Oreste Biancoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Oreste Biancoli (Bologna, 20 ottobre 1897Roma, 25 novembre 1971) è stato uno sceneggiatore e regista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Bologna, dove si laurea in Giurisprudenza, inizia a lavorare come giornalista e commediografo, trasferendosi a Roma alla fine degli anni venti per collaborare alle sceneggiature di alcuni film.

Alla regia arriva solo nel 1937, con la pellicola Stasera alle undici di cui è autore del soggetto, proseguendo negli anni come autore di testi teatrali e cinematografici, per concludere con il film Penne nere l'attività di regista, per proseguire in quella di sceneggiatore, diventando uno dei più prolifici scrittori per il cinema e il palcoscenico per quasi un quarantennio.

Insieme a Dino Falconi, è autore di innumerevoli lavori, sia nel campo delle commedie, che nel teatro di varietà, tra cui gli spettacoli Za-Bum di Mario Mattoli, sino al dopoguerra dove sarà autore di testi di satira politica, spesso per spettacoli prodotti da Remigio Paone.

È tra gli sceneggiatori di importanti film, tra cui Ladri di biciclette e Don Camillo, sino ai lavori degli anni sessanta per il cinema storico e mitologioco, tipico del periodo.

Muore a Roma nel 1971.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Il teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Triangoli di Dino Falconi e Oreste Biancoli, regia di Dario Niccodemi, prima al Teatro Manzoni di Milano il 18 gennaio 1930.
  • La città delle lucciole di Dino Falconi e Oreste Biancoli, 1941.
  • Ah... Ci risiamo! di Falconi e Biancoli, 1942.
  • W e abbasso! di Biancoli e Riccardo Morbelli, regia di Biancoli, prima al Teatro Valle il 27 luglio 1944.
  • Cantachiaro di Garinei e Giovannini, De Tuddo, Monicelli, regia di Oreste Biancoli, prima al Teatro Quattro Fontane di Roma il 1º settembre 1944.
  • Cantachiaro 2 di Garinei, Giovannini, De Tuddo e Monicelli, regia di Oreste Biancoli, prima al Teatro Quattro Fontane di Roma il 17 maggio 1945.
  • Un anno dopo, testo e regia di Oreste Biancoli, prima al Teatro Quattro Fontane di Roma il 2 giugno 1945.
  • Quo vadis? di Biancoli, Falconi e Vergani, 1948.
  • Rosso e nero di Biancoli, Ciorciolini e Mantoni, 1954.

Il varietà radiofonico Rai[modifica | modifica wikitesto]

  • Le memorie del signor Tal dei Tali di Biancoli e Franco Monicelli, regia di Enzo Convalli, 1953.
  • Da oggi a ieri di Oreste Biancoli e Franco Scaglia, regia di Riccardo Mantoni, 1965.

Il varietà televisivo Rai[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dizionario Bolaffi del cinema italiano, i registi, Torino 1979
  • Dizionario dei registi, di Pino Farinotti, Milano 1993
  • Francesco Savio, Ma l'amore no, Sonzogno Milano 1975
  • Almanacco Bompiani 1942
  • Almanacco Bompiani 1975 Il teatro di rivista
  • Il Radiocorriere, annate varie
  • Anna Magnani, di Matilde Hochklofler, Gremese editore, Roma 1984

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN19941294 · ISNI (EN0000 0000 8099 3225 · SBN IT\ICCU\TO0V\076482 · LCCN (ENno97034540 · GND (DE1060866951 · BNF (FRcb14653337p (data)