Tintin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Tintin (disambigua).
Tintin
Tintin and Snowy grafitti.jpg
Tintin e Milù
Nome orig.Tintin
Lingua orig.Francese
AutoreHergé
EditoreCasterman
1ª app.10 gennaio 1929
1ª app. inLe petit Vingtième
Interpretato daJamie Bell (film)
Voci orig.
Voci italiane
Specieumana
SessoMaschio
Etniabelga

Tintin (pronuncia [tɛ̃ˈtɛ̃]) è un personaggio immaginario protagonista della serie a fumetti belga Le avventure di Tintin ideata e disegnata da Hergé[1][2] comunemente ritenuto antesignano e modello di riferimento dello stile della linea chiara della scuola franco-belga.[2][3]

Caratterizzazione del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Tintin è un giovane reporter belga, protagonista di avventure in ogni parte del mondo insieme all'inseparabile cagnolino Milù (Milou). A partire dal nono albo della serie Il granchio d'oro è affiancato dal collerico capitano Haddock, e a partire dal dodicesimo albo Il tesoro di Rackam il Rosso, dallo scienziato Trifone Girasole.

Di Tintin non si conosce nulla, né famiglia né l'età; si sa che è un reporter, anche se non lo vediamo mai al lavoro. Per giustificare i suoi impegni in giro per il mondo senza un evidente reddito, l'autore Hergé lo fa partecipare a una fortunata caccia al tesoro, che gli permette di vivere di rendita.

Comprimari[modifica | modifica wikitesto]

In molti episodi vi sono anche due poliziotti non molto capaci, amici di Tintin, con i nomi simili Dupont e Dupond. Sono gemelli, tutti e due vestiti con bombetta e bastone, e appaiono come personaggi la prima volta nell'episodio I sigari del faraone con i nomi X-33 e X-33bis.

Fra gli avversari con cui Tintin si deve confrontare ci sono in genere spie, falsari, trafficanti di droga e schiavisti.

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Le avventure di Tintin.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Lungometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Lungometraggi animati[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Serie animate[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ FFF - TINTIN, su www.lfb.it. URL consultato il 5 dicembre 2017.
  2. ^ a b Tintin, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 5 dicembre 2017.
  3. ^ (IT) Tintin nell'Enciclopedia Treccani, su www.treccani.it. URL consultato il 5 dicembre 2017.
  4. ^ Il venerdì di Repubblica, 22 gennaio 2010
  5. ^ Jsfnet Italia - edizione 1978, su giochisenzafrontiere.net.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN293435422 · LCCN (ENnb2017008072 · BNF (FRcb122860586 (data)
Fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti