 2000
  4. ^ SHIPPING; NEW TONNAGE. BBC Summary of World Broadcasts. Parte 1 The USSR; Weekly Economic Report; A. ECONOMIC AND SCIENTIFIC; TRANSPORT; SU/W1297/A/11; 20 luglio 1984. Mosca 1400 gmt 4 luglio 84

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN10613692 · ISNI (EN0000 0001 2208 7221 · LCCN (ENn85818037 · GND (DE11707893X