Unione di comuni Valle del Samoggia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Unione di comuni
Valle del Samoggia
unione di comuni
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Città metropolitanaCittà metropolitana di Bologna - Stemma.png Bologna
Amministrazione
CapoluogoCastello di Serravalle
PresidenteAugusto Casini Ropa (PD)
Data di istituzione23 settembre 2009
Data di soppressione23 dicembre 2013[1]
Territorio
Coordinate
del capoluogo
44°26′16″N 11°01′50″E / 44.437778°N 11.030556°E44.437778; 11.030556 (Unione di comuni
Valle del Samoggia
)
Coordinate: 44°26′16″N 11°01′50″E / 44.437778°N 11.030556°E44.437778; 11.030556 (Unione di comuni
Valle del Samoggia
)
Abitanti
ComuniBazzano, Castello di Serravalle, Crespellano, Monte San Pietro, Monteveglio, Savigno
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Unione di comuni Valle del Samoggia – Mappa
Posizione del comune di Valsamoggia nella provincia di Bologna
Sito istituzionale

L'Unione di comuni Valle del Samoggia era un ente locale sovracomunale, con statuto autonomo, insediato il 23 settembre 2009 subentrando a titolo universale in tutti i rapporti attivi e passivi della Comunità montana Valle del Samoggia, che in pari data ha cessato di esistere[2].

La sede dell'Unione era a Castello di Serravalle in via Marconi 70.

Facevano parte dell'ente i medesimi comuni che costituivano la precedente Comunità montana:

I 6 comuni in oggetto sono situati in provincia di Bologna, ad ovest del capoluogo verso il territorio modenese. Il territorio è generalmente collinoso e comprende anche la zona di pianura pedecollinare, nella quale sono situati Bazzano e Crespellano. L'area è caratterizzata da intensa urbanizzazione, che comunque non ha soppresso le tradizionali attività agricole e di allevamento intensivo. L'area pedecollinare è fortemente industrializzata.

L'Unione comunale è interamente compresa nel bacino imbrifero del torrente Samoggia, tributario del fiume Reno.

Lo scioglimento della Comunità montana Valle del Samoggia è avvenuto in seguito alla delibera della Regione Emilia-Romagna del 28-10-2008 riguardante il "Riordino territoriale ex L.R. 10/2008[3]

Nel 2012, cinque dei sei comuni facenti parte dell'Unione (tutti tranne Monte San Pietro), hanno avviato l'iter per fondersi in un unico comune[4]. La fusione è stata approvata dell'Assemblea regionale dell'Emilia-Romagna il 5 febbraio 2013[5]. Dal 1º gennaio 2014, data della sua nascita, il nuovo comune unico di Valsamoggia è entrato a far parte dell'Unione

A partire dal 23 dicembre 2013, l'Unione di comuni Valle del Samoggia, a causa di un riordino istituzionale, è composta anche dai comuni di Casalecchio di Reno, Sasso Marconi e Zola Predosa che si sono aggiunti ai comuni di Monte San Pietro e Valsamoggia già membri dell'Unione.[6]

In conseguenza di tale allargamento l'Unione, insediatasi ufficialmente il 16 giugno 2014, è stata contestualmente ridenominata Unione dei comuni Valli del Reno, Lavino e Samoggia [7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Emilia Portale Emilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Emilia