Vittorio Faroppa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vittorio Faroppa
Vittorio Faroppa.jpg
Vittorio Faroppa, portiere del Piemonte (1911)
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Ritirato 1915 - giocatore
1947 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
19??Virtus Torino? (−?)
1908-1914Piemonte15+ (−?)
1914-1915Juventus6 (−19)
Nazionale
1912Italia Italia1 (−4)
Carriera da allenatore
1933-1934Grosseto
1934-1935Genova 1893
1936-1939Siena
1939-1940Alessandria
1946-1947Udinese
1948-1949Aosta
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Vittorio Faroppa (Torino, 29 agosto 1887Torino, 11 novembre 1958) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano, di ruolo portiere. Era anche noto come Faroppa II per distinguerlo dal fratello Luigi (o Faroppa I).

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Tra i pionieri del calcio a Torino, giocò inizialmente nella Virtus, prima di passare al Piemonte.

Fu convocato in Nazionale nel 1912, chiamato dal commissario tecnico Umberto Meazza a sostituire il portiere titolare Mario De Simoni. Il 17 marzo l'Italia perse allo Stadium di corso Vinzaglio a Torino per 3-4 contro la Francia di fronte a 6000 spettatori; per lo sferzante giudizio dato da Meazza, che lo paragonò a una papera, il termine entrò nel linguaggio comune col significato di errore madornale; i giornali citarono l'espressione "disastro Faroppa" per etichettare la negativa esperienza dell'estremo difensore torinese.[1]

Continuò a fare parte per alcuni mesi della commissione tecnica della Nazionale nel 1913, e nel 1914 passò alla Juventus prima che la Grande Guerra interrompesse i campionati e Faroppa abbandonasse il calcio giocato.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni trenta divenne allenatore, dapprima del Grosseto, poi del Genova nel vittorioso campionato di Serie B 1934-1935 (a concludere il campionato furono però Renzo De Vecchi e Carlo Carcano). Ottenne una promozione in Serie B con il Siena nel 1937-1938 e chiuse dopo un breve periodo all'Alessandria.

A 53 anni, dopo l'entrata in guerra dell'Italia (1940), si arruolò nell'esercito. Morì nel 1958, a 71 anni.[2]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
17/03/1912 Torino Italia Italia 3 – 4 Francia Francia Amichevole −4
Totale Presenze 1 Reti −4

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Siena: 1937-1938

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 1912, Italia-Francia 3-4: un portiere battezza la papera archiviostorico.gazzetta.it
  2. ^ È morto Faroppa, da «La Stampa», 12 novembre 1958

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, De Ferrari, 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]