Una donna libera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Una donna libera
Paese di produzioneItalia
Anno1954
Durata93 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico, sentimentale
RegiaVittorio Cottafavi
SoggettoMilena Sandor
SceneggiaturaFabrizio Sarazani, Oreste Biancoli
Casa di produzioneRomana Film
Distribuzione (Italia)Siden Film
FotografiaGuglielmo Garroni
MontaggioJolanda Benvenuti
MusicheEzio Carabella
ScenografiaAlfredo Montori
TruccoLuigi Storiale
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Una donna libera è un film del 1954 diretto da Vittorio Cottafavi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Liana, ragazza benestante e laureata in architettura, sogna una vita libera e indipendente, per questo dopo aver incontrato il musicista Gerardo Villabruna annulla il matrimonio con l'ingegnere Fernando e fugge con lui a Amalfi. Gerardo ammette di aver passato dei bei momenti con lei ma lui è impegnato con la musica e deve partire per una lunga tournée. Liana quindi parte per Parigi dove trova un lavoretto che non la soddisfa ma almeno fa la conoscenza con Massimo un ricco armatore che dopo poco sposa. Anche in questo caso sente il matrimonio più come una gabbia e non appena rivede per caso Gerardo lo raggiunge a casa sua. Resasi conto delle sue numerose avventure lo lascia ma lascia anche il marito. Torna alla casa paterna, dopo la morte della madre, per provvedere alla famiglia che ha bisogno di lei.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato selezionato tra i 100 film italiani da salvare[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema