Unione dei comuni Savena-Idice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Unione Montana Valli Savena-Idice)
Jump to navigation Jump to search
Unione montana Valli Savena-Idice
comunità montana
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Città metropolitanaCittà metropolitana di Bologna - Stemma.png Bologna
Amministrazione
CapoluogoPianoro
PresidenteGabriele Minghetti
Data di istituzione2009
Territorio
Coordinate
del capoluogo
44°23′N 11°20′E / 44.383333°N 11.333333°E44.383333; 11.333333 (Unione montana Valli Savena-Idice)Coordinate: 44°23′N 11°20′E / 44.383333°N 11.333333°E44.383333; 11.333333 (Unione montana Valli Savena-Idice)
Superficie422,76 km²
Abitanti77 228 (30-09-2014)
Densità182,68 ab./km²
ComuniLoiano, Monghidoro, Monterenzio, Pianoro, San Lazzaro di Savena, Ozzano dell'Emilia
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Sito istituzionale

L'Unione dei Comuni Savena-Idice è un'unione montana nella provincia di Bologna, comprende le valli dei fiumi Idice e Savena.

È stata formata nel 2009 come risultato del processo di scioglimento della Comunità montana Cinque Valli Bolognesi.

È costituita dai comuni di:

La sede dell'Unione è nel comune di Pianoro. La superficie totale dell'unione è di 313,09 km², gli abitanti complessivi sono 31.590.

Nel territorio dell'Unione ricadono, in parte, la Riserva naturale Contrafforte Pliocenico ed il Parco regionale dei Gessi Bolognesi e Calanchi dell'Abbadessa.

Nascita dell'Unione montana[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 la legge regionale n. 10 della Regione Emilia-Romagna propone lo scioglimento della Comunità montana Cinque Valli Bolognesi e una riorganizzazione territoriale come segue:

«...si propone lo scioglimento, salva la possibilità per i Comuni di Loiano, Monghidoro, Monterenzio e Pianoro, che ne hanno avanzato proposta (cfr. verbale incontro istituzionale con Regione e Provincia del 20 ottobre 2008) di costituire una Unione ai sensi dell'art. 6, l.r. n. 10/2008. Per il Comune di Sasso Marconi si accoglie comunque la proposta già avanzata dai Sindaci di esclusione del suddetto Comune dagli ambiti territoriali delle nuove Comunità montane; per i restanti Comuni della Comunità montana Cinque Valli Bolognesi, ovvero Monzuno, San Benedetto Val di Sambro e Castiglione dei Pepoli, si accoglie la proposta già avanzata dai sindaci nel citato con la Provincia di incorporazione nella Comunità montana Alta e Media Valle del Reno ridelimitata in corrispondenza.»

([1])

Il 31 ottobre 2009 il processo di scioglimento si completa e si delinea il nuovo assetto proposto dalla Regione, e vede così la luce la nuova Unione montana Valli Savena-Idice.

Entreranno successivamente i comuni di San Lazzaro di Savena e Ozzano dell'Emilia.

il 18 giugno 2015 il comune di San Lazzaro annuncia di voler lasciare l'unione.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Emilia Portale Emilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Emilia