Torre di Chia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Torre di Chia
Torre di Chia - Domus de Maria (CA).jpg
Stato attualeItalia Italia
RegioneSardegna
CittàDomus de Maria
Coordinate38°53′43.2″N 8°53′05.9″E / 38.895333°N 8.884972°E38.895333; 8.884972Coordinate: 38°53′43.2″N 8°53′05.9″E / 38.895333°N 8.884972°E38.895333; 8.884972
Mappa di localizzazione: Italia
Torre di Chia
Informazioni generali
Tipotorre
Altezzam 13
Termine costruzione1578
Materialepietra calcarea
Proprietario attualedemanio marittimo
Informazioni militari
Funzione strategicaavvistamento, segnalazione e difesa
Termine funzione strategicaXIX secolo
.
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

La torre di Chia è una torre costiera di Domus de Maria, situata poco lontano dalla spiaggia di Chia. L'edificio sorge su un promontorio dove in origine era situata l'acropoli dell'antico centro di Bithia.

La torre fu eretta nel 1578[1] ed era chiamata originariamente I Santi de Quaranta de Quiat; fu costruita per difendere la foce del rio di Chia, che rappresentava una fonte di approvvigionamento idrico per i pirati.

È stata edificata in pietra calcarea, ha un'altezza di circa 13 m e un diametro di oltre 10 m.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Francesco Floris, Istituzioni, economia, società e cultura nel XVI e XVII secolo, in Storia della Sardegna, 2ª ed., Roma, Newton & Compton, 2002, p. 326, ISBN 88-8289-263-8.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Evandro Pillosu, Le torri litoranee in Sardegna, Cagliari, Tipografia La Cartotecnica, 1957.
  • Evandro Pillosu, Un inedito rapporto cinquecentesco sulla difesa costiera di Marco Antonio Camos, in Nuovo bullettino bibliografico sardo e archivio delle tradizioni popolari, Cagliari, 1959.
  • Foiso Fois, Torri spagnole e forti piemontesi in Sardegna, Cagliari, La Voce Sarda, 1981.
  • Gianni Montaldo, Le torri costiere in Sardegna, Sassari, Carlo Delfino, 1992, ISBN 88-7138-059-2.
  • Mele Giuseppe, Torri e cannoni. La difesa costiera in Sardegna nell'età moderna, Sassari, Edes, 2000.
  • Massimo Rassu, Guida alle torri e forti costieri della Sardegna, Cagliari, Artigianarte, 2000.
  • Massimo Rassu, Sentinelle del mare. Le torri della difesa costiera della Sardegna, Cagliari, Grafica del Parteolla, 2005, ISBN 88-8824-673-8.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]