Va'aiga Tuigamala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Va'aiga Tuigamala
Dati biografici
Nome Va'aiga Lealuga Tuigamala
Paese Samoa Samoa
Altezza 180 cm
Peso 94 kg
Carriera rugby a 13 Rugby union pictogram.svg
League Samoa Samoa
Ruolo Utility back
Ritirato 1996
Attività di club
1993-1996 Wigan Warriors 98 (244)
Attività da giocatore internazionale
1995 Samoa Samoa 2 (0)
Carriera rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Ruolo Utility back
Ritirato 2002
Attività giovanile
1976-1986 Ponsonby Ponsonby
Attività provinciale¹
1988-1993 Auckland
Attività di club¹
1987-1993 Ponsonby Ponsonby
1996-1997 Wasps 13 (20)
1997-2002 Newcastle 90 (115)
Attività da giocatore internazionale
1989-1993
1996-2000
Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Samoa Samoa
19 (21)
23 (15)
Palmarès internazionale
3º posto RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 1991
1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club di rugby a 15 si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Statistiche aggiornate al 26 novembre 2013

Va'aiga Lealuga "Inga" Tuigamala (Faleasiu, 4 settembre 1969) è un ex rugbista a 13 e a 15 samoano, internazionale a XIII e a XV per Samoa (per cui disputò la Coppa del Mondo di entrambe le discipline) a XV per la Nuova Zelanda. Dalla fine della sua attività lavora come promoter e procuratore sportivo.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Nativo di Samoa, Tuigamala crebbe in Nuova Zelanda fin dall'età di quattro anni[1]; nel 1976 entrò nelle giovanili del Ponsonby, formazione di Auckland[2], che fu anche il club nel quale militò per tutta la prima parte di carriera nel rugby a 15; rappresentò la provincia di Auckland nel campionato nazionale, e nel 1991 esordì negli All Blacks nel corso della Coppa del Mondo di rugby 1991 a Gloucester contro gli Stati Uniti. In tale competizione si aggiudicò il terzo posto finale.

A titolo statistico, a Tuigamala è accreditata la prima meta internazionale avente valore di 5 punti, marcata il 4 luglio 1992 contro l'Australia in occasione della Bledisloe Cup di quell'anno[3].

Nel 1994 decise di passare professionista e si trasferì in Inghilterra ai Wigan Warriors, una delle più famose e vincenti formazioni di rugby a 13 del Regno Unito e del mondo; con tale squadra vinse, in tre stagioni, altrettanti campionati britannici, due Challenge Cup e una World Club Challenge, e rappresentò Samoa nella Coppa del Mondo a XIII del 1995.

Nel 1996 tornò al rugby a 15 e rimase in Inghilterra, ingaggiato dai London Wasps[4], con cui vinse subito il titolo nazionale; nel 1997, dopo solo un anno a Londra, fu ingaggiato dal Newcastle Falcons con un contratto quinquennale dal valore complessivo di più di un milione di sterline[5]. Fu il primo contratto milionario nel rugby a 15 britannico, giunto a solo 18 mesi dell'ingresso del professionismo nella disciplina[5]; solo vent'anni prima, nel 1977, il calcio inglese aveva visto il suo primo ingaggio milionario, quello di Trevor Francis al Nottingham Forest[5], ma in Inghilterra tale disciplina era, all'epoca, professionistica da 94 anni[5]. Anche a Newcastle Tuigamala vinse il titolo alla sua prima stagione.

Nel 2002 Tuigamala si ritirò dalle competizioni[6] e fondò un'impresa di pompe funebri[6], oltre che divenire manager e promoter di suo cugino David Tua, pugile già bronzo olimpico a Barcellona nel 1992 da dilettante[6]. Dopo un rovescio societario (il fallimento della stessa impresa funebre per insolvenze ammontanti a circa 100 000 dollari neozelandesi[6]) dovuto a mancati pagamenti dovutigli dai congiunti superstiti[7], e la chiusura di una palestra - centro fitness[7], ha attualmente una nuova agenzia funebre[6].

Per le sue attività sociali e i suoi meriti sportivi Tuigamala è, dal 2008, membro dell'Ordine al merito della Nuova Zelanda[8].

Nel 2009 diede alle stampe la sua autobiografia, Inga : My Story (Penguin Books NZ).

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Rugby a 13[modifica | modifica wikitesto]

Rugby a 15[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Membro dell'Ordine al merito della Nuova Zelanda - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine al merito della Nuova Zelanda
«Per il contributo al rugby e i servizi alla cittadinanza»
— 2 giugno 2008[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Peter Jackson, Born-Again Inga Tuigamala Returns to Test Arena with Western Samoans, in Daily Mail, 8 novembre 1996. URL consultato il 27 novembre 2013.
  2. ^ (EN) Interview: Inga Tuigamala, The House of Waiwera, ottobre 2011. URL consultato il 27 novembre 2013.
  3. ^ (EN) John Griffiths, First five-point try, England at Twickenham and the origins of a No.8, in ESPN Scrum, 1º febbraio 2009. URL consultato il 16 agosto 2014.
  4. ^ (EN) Peter Jackson, Tuigamala to Spread Wings with Wasps, in Daily Mail, 8 agosto 1996. URL consultato il 27 novembre 2013.
  5. ^ a b c d (EN) Simon Turnbull, Tyne is right for Tuigamala, in The Independent, 20 febbraio 1997. URL consultato il 27 novembre 2013.
  6. ^ a b c d e (EN) Bevan Hurley, Inga the Winger hits hard times [collegamento interrotto], in The New Zealand Herald, 13 luglio 2013. URL consultato il 27 novembre 2013.
  7. ^ a b (EN) Bevan Hurley, Va'aiga Tuigamala's business goes bust [collegamento interrotto], in The New Zealand Herald, 12 luglio 2013. URL consultato il 27 novembre 2013.
  8. ^ a b (EN) The Queen's Birthday Honours List 2008, Department of the Prime Minister and the Cabinet of New Zealand, 2 giugno 2008. URL consultato il 27 novembre 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN96917212 · ISNI (EN0000 0000 7036 6658 · LCCN (ENno2009136236