Timballo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo registro d'organo, vedi Timballo (registro d'organo).
Timballo di tortellini

I timballi sono specialità culinarie cotte al forno in un apposito stampo per essere serviti sformati.

Diversi possono essere gli ingredienti, sempre molto ricchi: dalla pasta al riso, carni, pollame e così via. Talvolta vengono preparati mettendo gli ingredienti all'interno di pasta sfoglia o pasta frolla.

Esistenti nella cucina siciliana già dal tempo degli arabi (a cui è probabilmente dovuto il nome), nella cucina napoletana tra il Settecento e l'Ottocento erano molto in voga presso le cucine dei nobili. Ricette di timballi della cucina napoletana sono riportate nelle opere di Vincenzo Corrado[1] e di Ippolito Cavalcanti. Ancora oggi è diffuso a Napoli, seguendo questa tradizione, il sartù di riso, mentre a Palermo è tipico il timballo con gli anelli siciliani e le melanzane.

Già nel XV secolo[senza fonte] è noto il timballo alla teramana, costituito da piani di scrippelle di acqua, uova e farina, utilizzate per un altro noto piatto teramano, le scrippelle 'mbusse, e dal ragù di pallottine, polpettine molto piccole di carne mista che vengono saltate in padella con odori e che diventano la base di un sugo al ragù con un pizzico di noce moscata (stesso condimento utilizzato per gli spaghetti alla chitarra, altro tipico piatto della cucina teramana). In Sardegna precisamente in Ogliastra esiste per tradizione su Tumballu, una sorta di budino antico dei pastori di capre, viene realizzato con latte di capra, miele, uova fresche e scorza di limone. In alcuni centri come Ulassai si aggiunge anche l'acquavite con miele, detta propriamente "Imbestussu".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vincenzo Corrado, Il cuoco galante, Stamperia Raimondiana, 1773.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina