Tintin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Tintin (disambigua).
Tintin
Tintin and Snowy grafitti.jpg
Tintin e Milù
Nome orig.Tintin
Lingua orig.Francese
AutoreHergé
EditoreCasterman
1ª app.10 gennaio 1929
1ª app. inLe petit Vingtième
Interpretato daJamie Bell (film)
Voci orig.
Voci italiane
Specieumana
SessoMaschio
Etniabelga
Tintin illustra il tema delle immersioni nei corridoi del centro sportivo Blocry di Louvain-la-Neuve con scene tratte dall'album Il tesoro di Rackam il Rosso.

Tintin (pronuncia [tɛ̃ˈtɛ̃]) è un personaggio immaginario protagonista della serie a fumetti belga Le avventure di Tintin ideata e disegnata da Hergé[1][2] comunemente ritenuto antesignano e modello di riferimento dello stile della linea chiara della scuola franco-belga.[2][3]

Caratterizzazione del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Tintin è un giovane reporter belga, protagonista di avventure in ogni parte del mondo insieme all'inseparabile cagnolino Milù (Milou). A partire dal nono albo della serie Il granchio d'oro è affiancato dal collerico capitano Haddock, e a partire dal dodicesimo albo Il tesoro di Rackam il Rosso, dallo scienziato Trifone Girasole.

Di Tintin non si conosce nulla, né famiglia né l'età; si sa che è un reporter, anche se non lo vediamo mai al lavoro. Per giustificare i suoi impegni in giro per il mondo senza un'evidente fonte di reddito, l'autore Hergé lo fa partecipare a una fortunata caccia al tesoro, che (evidentemente) permette a lui e ai suoi amici, il Capitano Haddock e il bizzarro Professor Girasole di vivere di rendita.

Comprimari[modifica | modifica wikitesto]

In molti episodi vi sono anche due poliziotti non molto capaci, amici di Tintin, con i nomi simili Dupont e Dupond. Sono gemelli, tutti e due vestiti con bombetta e bastone, e appaiono come personaggi la prima volta nell'episodio I sigari del faraone con i nomi X-33 e X-33bis. I personaggi antagonisti con cui Tintin si confronta sono in genere spie, falsari, trafficanti di droga e schiavisti.

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Le avventure di Tintin.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Lungometraggi

Lungometraggi animati

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Serie animate

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Influenza culturale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ FFF - TINTIN, su www.lfb.it. URL consultato il 5 dicembre 2017.
  2. ^ a b Tintin, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 5 dicembre 2017.
  3. ^ Tintin nell'Enciclopedia Treccani, su www.treccani.it. URL consultato il 5 dicembre 2017.
  4. ^ Il venerdì di Repubblica, 22 gennaio 2010
  5. ^ Jsfnet Italia - edizione 1978, su giochisenzafrontiere.net.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN77125852 · LCCN (ENnb2017008072 · GND (DE119451425 · BNF (FRcb122860586 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-44151776805418012310
Fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti