Toni Capuozzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Toni Capuozzo (Palmanova, 7 dicembre 1948) è un giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da padre napoletano e madre triestina a Palmanova, ha vissuto per un anno a Cervignano del Friuli, dove risiedeva la famiglia all'epoca.

Consegue la maturità classica presso il Liceo Paolo Diacono di Cividale; si laurea in sociologia all'Università di Trento. Inizia l'attività di giornalista nel 1979, lavorando a Lotta Continua, per la quale segue l'America Latina, e diviene professionista nel 1983. Dopo la chiusura di Lotta Continua scrive per il quotidiano Reporter e per i periodici Panorama Mese ed Epoca. Durante la Guerra delle Falkland (1982) ottiene un'intervista esclusiva al grande scrittore Jorge Luis Borges[1].

Successivamente, si occupa di mafia per il programma Mixer di Giovanni Minoli. È inviato per la trasmissione L'istruttoria. In seguito, collabora con alcune testate giornalistiche del gruppo editoriale Mediaset (TG4, TG5, Studio Aperto), seguendo in particolare le guerre nell'ex Jugoslavia, i conflitti in Somalia, in Medio Oriente e in Afghanistan.

Vicedirettore del TG5 fino al 2013, dal 2001 cura e conduce Terra!, settimanale del TG5 per dieci anni e poi in onda su Retequattro, sotto la direzione di Videonews. Ha tenuto inoltre, su Tgcom24, la rubrica Mezzi Toni.

Attività teatrale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 Capuozzo ha messo in scena, con Mauro Corona e il complesso musicale di Luigi Maieron, "Tre uomini di parola", uno spettacolo i cui proventi finanziano la costruzione di una casa-alloggio per il centro grandi ustionati di Herat (Afghanistan).

Nella stagione 2009-2010 è stato direttore artistico del «Festival del Reportage» di Atri (Abruzzo). Nel 2011, con Vanni De Lucia, ha messo in scena "Pateme tene cient'anni", una storia di padri e di patrie.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Toni Capuozzo è sposato e ha due figli.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • 1983 Premio Salone del mare di Viareggio
  • 1993 Premio Brianza
  • 1999 Premio Saint Vincent per il servizio Il dramma delle foibe, Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi, Premio speciale Ilaria Alpi per i servizi da Belgrado.
  • 2000 Premio Flaiano, Premio Nazionale Esercito
  • 2002 Premio Ernest Hemingway, Premio Max David, Premio Antonio Russo, Premio Città di Fonte Nuova, Premio internazionale Targa d'oro della Pace, a Sarajevo, Premio La Ragazza di Benin City, Torino, Premio Cisterna d'argento, Ragalna.
  • 2003 Premiolino Terrazza Martini, Premio Arrigo Benedetti Lucca, Premio Campania per la pace e i diritti umani.
  • 2004 Premio Val di Sole, Premio Arpino Cicerone, Premio Media Watch Bayer, Premio città di Arona.
  • 2005 Premio speciale di giornalismo Sodalitas, Premio Carlo Casalegno,Premio giornalistico Livio Zanetti
  • 2006 Telegatto, Ambrogino d'oro, Premio Obiettivo Europa, Premio giornalistico "Città di Salerno", Premio Agape, Giornalista dell'anno ANA
  • 2007 "Cinque stelle per il giornalismo" Milano Marittima (Ra), Premio Oriana Fallaci,Premio Gran Galà della danza e dello sport di Ravenna, Premio Cinque Terre,Premio Bacco d'Oro di Tradate, Premio Racconti dal mondo, Napoli, Premio PulciNellaMente.
  • 2008 "Premio per la Pace città di Noceto" (PR), Premio Cesco Tomaselli, Premio Lamberti Sorrentino, Premio Radicchio d'oro. Il libro Adios riceve il Premio Fregene, il Premio Albòri e il Premio Maria Grazia Cutuli di San Severo.
  • 2009 Premio Giorno del Ricordo, Grolla d'oro Saint Vincent
  • 2010 Premio Hrant Dink, Premio "Giovanni Colombo" dei Giovani Albergatori, Premio "Gran Sasso", Premio Caravella del Mediterraneo Bari, Premio Lucio Colletti, Premio Argil Frosinone, Torre d'Argento Scafati.
  • 2011 Premio Giorgio Lago, premio Ischia inviato speciale, Premio Verde Ambiente Sorrento, Tartufo d'oro Sant'Angelo in Vado, Premio Nassirya Montesilvano.
  • 2012 Premio Renzo Foa, Bettona (PG), Premio Madesimo.
  • 2013 Premio Maurizio Laudi, Diano Marina (SV).
  • 2014 Premio Paolo Diacono, Cividale, Premio Strillaerischia, Lipari, Premio Tonino Carino.
  • 2015 Premio Awards 231, Roma, Premio Mario Borsa, Somaglia, Premio Arrigo Benedetti, Barga, Premio Mondo Piccolo Roncole Verdi
  • 2016 Premio Borgo Albori alla carriera, Premio Cervo d'Oro a Cervignano, Premio Penisola Sorrentina

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Giorno dopo la guerra - Feltrinelli, 1996
  • Occhiaie di riguardo - Piemme, 2007 (raccolta di articoli scritti per il quotidiano Il Foglio)
  • Adios - Mondadori, 2007
  • Dietro le quinte - Racconto inserito in Dispacci dal fronte Reporters sans frontières - novembre 2007 - EGA editore
  • Le guerre spiegate ai ragazzi - Mondadori,2012
  • Il segreto dei marò, Mursia 2015

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mariano Sabatini, Ci metto la firma!, Aliberti, 2009, pag. 298.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN16231527 · SBN: IT\ICCU\LO1V\163236