The Rising of the Shield Hero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Rising of the Shield Hero
盾の勇者の成り上がり
(Tate no yūsha no nariagari)
Tate no Yūsha no Nariagari logo.svg
Logo della serie
Generedark fantasy[1], isekai[2]
Light novel
AutoreAneko Yusagi
DisegniMinami Seira
EditoreMedia Factory - MF Books
1ª edizione23 agosto 2013 – in corso
Volumi22 (in corso)
Manga
DisegniAiya Kyū
EditoreMedia Factory
RivistaMonthly Comic Flapper
Targetseinen
1ª edizione5 febbraio 2014 – in corso
Tankōbon21 (in corso)
Editore it.Edizioni BD - J-Pop
1ª edizione it.30 marzo 2016 – in corso
Volumi it.19 / 21 Completa al 90%
Testi it.Sandro Cecchi (traduzione), Massimiliano Lucidi (lettering)
Serie TV anime
RegiaTakao Abo (st. 1), Masato Jinbo (st. 2), Hitoshi Haga (st. 3)
Composizione serieKeigo Koyonagi
MusicheKevin Penkin
StudioKinema Citrus, DR Movie (st. 2)
ReteAT-X, Tokyo MX, KBS, SUN, BS11, TV Aichi, TVQ
1ª TV9 gennaio 2019 – 29 giugno 2022
Episodi38 (completa) in 2 stagioni
Rapporto16:9
Durata ep.24 min (tranne il 1º ep. da 47)
1ª TV it.25 luglio 2022 – in corso
1º streaming it.Crunchyroll
Episodi it.9 / 38 Completa al 24%
Dir. dopp. it.Pino Pirovano

The Rising of the Shield Hero (盾の勇者の成り上がり Tate no yūsha no nariagari?, lett. "L'ascesa dell'eroe dello scudo") è una serie di light novel scritta da Aneko Yusagi e illustrata da Minami Seira, pubblicata da Media Factory sotto l'etichetta MF Books dal 23 agosto 2013. Un adattamento manga ha iniziato la serializzazione sulla rivista Monthly Comic Flapper sempre di Media Factory il 5 febbraio 2014,[3] mentre la prima stagione di un adattamento anime, prodotto da Kinema Citrus, è stata trasmessa in Giappone dal 9 gennaio[4] al 26 giugno 2019. Il 1º settembre 2019, alla Crunchyroll Expo, sono state annunciate contemporaneamente la seconda e la terza stagione della serie anime.[5] In Italia i diritti del manga sono stati acquistati da Edizioni BD per l'etichetta J-Pop.[6]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver trovato un libro, Naofumi Iwatani, un otaku asociale e fanatico di manga e videogiochi, viene improvvisamente evocato in un universo alternativo con altre tre persone per farne i nuovi eroi del loro mondo, con il compito di salvarlo dalla distruzione dovuta all'apparizione ciclica di mostri e demoni nelle cosiddette Ondate. A ognuno di loro viene conferita un'arma leggendaria: a Naofumi viene dato lo scudo, l'arma più debole. Per questo motivo e per la sua mancanza di esperienza nei rapporti sociali, dopo tre giorni Naofumi viene tradito dagli altri eroi, derubato e falsamente accusato di aver stuprato la sua compagna di viaggio. Rimasto senza soldi e fiducia, all'Eroe dello Scudo non resta altro che iniziare la sua avventura in solitudine, pieno di odio e deciso a vendicarsi.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Raphtalia, Melty, Naofumi e Filo nella serie anime
Naofumi Iwatani (岩谷 尚文 Iwatani Naofumi?)
Doppiato da: Kaito Ishikawa, Tatsuhisa Suzuki nel drama-CD (ed. giapponese), Federico Viola[7] (ed. italiana)
Eroe dello Scudo e protagonista. Naofumi era uno studente universitario che è stato evocato da un altro mondo mentre stava leggendo un libro riguardante i quattro eroi. Fin da subito viene sottovalutato, schernito e screditato dalla maggior parte degli abitanti del mondo fantasy per il semplice fatto di essere l'Eroe che porta lo scudo e quindi l'essere del tutto privo di abilità offensive. Poco dopo essere stato evocato, viene derubato e accusato ingiustamente di stupro, per cui viene trattato alla stregua di un criminale dal re e dai suoi sottoposti. La mancanza di sostegno da parte dello stato lo ha spinto a migliorare con le proprie forze, quindi diventa in pochissimo tempo il più potente dei quattro eroi, ma gli altri tre eroi, rifiutandosi di credere che la ragione della sua forza risieda nella perseveranza e continuando a pensare che il mondo in cui sono stati evocati sia un MMORPG, credono che Naofumi stia utilizzando dei trucchi. Le false accuse e l'infamia degli altri nei suoi confronti, hanno riempito Naofumi di un odio viscerale verso chiunque lo guardi storto, arrivando a non potersi fidare più di nessuno. L'odio di cui è ricolmo diventa così potente da liberare uno dei poteri più oscuri del suo scudo: Lo scudo dell'Ira che diventa attualmente la sua arma più potente, tanto da far intimorire gli altri eroi e la principessa stessa.
Raphtalia (ラフタリア Rafutaria?)
Doppiata da: Asami Seto, Yui Horie nel drama-CD (ed. giapponese), Francesca Bielli[7] (ed. italiana)
Tanuki semi-umana cresciuta in un piccolo villaggio fuori Melromarc. Rimane orfana durante la prima Ondata ed è venduta dai cavalieri del Regno a un mercante di schiavi della capitale. Successivamente verrà comprata da Naofumi stesso per aiutarlo ad aumentare di livello. Sotto la guida dell'Eroe dello Scudo diventa una spadaccina abile e capace.
Filo (フィーロ Fīro?)
Doppiata da: Rina Hidaka, Yuka Iguchi nel drama-CD (ed. giapponese), Sabrina Bonfitto[7] (ed. italiana)
Regina Filoliale. Comprata da Naofumi nel negozio di schiavi come uovo di mostro, si schiude svelando di far parte della specie chiamata Filoliale, enormi uccelli usati per trainare i carri. Essendo stata allevata da un Eroe è destinata a diventare la regina della sua specie. Ha l'abilità di trasformarsi in una giovane ragazzina dotata di ali e di una forza sorprendente.
Motoyasu Kitamura (北村 元康 Kitamura Motoyasu?)
Doppiato da: Makoto Takahashi (ed. giapponese) e Alessandro Germano[7] (ed. italiana)
Eroe della Lancia e leader del gruppo. Studente universitario di ventun anni, ha una personalità calma ma è anche il più ingenuo e manipolabile tra i 4 eroi. Donnaiolo incallito, non perde occasione per fare il galante con qualsiasi bella ragazza e a schierarsi in loro difesa anche quando non è necessario, venendo facilmente ingannato. Tra gli eroi è quello che si scontra più spesso con Naofumi. Il suo gruppo è costituito solo da ragazze che, di fatto, in combattimento si limitano a elogiarlo, senza fornirgli nessun supporto concreto. La sua ingenuità arriva al punto che quando Myne viene scoperta e condannata come criminale dalla propria madre, che fornisce anche al ragazzo prove inattaccabili della disonestà della ragazza, Motoyasu continua a incolpare Naofumi, fino a che le menzogne della ragazza non saranno svelate del tutto. Nel mondo da cui proviene, Motoyasu si rivela essere stato un dongiovanni, avendo avuto tresche amorose con svariate ragazze e di averne lasciate altrettante. Motoyasu racconta che prima di giungere nel mondo fantasy, l'ultima ragazza che aveva lasciato, lo aggredì con un coltello per vendicarsi di tutti i suoi tradimenti.
Ren Amaki (天木 錬 Amaki Ren?)
Doppiato da: Yoshitsugu Matsuoka (ed. giapponese) e Dario Sansalone[7] (ed. italiana)
Eroe della Spada. Studente delle superiori di sedici anni. È un fan di MMORPG, tanto che inizialmente crede che essere entrato in uno di questi. È un ragazzo silenzioso, abituato a lavorare da solo. È il solo dei tre eroi a credere ogni tanto alle parole di Naofumi, convinto che egli non sia veramente l’essere vile indicato dalla famiglia reale ma come il resto degli Eroi lo sottovaluterà e terrà sempre a distanza. Quando Naofumi viene scagionato, sembra il più disposto a collaborare con lui, ma continua a credere di essere in un MMORPG dove Naofumi ha ottenuto i suoi poteri imbrogliando. A causa del suo atteggiamento da lupo solitario, i membri del suo gruppo sono i meno affiatati, nonostante siano molto equilibrati e lo stesso Naofumi ne riconosca le capacità. Prima di essere evocato nel mondo fantasy, Ren racconta di avere difeso un suo amico da un maniaco omicida.
Itsuki Kawasumi (川澄 樹 Kawasumi Itsuki?)
Doppiato da: Yoshitaka Yamaya (ed. giapponese) e Simone Lupinacci[7] (ed. italiana)
Eroe dell'Arco. Studente delle superiori di diciassette anni. Persona calma e formale, ma ha una specie di complesso del messia e una forte percezione che le sue azioni, anche se sbagliate o impulsive, siano corrette in nome della giustizia. Itsuki si mostra però anche il più superficiale ed egocentrico degli Eroi, in quanto non presta attenzione alle sue azioni, che hanno portato a terribili conseguenze alla gente che ha tentato di aiutare. Questo perché, in realtà, Itsuki agisce con l'egoistico bisogno di essere elogiato: se prendere l'iniziativa gli farà fare la figura dell'eroe, lui interviene, ma se un'azione, anche se necessaria per il bene comune, dovesse intaccare la sua immagine, lui sarà molto restio ad agire. Il suo bisogno di fare la figura dell'eroe è talmente radicale che, quando combatte in squadra, aspetta deliberatamente che i suoi compagni siano in difficoltà per salvarli all'ultimo momento. Si dimostra anche molto poco sveglio, poiché, come Motoyasu, crede subito alle accuse contro Naofumi e, quando la Chiesa dei Tre prende il potere, si lascia manipolare e ingannare, venendo a saperlo dopo la sconfitta di essa. I suoi compagni, per lo più persone bisognose anche loro di sentirsi superiori agli altri, lo considerano il più grande e potente degli Eroi, tanto che gli altri tre Eroi, quando li incontrano, li considerano alla stregua di una setta per il modo in cui, considerano Itsuki. Viene evocato nel mondo fantasy, poco prima che un camion dei rifiuti lo investisse.
Malty Melromarc (マルティ=メルロマルク Maruti Meruromaruku?)
Doppiata da: Sarah Emi Bridcutt (ed. giapponese), Jolanda Granato (ed. italiana)
Principessa del regno di Melromarc. Ha una personalità manipolatrice, infatti si unisce all'inizio a Naofumi per poi ingannarlo, rubare i suoi averi e falsamente accusarlo di aver tentato di stuprarla, per poi manipolare gli altri tre eroi per i suoi piani, con l'inconsapevole complicità del Re, suo padre, che le crede incondizionatamente. Sua madre la regina stessa l’accuserà poi pubblicamente di essere una bugiarda patologica. Quando è all'avventura per il paese si fa chiamare Myne Sophia. Odia profondamente sua sorella minore: Melty Melromarc per essere stata designata dalla loro madre, come prossima erede al trono. Tale scelta fu fatta perché la regina aveva visto quanto Malty sia una bugiarda, meschina e infima. Malty arriverà al punto di tentare di uccidere sua sorella Melty e far ricadere la colpa su Naofumi per avere il trono, ma che sarà poi smascherata pubblicamente. Nel manga Naofumi urla sprezzante e carico d'odio che vuole vedere lei e suo padre condannati alla pena di morte per vendicarsi di tutte le angherie subite per causa loro. La regina riesce a calmarlo facendogli cambiare idea, e che è molto più soddisfacente dare loro una vita umiliante e priva di onore. Malty è infine privata del rango di principessa e insieme al padre viene bandita dalla famiglia. Naofumi farà cambiare per sempre il suo nome da principessa in Stronza e il nome di avventuriera in Sgualdrina.
Melty Melromarc (メルティメルロマーク Meruti Meruromāku?)
Doppiata da: Maaya Uchida (ed. giapponese), Giada Bonanomi (ed. italiana)
Sorella minore di Malty Melromarc. Ha un comportamento totalmente opposto a quello della sorella maggiore. Melty si mostra subito come una principessa benevola di buon cuore che cerca di usare la sua autorità per aiutare il popolo, mostrando un carattere maturo rispetto alla sua giovane età. A differenza di suo padre e di sua sorella, Melty ha una grande stima di Naofumi che è l'eroe con lo scudo dopo aver visto le sue imprese e di come si offra di aiutare la gente. Resta scioccata di come Naofumi la guardi con odio e disprezzo dopo avere scoperto la sua appartenenza alla famiglia reale e che non intende più averla vicino. Melty, infatti, non sembra essersi accorta di come sua sorella Malty e suo padre abbiano umiliato e infangato il nome di Naofumi facendogli ricadere su di lui false accuse. E' consapevole però che sua sorella Malty a un comportamento meschino, infantile e calcolatore, e che la odia perché la loro madre ha designato Melty come erede al trono. Intuisce infine che sua sorella Malty vuole ucciderla per avere il trono. Naofumi decide infine di proteggerla fino al ritorno della regina. Melty comprende infine l'odio di Naofumi verso la sua famiglia.
Aultcray Melromarc XXXII
Doppiato da: Yutaka Nakano (ed. giapponese), Marco Balbi (ed. italiana)
Re del regno di Melromarc. Insieme con altri consiglieri e nobili ha attuato l'incantesimo di evocazione per trasportare nel suo mondo i quattro eroi della profezia che avrebbero salvato il suo regno. Mostra subito avversione verso Naofumi poiché è l'eroe con lo scudo, non mostrandogli il minimo aiuto e guardandolo a malapena con sufficienza. Crede ciecamente a tutte le cose che gli dice sua figlia primogenita Malty, rifiutandosi di indagare sul possibile tentato stupro di Naofumi, nei suoi confronti. Naofumi furente, rifiutandosi di rimanere in un regno così marcio, chiede di essere riportato nel suo mondo. Benché Aultcray voglia accontentare Naofumi per liberarsi al più presto di lui, comprende di non poterlo fare poiché, una volta evocati gli eroi, non vi è possibilità farli tornare nel loro mondo, fino a quando le Ondate Dimensionali, non saranno finite, o se gli eroi non moriranno tutti e quattro, non saranno possibili evocarne altri. Noafumi sbeffeggia divertito il re e i presenti, poiché devono accettare, che senza di lui moriranno tutti. Aultcray Melromarc, sostiene e da pieno appoggio agli altri eroi Motoyasu, Ren e Itsuki per migliorarsi e diventare più forti per quando giungeranno le ondate, mentre con la sua autorità tenta in tutti i modi di bloccare Naofumi dal diventare più forte, cosa che comunque non gli riuscirà poiché Naofumi sarà in grado di potenziarsi da solo, lontano dal suo regno. Con l'andare del tempo il rapporto fra Naofumi e Aultcray non migliora poiché, il re continua a disprezzarlo e Naofumi dal canto suo continua a insultarlo e a trattarlo come un essere patetico, pretendendo che se vuole sapere da lui ciò che ha scoperto, deve prostrarsi ai suoi piedi a implorarlo facendolo infuriare. Con il ritorno di sua moglie la regina Mirelia Q Melromarc, si scoprirà che Aultcray era solo un suo sostituto (prendendo persino il cognome della moglie), poiché il regno Melromarc, è in realtà un reame matriarcale, e Aultcray con l'assenza della moglie si è mostrato totalmente incapace a gestire il regno, avendo lasciato il popolo soffrire soprattutto per le azioni egoiste e infantili della loro figlia primogenita Malty e di non essersi concentrato a scoprire i movimenti segreti della setta della chiesa che mirava a uccidere gli eroi e distruggere il regno. La regina lo accuserà soprattutto di avere violato leggi sacre e fondamentali dei feudi degli altri regni per l'evocazione dei Quattro Sacri Eroi, poiché essi dovevano essere evocati uno per volta con costanza, dai rispettivi feudi, poiché c'era il forte rischio che il rito non andasse a buon fine rischiando di ucciderli tutti e quattro durante l'evocazione. Con il ritorno della regina, Aultcray è immediatamente detronizzato e accusato di fronte al popolo per le sue incapacità e per avere umiliato ingiustamente Naofumi. Nell'anime si accenna che il forte astio di Aultcray verso Naofumi è dovuto per qualcosa che fece il precedente eroe con lo scudo alla sua famiglia. Nel manga, scoperta infine la verità, Naofumi colmo di rabbia, urla davanti a tutti i presenti di vederlo condannato alla pena di morte insieme a sua figlia Malty per vendicarsi di tutte le umiliazioni subite per causa loro. La regina, riesce a calmare Naofumi suggerendogli che dargli una vita miserabile e priva di onore e molto più soddisfacente. Naofumi farà cambiare per sempre il suo nome di re in Spazzatura facendolo deridere da tutto il popolo. Spogliato di ogni titolo e privato di ogni cosa, Mirelia insisterà col marito che se gli è rimasto un po’ di onore di re, d'inginocchiarsi davanti a Naofumi, chiedendogli di salvare di nuovo il regno. Risentito, furibondo e umiliato, Spazzatura, inginocchiandosi chiede di dimenticare ciò che è successo e di salvare il mondo, chiamando Naofumi, Signor Eroe con lo Scudo.
Mirelia Q Melromarc (ミレリアQメロマーク Mireria Q meromāku?)
Doppiata da: Kikuko Inoue (ed. giapponese), Beatrice Caggiula (ed. italiana)
Regina del regno di Melromarc e vera legittima sovrana poiché il suo è un reame matriarcale. È la moglie di Aultcray, e Madre di Malty e Melty Melromarc. Per buona parte della storia non si mostrerà, poiché impegnata a viaggiare negli altri regni per contrastare e fermare la setta della chiesa. Lasciando il compito di gestire il regno a suo marito Aultcray. Ciò però si rivelerà un terribile errore. Il marito Aultcray, si mostrerà completamente incapace nel gestire il regno, lasciando che la loro figlia primogenita Malty, servendosi della sua autorità di principessa, agisca egoisticamente e in modo subdolo compiendo azioni meschine rovinando la vita del popolo. A complicare ulteriormente le cose, il marito trasgredendo le sacre leggi dei feudi evoca tutti e quattro i sacri eroi per la salvezza del loro mondo, e tratta male e senza rispetto l'eroe con lo scudo, Naofumi. Ciò farà tremendamente arrabbiare i feudi e i regnanti confinanti a quello di Mirelia, ritenendo inacettabile un simile comportamento di sovrano nei confronti di un eroe. Sapendo quanto la figlia Malty fosse meschina, subdola e calcolatrice, Mirelia Q Melromarc, la rifiuta come prossima futura regnante, designando invece, la figlia più piccola, Metly Melromarc, che si dimostra all'altezza della situazione. Risolti i problemi con gli altri regni, Mirelia, riesce a tornare per tempo aiutando Naofumi e gli altri eroi a sconfiggere la setta della chiesa guidata dal papa. Riusciti infine a incontrarsi, Mirelia Q Melromarc inginocchiandosi di fronte a Naofumi, gli chiede perdono per tutte le umiliazioni subite, implorandogli di rimanere nel suo regno a difenderlo, promettendogli che nessuno lo tratterà più in modo tanto umiliante e meschino, ormai tutti nel regno hanno riconosciuto il valore dell'eroe con lo scudo. Naofumi accetta a patto di avere la sua vendetta. Tornata a palazzo, Mirelia Q Melromarc, spodesta all'istante suo marito Aultcray, accusandolo delle sue incapacità e di come il regno sia stato a un passo dalla rovina, ritenendolo uno stolto ignorante. Fatta catturare anche sua figlia primogenita Malty Melromarc, le impone un sigillo magico di schiavitù obbligandola a dichiarare la verità, comprendendo quanto sia una bugiarda patologica, dimostrando ai presenti tutte le sue menzogne. Scoperta infine la verità, Mirelia Q Melromarc priva del loro rango Aultcray e Malty, bandendoli infine dalla famiglia. Tra il manga e l'anime, gli eventi vanno diversamente: Nell'anime Mirelia, condanna figlia e marito alla pena di morte mettendoli subito alla ghigliottina. Nonostante le loro colpe Mirelia mostra ancora affetto per loro, tanto da pugnalarsi un momento prima della loro esecuzione per salvarli. Naofumi interverrà in quel momento, decretando che dargli una vita miserabile e priva di onore è più appagante, salvando così la regina. Nel manga Mirelia Q Melromarc non mostra la minima pietà per la figlia e il marito, tanto da guardarli sprezzante, definendoli solo la spazzatura del regno. Benché Naofumi pretenda furente di vederli condannati alla pena di morte, la regina non può permetterlo poiché ciò infangherebbe ulteriormente la famiglia reale e farebbe perdere attendibilità e il rispetto degli altri regni. Tutta via Mirelia, riuscendo a calmare Noafumi gli propone di dare loro, una vita miserabile, priva di onore e che farli strisciare come vermi è molto più appagante, dandogli infine il permesso se lo desiderava, di torturarli nel modo che più preferiva. Noafumi tutta via, si limiterà a cambiare per sempre i loro nomi da re in Spazzatura e della principessa in Stronza e Sgualdrina facendoli deridere da tutto il regno. Mirelia insisterà con loro che se gli è rimasto dell'onore, di inginocchiarsi e chiedere perdono all'eroe con lo scudo per salvare il loro regno. Nel manga Mirelia Q Melromarc, sembra provare qualcosa per Naofumi. Nonostante l'aspetto regale, Mirelia Q Melromarc si dimostra una grande regina guerriera e possiede enormi poteri magici.

Media[modifica | modifica wikitesto]

Light novel[modifica | modifica wikitesto]

L'opera, scritta e ideata da Aneko Yusagi, è stata pubblicata sul sito web Shōsetsuka ni narō tra il 29 ottobre 2012 e il 28 maggio 2015.[8] Concepita dall'autore come una serie di romanzi amatoriali, è stata poi adattata a partire dal 23 agosto 2013 in una serie di light novel con le illustrazioni di Minami Seira,[9] e al 25 giugno 2019 sono stati pubblicati ventidue volumi da Media Factory sotto l'etichetta MF Books.[10] In America del Nord i diritti sono stati acquistati da One Peace Books[11]

Data di prima pubblicazione
Giapponese
123 agosto 2013[9]ISBN 978-4-04-066490-3
225 ottobre 2013[12]ISBN 978-4-04-066049-3
325 dicembre 2013[13]ISBN 978-4-04-066166-7
425 febbraio 2014[14]ISBN 978-4-04-066321-0
525 aprile 2014[15]ISBN 978-4-04-066718-8
625 giugno 2014[16]ISBN 978-4-04-066790-4
725 settembre 2014[17]ISBN 978-4-04-066996-0
825 novembre 2014[18]ISBN 978-4-04-067180-2
923 gennaio 2015[19]ISBN 978-4-04-067355-4
1025 marzo 2015[20]ISBN 978-4-04-067485-8
1125 giugno 2015[21]ISBN 978-4-04-067698-2
1225 settembre 2015[22]ISBN 978-4-04-067787-3
1325 novembre 2015[23]ISBN 978-4-04-067965-5
1425 febbraio 2016[24]ISBN 978-4-04-068121-4
1523 settembre 2016[25]ISBN 978-4-04-068638-7
1625 gennaio 2017[26]ISBN 978-4-04-069051-3
1725 marzo 2017[27]ISBN 978-4-04-069190-9
1825 luglio 2017[28]ISBN 978-4-04-069354-5
1925 gennaio 2018[29]ISBN 978-4-04-069665-2
2025 dicembre 2018[30]ISBN 978-4-04-065134-7
2125 febbraio 2019[31]ISBN 978-4-04-065546-8
2225 giugno 2019[10]ISBN 978-4-04-065839-1

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Copertina del primo volume dell'edizione italiana, raffigurante in ordine dal primo piano Naofumi Iwatani, Raphtalia e Myne Melromarc

Un adattamento manga di Aiya Kyū ha iniziato la serializzazione sulla rivista Monthly Comic Flapper di Media Factory il 5 febbraio 2014[3]. Il primo volume tankōbon è stato pubblicato il 23 giugno 2014[32] e al 22 giugno 2022 ne sono stati messi in vendita in tutto ventuno[33]. In Italia la serie è stata annunciata al Lucca Comics & Games 2015 da J-Pop[6] e pubblicata da marzo 2016[34], mentre in America del Nord i diritti sono stati acquistati sempre da One Peace Books[11].

Volumi[modifica | modifica wikitesto]

Data di prima pubblicazione
GiapponeseItaliano
123 giugno 2014[32]ISBN 978-4-04-066593-1 30 marzo 2016[34]ISBN 978-88-6883-597-2
Capitoli
  • 1. Convocazione reale (ロイヤル招集 Roiyaru shōshū?)
  • 2. False accuse (誤った告発 Ayamatta kokuhatsu?)
  • 3. Menù per bambini (子供用メニュー Kodomo-yō menyū?)
  • 4. Il nero veltro bicefalo (黒い双頭ベルベット Kuroi sōtō berubetto?)
223 ottobre 2014[35]ISBN 978-4-04-066883-3 18 maggio 2016[36]ISBN 978-88-6883-622-1
Capitoli
  • 005. La clessidra dell'ora del drago (ドラゴンの砂時計 Doragon no sunadokei?)
  • 6. L'ondata di distruzione (破壊の波 Hakai no nami?)
  • 7. Il duello (決闘 Kettō?)
  • 8. Le parole che avrei voluto sentire (私が聞きたかった言葉 Watashi ga kikitakatta kotoba?)
323 marzo 2015[37]ISBN 978-4-04-067294-6 13 luglio 2016[38]ISBN 978-88-6883-623-8
Capitoli
  • 9. Riconoscenza (感謝 Kansha?)
  • 10. Fuga a calci (キックするための脱出 Kikku suru tame no dasshutsu?)
  • 11. Filo (フィーロ Fīro?)
  • 12. Lo scudo dell'ira (呪いの盾 Noroi no Tate?)
419 settembre 2015[39]ISBN 978-4-04-067809-2 14 settembre 2016[40]ISBN 978-88-6883-788-4
Capitoli
  • 13. Le fiamme dell'ira (怒りの炎 Ikari no honō?)
  • 14. L'amica di Filo (フィーロの友達 Fīro no tomodachi?)
  • 15. Per ordine diretto della corona (王冠の直接注文用 Ōkan no chokusetsu chūmon-yō?)
  • 16. Grow up (育つ Sodatsu?)
523 gennaio 2016[41]ISBN 978-4-04-067879-5 23 novembre 2016[42]ISBN 978-88-6883-826-3
Capitoli
  • 17. Iron Maiden (アイアンメイデン Aianmeiden?)
  • 18. Addio (さようなら Sayōnara?)
  • 19. Ricercati (欲しいです Hoshīdesu?)
  • 20. La forza della secondogenita (第二子の強 Dainishi no tsuyo?)
623 giugno 2016[43]ISBN 978-4-04-068280-8 22 febbraio 2017[44]ISBN 978-88-6883-913-0
Capitoli
  • 21. Incubo (悪夢 Akumu?)
  • 22. Il nobiluomo del passato (過去の貴族 Kako no kizoku?)
  • 23. Tirannodrago Rex (暴君ドラゴンレックス Bōkun doragonrekkusu?)
  • 24. Il divino pennuto leggendario (伝説の羽神 Densetsu no hane kami?)
721 novembre 2016[45]ISBN 978-4-04-068580-9 19 aprile 2017[46]ISBN 978-88-6883-978-9
Capitoli
  • 25. Fitoria (フィトリア Fitoria?)
  • 26. Filo VS Fitoria (フィーロ vs フィトリア Firo vs Fitoria?)
  • 27. Lo scontro tra lo scudo e la lancia (盾と槍の衝突 Tate to yari no shōtotsu?)
  • 28. Il giudizio (判断 Handan?)
822 aprile 2017[47]ISBN 978-4-04-069154-1 26 luglio 2017[48]ISBN 978-88-3275-074-4
Capitoli
  • 29. Replica (返信 Henshin?)
  • 30. Wrath Shield (怒りの盾 Ikari no tate?)
  • 31. La regina (女王 Joō?)
  • 32. La resa dei conti (アカウントの収量 Akaunto no Shūryō?)
923 settembre 2017[49]ISBN 978-4-04-069414-6 17 gennaio 2018[50]ISBN 978-88-3275-240-3
Capitoli
  • 33. La riunione degli eroi (勇者の会議 Yūsha no kaigi?)
  • 34. Visita al sepolcro (墓所訪問 Bosho hōmon?)
  • 35. L'isola di Cal Mira (カルミラ島 Karumira Island?)
  • 36. Scontro notturno (夜の衝突 Yoru no shōtotsu?)
1023 febbraio 2018[51]ISBN 978-4-04-069693-5 11 luglio 2018[52]ISBN 978-88-3275-501-5
Capitoli
  • 37. La quotidianità sull'isola di Cal Mira (カルミラ島の日常生活 Karumira Island no nichijō seikatsu?)
  • 38. Il tempio sommerso (水没寺 Suibotsu tera?)
  • 39. Il narvalo dimensionale (次元ナルハル Jigen naruharu?)
  • 40. L'Arc Berg (ラルクベルク Rarukuberuku?)
1123 luglio 2018[53]ISBN 978-4-04-069973-8 20 marzo 2019[54]ISBN 978-88-3275-691-3
Capitoli
  • 41. L'acqua che cura l'anima (魂癒水 Tamashī ie mizu?)
  • 42. Il barile esplosivo di Lucol (ルコ爆樽 Ruko baku son?)
  • 43. La ragazza sfortunata (幸薄少女 Shiawase usu on'nanoko?)
  • 44. False accuse, di nuovo (冥罪再び Mei tsumi futatabi?)
  • 44.5. Alle terme dell'isola di Cal Mira 5.
1221 dicembre 2018[55]ISBN 978-4-04-065347-1 17 luglio 2019[56]ISBN 978-88-3275-926-6
Capitoli
  • 45. I nuovi compagni (新しい仲間 Atarashī nakama?)
  • 46. Consulenti di combattimento (戦闘顧問 Sentō komon?)
  • 47. Lo stile della trasformazione impareggiabile (変幻無双流 Hengen musō-ryū?)
  • 48. I famigli (使い魔 Tsukai ma?)
1323 aprile 2019[57]ISBN 978-4-04-065641-0 13 novembre 2019[58]ISBN 978-88-349-0092-5
Capitoli
  • 49. L'anticipo (出し抜く Dashinuku?)
  • 50. L'inizio (始まり Hajimari?)
  • 51. Lo spirito tartaruga (霊亀 Reiki?)
  • 52. Il regno sopra lo spirito tartaruga (霊亀の上にある国 Reigi no ue ni aru kuni?)
  • 53. Il famiglio (in forma umana) dello spirito tartaruga (霊亀の使い魔(人型) Reigi no Tsukai ma (Hito-gata))?)
1421 settembre 2019[59]ISBN 978-4-04-065825-4 6 maggio 2020[60]ISBN 978-88-349-0221-9
Capitoli
  • 54. Lo spirito tartaruga si muove ancora (霊亀の再動 Reigi no Sai Dō?)
  • 55. Il tirannico spirito tartaruga (暴君霊亀 Bōkun Reigi?)
  • 56. Per guadagnare tempo (時間稼ぎ Jikan kasegi?)
  • 57. L'esplorazione (探索 Tansaku?)
  • 58. I sospetti del caso dello spirito tartaruga (霊亀事件の容疑者 Reiki jiken no yōgisha?)
1522 febbraio 2020[61]ISBN 978-4-04-064337-3 23 settembre 2020[62]ISBN 978-88-349-0381-0
Capitoli
  • 59. L'eminenza grigia (黒幕 Kuromaku?)
  • 60. Fronte comune (共闘 Kyōtō?)
  • 61. La conoscenza dello spirito tartaruga (霊亀の心 Reiki no Kokoro?)
  • 62. Ost Hourai (オスト=ホウライ Osuto Hōrai?)
1620 luglio 2020[63]ISBN 978-4-04-064759-3 2 dicembre 2020[64]ISBN 978-88-349-0421-3
Capitoli
  • 63. Il labirinto infinito (無限迷宮 Mugenmeikyū?)
  • 64. L'eroina degli strumenti da caccia (狩猟具の勇者 Shuryōgu no yūsha?)
  • 65. La fuga (脱出 Dasshutsu?)
  • 66. Raphtalia (ラフタリア Rafutaria?)
  • 66.5.
1721 novembre 2020[65]ISBN 978-4-04-065973-2 28 aprile 2021[66]ISBN 978-88-349-0601-9
Capitoli
  • 67. Provare per credere (実演販売 Jitsuen hanbai?)
  • 68. Il feng shui del ritorno (帰路の龍脈 Kiro no ryūmyaku?)
  • 69. Il ritorno dell'eroina degli strumenti da caccia (狩猟具の勇者の帰宅 Shuryōgu no yūsha no kitaku?)
  • 70. Shikigami (式神 Shikigami?)
  • 70.5.
1823 marzo 2021[67]ISBN 978-4-04-680287-3 25 agosto 2021[68]ISBN 978-88-349-0731-3
Capitoli
  • 71. Il salvataggio della ragazza angelo (天女救出作戦 Ten'nyo kyūshutsu sakusen?)
  • 72. Hummingfeary (ハミングフェーリー Hamingu Fērī?)
  • 73. Incontrarsi di nuovo (再会 Saikai?)
  • 74. La scelta della spada (刀の選定 Katana no sentei?)
1922 settembre 2021[69]ISBN 978-4-04-680728-1 6 aprile 2022[70]ISBN 978-88-349-0893-8
Capitoli
  • 75. (狩猟具の勇者の技能 Shuryōgu no yūsha no ginō?)
  • 76. (異世界の波 Isekai no nami?)
  • 77. (戦争の火種 Sensō no hidane?)
  • 78. (猪のような襲撃者 Inoshishi no yōna shūgeki-sha?)
2022 febbraio 2022[71]ISBN 978-4-04-681047-2 ottobre 2022ISBN 978-88-349-1180-8
Capitoli
  • 79. (条件付きの同行 Jōken-tsuki no dōkō?)
  • 80. (改造された者たち Kaizō sa reta-sha-tachi?)
  • 81. (抗う心 Aragau kokoro?)
  • 82. (キョウの狙い Kyō no nerai?)
  • 83. (霧の森 Kiri no mori?)
2122 giugno 2022[33]ISBN 978-4-04-681452-4
Capitoli
  • 84. (キョウの研究所 Kyō no kenkyūjo?)
  • 85. (ディメションウェーブ Dimenshon Uēbu?)
  • 86. (サクリファイス・オーラ Sakurifaisu Ōra?)
  • 87. (代償の力 Daishō no chikara?)
  • 88. (戦いの終わり Tatakai no owari?)
Capitoli non ancora in formato tankōbon[modifica | modifica wikitesto]

Questa lista è suscettibile di variazioni e potrebbe non essere completa o aggiornata.

  • 89. (盾の勇者の帰還 Tate no yūsha no kikan?)
  • 90. (セーアエット領 Sēaetto-ryō?)

Anime[modifica | modifica wikitesto]

Annunciato il 1º luglio 2017 da Kadokawa all'Anime Expo[4], un adattamento anime di venticinque episodi[72], prodotto da Kinema Citrus e diretto da Takao Abo, è stato trasmesso dal 9 gennaio al 26 giugno 2019. La composizione della serie è stata affidata a Keigo Koyonagi, mentre la colonna sonora è stata composta da Kevin Penkin. La sigla di apertura è Rise dei Madkid, mentre quelle di chiusura sono Kimi no namae (きみの名前? lett. "Il tuo nome") di Chiai Fujikawa[73] per gli episodi 1-3 e Falling Through Starlight dall'episodio 4 in poi. In tutto il mondo, con l'eccezione dell'Asia, gli episodi sono stati trasmessi in streaming in simulcast, anche coi sottotitoli in lingua italiana[74], da Crunchyroll[75]. È una delle prime serie disponibili su Crunchyroll anche con doppiaggio italiano[76][77], il quale viene pubblicato a partire dal 25 luglio 2022 con cadenza settimanale[7].

Il 4 settembre 2020 fu annunciato al Virtual Crunchyroll Expo che la seconda stagione avrebbe debuttato nel corso del 2022[78]. Quest'ultima, originariamente prevista per ottobre 2021[79][80], è stata trasmessa dal 6 aprile al 29 giugno 2022[81][82][83][84]. Presenta un totale di 13 episodi[85]. Masato Jinbo ha sostituito Takao Abo come regista mentre il resto dei membri dello staff hanno ripreso i rispettivi ruoli inoltre lo studio Kinema Citrus è stata affianco da DR Movie per la produzione animata[78]. La sigla d'apertura è Bring Back dei Madkid mentre quella di chiusura è Yuzurenai (ゆずれない?) di Chiai Fujikawa[86]. Similmente alla prima stagione, anche questa è stata pubblicata in simulcast in versione sottotitolata su Crunchyroll in tutto il mondo, ad eccezione dell'Asia, anche coi sottotitoli in lingua italiana[87].

La terza stagione sarà diretta da Hitoshi Haga e vedrà il ritorno del medesimo staff della stagione precedente[88][89].

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Prima stagione[modifica | modifica wikitesto]
Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giapponese[90]Italiano
1L'Eroe dello Scudo
「盾の勇者」 - Tate no yūsha
9 gennaio 2019
25 luglio 2022

Mentre si trova in biblioteca, lo studente universitario Naofumi Iwatani trova un libro fantasy intitolato Delle quattro armi sacre che ha come protagonisti quattro eroi dotati rispettivamente di lancia, spada, arco e scudo. Dopo averlo sfogliato per un po' viene improvvisamente risucchiato nel libro e convocato in un altro mondo con altri tre suoi coetanei per salvare l'umanità dalle cosiddette Ondate, ovvero apparizioni cicliche di mostri e demoni. Il re di Melromarc, Aultcray Melromarc XXXII, convoca i giovani al suo cospetto e qui Naofumi scopre di essere l'Eroe dello Scudo, che gli altri ragazzi sono rispettivamente gli Eroi della Lancia (Motoyasu Kitamura), della Spada (Ren Amaki) e dell'Arco (Itsuki Kawasumi), che ognuno di loro proviene da una versione differente del Giappone e infine che l'Eroe dello Scudo viene considerato il più debole di tutti gli eroi convocati. Il giorno dopo ad ogni eroe vengono assegnati alcuni compagni con cui dovrà fare quadra nel corso dell'avventura ma nessuno vuole unirsi a Naofumi ma ad un certo punto una giovane donna di nome Myne, un membro del gruppo dell'Eroe della Lancia, si offre di unirsi a lui. Dopo aver trascorso il resto della giornata insieme, i due si recano in una locanda per passare la notte e qui Myne approfitta dell'occasione per rubare l'equipaggiamento e il denaro in possesso di Naofumi. Il mattino seguente l'Eroe dello Scudo viene arrestato dalle guardie di Melromarc in quanto Myne ha raccontato al re che Naofumi ha tentato di violentarla nel corso della notte, anche se in realtà il ragazzo è innocente. Naofumi prova a smentire la menzogna in ogni modo ma nessuno gli dà retta e perciò diventa un emarginato sociale, finendo per essere odiato da quasi tutta la popolazione locale, fatta eccezione per Erhard, un fabbro d'armi che si rende conto che lui è innocente. Afflitto e furioso per quanto accaduto, Naofumi inizia a cercare nuovi materiali e impara come potenziale il suo scudo con le risorse che trova in giro. Una notte respinge alcuni banditi che volevano derubarlo e si rende conto che se non guadagna punti la sua potenza d'attacco non salirà mai. Così viene avvicinato da un mercante di schiavi di nome Belukas che lo conduce in un tendone e qui Naofumi decide di acquistare uno schiavo in modo che possa combattere e guadagnare punti per lui. Mentre dà un'occhiata in giro, Naofumi trova una schiava semi-umana rannicchiata in una gabbia.

2La piccola schiava
「奴隷の少女」 - Dorei no shōjo
16 gennaio 2019
1º agosto 2022

Belukas offre a Naofumi un uomo lupo di livello 75 ma siccome l'Eroe dello Scudo non può permetterselo ed è quasi venti volte superiore al suo livello, opta di comprare la ragazza tanuki che è molto più economica, la quale si chiama Raphtalia. Il mercante dipinge sul corpo di Raphtalia un marchio da schiava per impedire a quest'ultima di disobbedire agli ordini che verranno impartiti dal suo nuovo proprietario e nel caso questa dovesse opporsi soffrirà per mano di una scarica elettrica non mortale. Dopo essersi accertato che sono state attivate le "Impostazioni compagno" che servono a far si che l'esperienza acquisita da Rapthalia in battaglia possa essere condivisa con lui, Naofumi paga il mercante, prende la ragazza con sé e se ne va con lei. I due iniziano a trascorrere un po' di tempo insieme e Naofumi riesce poco a poco ad allenarla per guadagnare punti esperienza anche se nota fin da subito che la ragazza è riluttante ad uccidere anche dei semplici mostri. Si scopre successivamente che Raphtalia ha degli incubi ricorrenti sulla morte dei suoi genitori avvenuta durante la prima Ondata e ciò ha finito per crearle dei traumi. Raphtalia inizia a diventare un po' più forte e un giorno lei e Naofumi partono alla volta della piccola città di Lute per raccogliere dei minerali preziosi all'interno di una miniera di carbone ma vengono attaccati da un mostro con le sembianze di un cane a due teste di alto livello che ferisce Naofumi. Il mostro in questione si rivela essere della stessa razza che ha ucciso i genitori di Raphtalia e quest'ultima entra in stato di shock. Vedendo che è terrorizzata, Naofumi le ordina di scappare mentre cerca di guadagnare tempo, ma Raphtalia riesce a superare le sue paure e uccide il mostro. Poco dopo Naofumi conforta la ragazza, promettendole di non lasciarla mai e lei accetta di aiutarlo a sconfiggere le Ondate in modo che gli altri bambini semi-umani non possano soffrire come nel suo caso. Calata la sera, i due vanno a mangiare e qui Naofumi decora uno stuzzicadenti rendendolo simile alla bandiera del Giappone, facendo intendere che un giorno riuscirà a tornare a casa.

3L'Ondata di calamità
「災厄の波」 - Saiyaku no nami
23 gennaio 2019
8 agosto 2022

Dopo aver trascorso un intero mese ad aumentare di livello in vista della prossima Ondata, Naofumi sblocca un'enorme varietà di abilità e tecniche uniche per il suo scudo mentre Raphtalia cresce rapidamente fino ad assumere l'aspetto di una giovane donna. Per determinare quanto tempo resta prima della prossima Ondata, Naofumi e Raphtalia visitano la chiesa della piazza cittadina e scoprono che al suo interno è custodita la Clessidra del Drago, un'enorme clessidra in grado di determinare il tempo che intercorre tra un'Ondata e l'altra. Durante la loro permanenza incontrano anche gli altri tre eroi che gli fanno pesare le voci che si sono diffuse sul suo conto, annuendo alla vicenda di Myne, e gli chiedono di non essergli d'intralcio quando giungerà il momento della grande battaglia. Dopo essersene andati, Naofumi e Raphtalia si preparano a trascorrere la notte in una locanda e qui la ragazza chiede all'Eroe dello Scudo cosa è successo con gli altri eroi ma lui si rifiuta di spiegarglielo perché è convinto che nessuno gli crederebbe. Il giorno dopo inizia l'Ondata di calamità e mentre gli altri eroi e i loro alleati si precipitano a sconfiggere l'armata principale dei mostri, Naofumi e Raphtalia corrono verso Lute per aiutare i civili ad evacuare in sicurezza. Il duo riesce a salvare i popolani e affrontano numerosi nemici fino a quando su di loro non incombe una pioggia di meteore infuocate che elimina vari mostri. Dopo essersi riparati con lo scudo di Naofumi, scoprono che i responsabili sono alcuni cavalieri che hanno utilizzato una magia per fare piazza pulita senza dare peso al fatto che ci fosse anche l'Eroe dello Scudo nel bel mezzo della battaglia. Ad un certo punto i cavalieri si ritrovano in difficoltà con altri mostri e qui mentre un buon numero decide di ignorare gli ordini di Naofumi su come affrontarli al meglio, altri si rendono conto che l'Eroe dello Scudo sta cercando di proteggere gli abitanti del villaggio e lo aiutano nell'impresa. Il resto delle truppe raggiunge gli altri eroi e questi sconfiggono il boss e mettono fine all'Ondata. Dopo la battaglia, gli abitanti del villaggio ringraziano Naofumi per il suo aiuto e la clessidra si azzera e inizia il conto alla rovescia per l'Ondata successiva.

4La ninna nanna dell'alba
「暁の子守唄」 - Akatsuki no komoriuta
30 gennaio 2019
15 agosto 2022

Dopo aver respinto con successo l'Ondata di calamità, viene indetta una festa dedicata agli eroi, a cui Naofumi partecipa con riluttanza. Dopo un po' Moyoyasu vuole avvicinare Raphtalia per dirle qualcosa ma viene fermato da Myne che lo informa che la ragazza è una schiava e questo porta l'Eroe della Lancia a sfidare Naofumi a un duello per la sua libertà. L'Eroe dello Scudo però declina l'offerta ma il re Aultcray Melromarc, che ha ascoltato la conversazione, ordina alle proprie guardie di prendere Raphtalia per obbligare Naofumi a combattere contro Motoyasu. I due vengono così condotti in un'arena dove danno inizio al loro duello; nonostante Motoyasu sia due volte superiore al livello di Naofumi, finisce per essere sopraffatto dalle varie abilità dello scudo e dalle grandi strategie del suo avversario. Quando l'Eroe dello Scudo sta per avere la meglio sul rivale interviene Myne che usa un incantesimo del vento per farlo cadere a terra, permettendo all'Eroe della Lancia di ribaltare le sorti a suo favore e vincere lo scontro. Naofumi cerca di far capire che ha perso a causa dell'intervento di Myne ma il re gli dice che non ha senso prestare fede alle parole di un criminale e dichiara Motoyasu vincitore. Poco dopo Naofumi scopre che Myne è la figlia del re e che insieme avevano orchestrato tutto nei minimi dettagli per diffamarlo in pubblico. Dopo che il marchio di schiavitù di Raphtalia è stato rimosso da uno degli uomini del re, il grande odio che risiede dentro Naofumi sblocca la Curse Series del suo scudo. Raphtalia dà una sberla a Motoyasu per la sua falsa cavalleria e gli rinfaccia di non essere in grado di curare una schiava come invece ha fatto Naofumi. Sopraggiungono Ren e Itsuki che affermano apertamente che Myne ha interferito nel duello con un incantesimo del vento difficile da notare e che gli spettatori hanno finto di non aver visto nulla in quanto sono stati zittiti dal re. Raphtalia torna di sua spontanea volontà da Naofumi, matura in una giovane donna adulta, riafferma la sua lealtà nei suoi confronti, la Curse Series si placa e Raphtalia lo conforta. Il mattino seguente, Naofumi mangia un panino per colazione preparatogli da Raphtalia e scopre che può finalmente risentire i sapori del cibo, cosa che prima che gli era preclusa. Con la sua fiducia e speranza rinnovate, Naofumi si rende conto che Raphtalia gli è veramente fedele e la cosa lo rallegra.

5Filo
「フィーロ」 - Fīro
6 febbraio 2019
22 agosto 2022

Durante un viaggio diplomatico in un altro Paese, la regina Mirellia Q. Melromarc viene a sapere da una sua informatrice del duello tenutosi al castello tra l'Eroe dello Scudo e l'Eroe della Lancia. Nel frattempo il re fa consegnare la ricompensa che spetta ad ognuno degli eroi ma quando viene il turno di Naofumi cerca di usare un breve escamotage per non dargli il denaro ma gli Eroi dell'Arco e della Spada si oppongono dato che Naofumi ha combattuto valorosamente e in più nel duello con Motoyasu aveva perso solo perché Myne si era intromessa e così il ragazzo riceve i soldi e se ne va via con Raphtalia. I due giungono così alla tenda di Belukas e qui Raphtalia chiede di farsi imprimere un nuovo marchio da schiava come dimostrazione della sua fedeltà nei confronti di Naofumi, poi quest'ultimo decide di acquistare un uovo di mostro da una lotteria e alla fine della giornata questo si schiude e nasce un filolial, una particolare creatura alata. Naofumi decide di chiamare la creatura "Filo" e questa nel giro di pochi giorni raggiunge l'età adulta grazie a una sua abilità. In seguito i tre fanno visita al villaggio di Lute e qui scoprono che Myne ha dichiarato le terre circostanti di proprietà di Motoyasu per via di un decreto reale e impongono un salato pedaggio per l'entrata e l'uscita dai confini. Naofumi, consapevole dei limiti di denaro dei cittadini, tenta di bloccare le tasse che Myne intende imporre, e poco dopo arrivano degli informatori di Mirellia che consegnano un messaggio a Myne. Infastidita dal suo contenuto, Myne sfida Naofumi a una gara per la proprietà del villaggio e qui l'Eroe dello Scudo gareggia con il suo filolial mentre l'Eroe della Lancia con il suo drago di terra. Durante la gara i soldati usano la magia per tendere dei tranelli a Naofumi in modo che Motoyasu possa vincere, ma alla fine è Naofumi ad aggiudicarsi la vittoria. Dopo la gara, Filo cresce ulteriormente mentre Myne è costretta a ritirarsi dopo l'arrivo degli informatori di Mirellia che smascherano i suoi imbrogli. Mentre tornano indietro, Naofumi e Raphtalia si accampano per riposarsi e il giorno dopo trovano con loro grande sorpresa Filo trasformata in una bambina alata.

6Una nuova compagna
「新しい仲間」 - Atarashii nakama
13 febbraio 2019
29 agosto 2022

Naofumi porta Filo da Erhard e dopo avergli spiegato un po' gli ultimi avvenimenti, il fabbro gli dice dove trovare una sarta in grado di creare degli indumenti adatti per creature che sono in grado di trasformarsi. Il gruppo giunge dalla sarta che però ha bisogno di un filo incantato e quindi li reindirizza dalla proprietaria di un negozio di magia che gli dice che dovranno attendere un po' di tempo prima che possa preparare i vestiti in quanto la pietra magica del suo telaio si è rotta e che farà il possibile per recuperarla il prima possibile per accontentarli. Dato che dovranno aspettare, Naofumi e il suo gruppo decidono di partire per un viaggio con l'intenzione di racimolare un po' di denaro ma incontrano un uomo che chiede di essere scortato al villaggio lì vicino per consegnare urgentemente una medicina. Naofumi acconsente in cambio di una ricompensa e così lui, Filo e l'uomo vanno al villaggio mentre Raphtalia rimane sul sentiero a bordo del carro. Dopo aver somministrato la medicina potenziata alla madre dell'uomo, Naofumi torna indietro con alcuni beni e si rende conto che fare il mercante itinerante può essere molto redditizio e che la cosa può volgere a sua favore. Un giorno il gruppo scorta un mercante di bigiotteria ma sul sentiero si palesa un gruppo di banditi che vuole rapinarli ma questi vengono facilmente sconfitti e sono costretti a cedere i loro averi per avere salva la vita. Il mercante, rimasto impressionato dalla sua bravura, decide di insegnare a Naofumi diverse abilità e lo introduce a nuovi contatti nel mondo commerciale, e gli fa ottenere persino un mandato per estrarre delle gemme da una cava a un prezzo di favore. Mentre il gruppo di Naofumi e la maga cercano la gemma magica, trovano la tomba di un'alchimista all'interno di un tempio in cui dovrebbe trovarsi uno speciale seme maledetto che però non c'è. Dopo aver combattuto contro i mostri presenti nel tunnel, trovano una vasta gamma di gemme che vengono presidiate da un nue che ha fatto il nido. Dopo aver ucciso la bestia e ottenuto la gemma, la maga aiuta Filo a realizzare il filo magico, che a sua volta consente alla sarta di crearle un vestito che si trasforma con il suo corpo.

7Il Santo del Pennuto Divino
「神鳥の聖人」 - Shinchō no Seijin
20 febbraio 2019
5 settembre 2022[91]
8Lo scudo maledetto
「呪いの盾」 - Noroi no tate
27 febbraio 2019
12 settembre 2022[92]
9Melty
「メルティ」 - Meruti
6 marzo 2019
19 settembre 2022
10Nel mezzo della confusione
「混迷の中で」 - Konmei no naka de
13 marzo 2019

11Il ritorno delle calamità
「災厄、再び」 - Saiyaku, futatabi
20 marzo 2019

12La straniera dai capelli corvini
「漆黒の異邦者」 - Shikkoku no ihō-sha
27 marzo 2019

13Il Diavolo dello Scudo
「盾の悪魔」 - Tate no Akuma
3 aprile 2019

14Ricordi indelebili
「消せない記憶」 - Kesenai kioku
10 aprile 2019

15Raphtalia
「ラフタリア」 - Rafutaria
17 aprile 2019

16La regina dei Filolial
「フィロリアルの女王」 - Firoriaru no joō
24 aprile 2019

17La promessa
「紡がれる約束」 - Tsumugareru yakusoku
1º maggio 2019

18Una catena di cospirazioni
「連なる陰謀」 - Tsuranaru inbō
8 maggio 2019

19I Quattro Eroi Sacri
「四聖勇者」 - Shisei Yūsha
15 maggio 2019

20Battaglia decisiva tra bene e male
「聖邪決戦」 - Seiya kessen
22 maggio 2019

21Il ritorno trionfale di Naofumi
「尚文の凱旋」 - Naofumi no gaisen
29 maggio 2019

22Il concilio degli Eroi
「勇者会議」 - Yūsha kaigi
5 giugno 2019

23L'isola di Cal Mira
「カルミラ島」 - Karu Mira-tō
12 giugno 2019

24I guardiani di un altro mondo
「異世界の守護者」 - Isekai no shugo-sha
19 giugno 2019

25L'ascesa dell'Eroe dello Scudo
「盾の勇者の成り上がり」 - Tate no Yūsha no nariagari
26 giugno 2019

Seconda stagione[modifica | modifica wikitesto]
Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giapponese[93]
1Un nuovo ruggito
「新たな咆哮」 - Arata na hōkō
6 aprile 2022
2Le orme dello Spirito Tartaruga
「霊亀の足跡」 - Reiki no ashiato
13 aprile 2022
3Terra tremante
「揺れる大地」 - Yureru daichi
20 aprile 2022
4Rovine nella nebbia
「霧中の遺跡」 - Muchū no iseki
27 aprile 2022
5Ost Hourai
「オスト=ホウライ」 - Osuto Hōrai
4 maggio 2022
6All'inseguimento
「追駆」 - Okkake
11 maggio 2022
7Il labirinto infinito
「無限迷宮」 - Mugenmeikyū
18 maggio 2022
8Una separazione tra la neve
「雪の別れ」 - Yuki no wakare
25 maggio 2022
9Humming Fairy
「ハミングフェーリー」 - Hamingu Fērī
1º giugno 2022
10L'eroe della katana
「刀の勇者」 - Katana no yūsha
8 giugno 2022
11Kizuna
「絆」 - Kizuna
15 giugno 2022
12Una ragione per combattere
「戦う理由」 - Tatakau riyū
22 giugno 2022
13Fiori offerti in memoria
「追憶の献花」 - Tsuioku no Kenka
29 giugno 2022

Spin-off[modifica | modifica wikitesto]

I personaggi principali della serie sono apparsi nella serie spin-off crossover Isekai Quartet[94].

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Un videogioco chiamato The Rising of the Shield Hero: Relive the Animation è stato sviluppato dalla Kadokawa Corporation ed è disponibile dal 24 settembre 2019 su Steam per PC (solo per Windows)[95][96]. Da autunno 2019 il gioco è scaricabile in lingua originale anche per iOS e Android[97].

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Cosplayer di Raphtalia

A dicembre 2018, la serie di light novel ha venduto oltre 3,3 milioni di copie in Giappone[98], mentre a gennaio 2019 il manga ha venduto 1 milione di volumi tankōbon[99]. Ad aprile 2019, sia i romanzi sia il manga hanno venduto complessivamente 6,2 milioni di copie in madre patria, vendendo un 1,2 milione di copie in soli due mesi, grazie anche al grande successo riscosso dall'anime[100].

Il personaggio di Raphtalia è stato scelto come migliore ragazza ai Crunchyroll Anime Awards del 2020[101].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (JA) 話題のダークファンタジーや超人気シリーズの最新刊登場!MFブックス6月新刊、6月24日発売!そして『盾の勇者の成り上がり』アニメ化決定です!!!, su animeanime.jp, 24 giugno 2017. URL consultato il 16 aprile 2020.
  2. ^ (EN) Kim Morrissy, The Staff of The Rising of the Shield Hero, su animenewsnetwork.com, Anime News Network, 10 maggio 2019. URL consultato il 16 aprile 2020.
  3. ^ a b (JA) 「盾の勇者の成り上がり」を藍屋球がフラッパーでマンガ化, su natalie.mu, Natalie, 5 febbraio 2014. URL consultato il 25 novembre 2015.
  4. ^ a b (EN) Kadokawa Announces 2 New Anime Titles, Rising of the Shield Hero, Chio's School Road Staff, su animenewsnetwork.com, Anime News Network, 1º luglio 2017. URL consultato il 2 luglio 2017.
  5. ^ Roberto Addari, The Rising of The Shield Hero, annunciate le stagioni 2 e 3 dell’anime, in MangaForever, 2 settembre 2019. URL consultato il 5 ottobre 2019.
  6. ^ a b Lucca 2015: Annunci J-POP Manga, su animeclick.it, AnimeClick.it, 1º novembre 2015. URL consultato il 25 novembre 2015.
  7. ^ a b c d e f g Francesco Ventura, Scopri le date d'inizio e le voci dei primi anime doppiati in italiano da Crunchyroll!, in Crunchyroll, 7 luglio 2022. URL consultato l'8 luglio 2022.
  8. ^ (JA) Aneko Yusagi, 盾の勇者の成り上がり, su Shōsetsuka ni narō. URL consultato il 4 luglio 2017.
  9. ^ a b (JA) 盾の勇者の成り上がり 1, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  10. ^ a b (JA) 盾の勇者の成り上がり 22, su kadokawa.co.jp, Media Factory. URL consultato il 5 ottobre 2019.
  11. ^ a b (EN) One Peace Books Adds The Rising of the Shield Hero Fantasy Novel, Manga Series, su animenewsnetwork.com, Anime News Network, 30 marzo 2015. URL consultato il 4 luglio 2017.
  12. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 2, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  13. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 3, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  14. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 4, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  15. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 5, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  16. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 6, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  17. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 7, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  18. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 8, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  19. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 9, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  20. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 10, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  21. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 11, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  22. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 12, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  23. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 13, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  24. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 14, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  25. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 15, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  26. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 16, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  27. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 17, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  28. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 18, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 3 gennaio 2018.
  29. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 19, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 16 gennaio 2018.
  30. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 20, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 24 dicembre 2018.
  31. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 21, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 3 marzo 2019.
  32. ^ a b (JA) 盾の勇者の成り上がり 1, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  33. ^ a b (JA) 盾の勇者の成り上がり (21), su kadokawa.co.jp, Kadokawa Shoten. URL consultato il 19 maggio 2022.
  34. ^ a b Uscite manga JPOP / GP MANGA del 30 marzo, su animeclick.it, AnimeClick.it, 28 marzo 2016. URL consultato il 4 luglio 2017.
  35. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 2, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  36. ^ Uscite manga JPOP / GP MANGA del 18 maggio 2016, su animeclick.it, AnimeClick.it, 12 maggio 2016. URL consultato il 4 luglio 2017.
  37. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 3, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  38. ^ Uscite manga JPOP / GP MANGA del 13 luglio 2016, su animeclick.it, AnimeClick.it, 8 luglio 2016. URL consultato il 4 luglio 2017.
  39. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 4, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  40. ^ Uscite manga JPOP / GP MANGA del 14 settembre 2016, su animeclick.it, AnimeClick.it, 9 settembre 2016. URL consultato il 4 luglio 2017.
  41. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 5, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  42. ^ Uscite manga JPOP / GP MANGA del 23 novembre 2016, su animeclick.it, AnimeClick.it, 23 novembre 2016. URL consultato il 4 luglio 2017.
  43. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 6, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  44. ^ Uscite manga JPOP / GP MANGA del 22 febbraio 2017, su animeclick.it, AnimeClick.it, 21 febbraio 2017. URL consultato il 4 luglio 2017.
  45. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 7, su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  46. ^ Uscite manga JPOP / GP MANGA del 19 aprile 2017, su animeclick.it, AnimeClick.it, 18 aprile 2017. URL consultato il 4 luglio 2017.
  47. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり (8), su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 4 luglio 2017.
  48. ^ Uscite J-POP MANGA del 26 luglio 2017, su animeclick.it, AnimeClick.it, 24 luglio 2017. URL consultato il 25 luglio 2017.
  49. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり (9), su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 3 gennaio 2018.
  50. ^ Uscite J-POP MANGA del 17 gennaio 2018, su animeclick.it, AnimeClick.it, 15 gennaio 2018. URL consultato il 16 gennaio 2018.
  51. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり (10), su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 31 maggio 2018.
  52. ^ Uscite J-POP MANGA del 11 luglio 2018, su animeclick.it, AnimeClick.it, 9 luglio 2018. URL consultato l'11 luglio 2018.
  53. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり (11), su mediafactory.jp, Media Factory. URL consultato il 1º novembre 2018.
  54. ^ Uscite J-POP MANGA 20 marzo 2019, su animeclick.it, AnimeClick.it, 18 marzo 2019. URL consultato il 19 marzo 2019.
  55. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり (12), su kadokawa.co.jp, Kadokawa Shoten. URL consultato l'8 maggio 2019.
  56. ^ Uscite J-POP MANGA del 17 luglio 2019, su animeclick.it, AnimeClick.it, 15 luglio 2019. URL consultato il 16 luglio 2019.
  57. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり (13), su kadokawa.co.jp, Kadokawa Shoten. URL consultato l'8 maggio 2019.
  58. ^ Uscite J-POP MANGA del 13 novembre 2019, su animeclick.it, AnimeClick.it, 12 novembre 2019. URL consultato il 12 novembre 2019.
  59. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり (14), su kadokawa.co.jp, Kadokawa Shoten. URL consultato il 27 luglio 2019.
  60. ^ Uscite J-POP MANGA del 6 maggio 2020, su animeclick.it, AnimeClick.it, 4 maggio 2020. URL consultato il 6 maggio 2020.
  61. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり (15), su kadokawa.co.jp, Kadokawa Shoten. URL consultato il 31 dicembre 2019.
  62. ^ Uscite J-POP MANGA del 23 settembre 2020, su animeclick.it, AnimeClick.it, 21 settembre 2020. URL consultato il 6 ottobre 2020.
  63. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり (16), su kadokawa.co.jp, Kadokawa Shoten. URL consultato l'8 giugno 2020.
  64. ^ Uscite J-POP MANGA del 2 dicembre 2020, su animeclick.it, AnimeClick.it, 30 novembre 2020. URL consultato il 1º dicembre 2020.
  65. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり (17), su kadokawa.co.jp, Kadokawa Shoten. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  66. ^ Uscite manga J-POP MANGA del 28 aprile 2021, su animeclick.it, AnimeClick.it, 26 aprile 2021. URL consultato il 27 aprile 2021.
  67. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり (18), su kadokawa.co.jp, Kadokawa Shoten. URL consultato il 28 aprile 2021.
  68. ^ Uscite manga J-POP MANGA del 25 agosto 2021, su animeclick.it, AnimeClick.it, 24 agosto 2021. URL consultato il 24 agosto 2021.
  69. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり (19), su kadokawa.co.jp, Kadokawa Shoten. URL consultato l'11 settembre 2021.
  70. ^ Uscite manga J-POP MANGA del 6 aprile 2022, su animeclick.it, AnimeClick.it, 5 aprile 2022. URL consultato il 29 aprile 2022.
  71. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり (20), su kadokawa.co.jp, Kadokawa Shoten. URL consultato il 21 gennaio 2022.
  72. ^ (EN) Rafael Antonio Pineda, The Rising of The Shield Hero Anime Listed With 25 Episodes, su animenewsnetwork.com, Anime News Network, 11 gennaio 2019. URL consultato il 25 gennaio 2019.
  73. ^ (EN) Egan Loo, The Rising of The Shield Hero Anime's 2nd Promo Unveils More Cast, January 9 Debut, Half-Year Length, su animenewsnetwork.com, Anime News Network, 8 dicembre 2018. URL consultato il 25 gennaio 2019.
  74. ^ The Rising of the Shield Hero: trailer per l'anime da gennaio su Crunchyroll, su AnimeClick.it, 4 settembre 2018. URL consultato il 25 gennaio 2019.
  75. ^ (EN) Crystalyn Hodgkins, Crunchyroll Reveals Streaming Territories for The Rising of The Shield Hero Anime, su animenewsnetwork.com, Anime News Network, 2 settembre 2018. URL consultato il 25 gennaio 2019.
  76. ^ Francesco Ventura, I PRIMI ANIME DOPPIATI IN ITALIANO SONO IN ARRIVO SU CRUNCHYROLL QUESTA PRIMAVERA, in Crunchyroll. URL consultato il 23 aprile 2022.
  77. ^ Crunchyroll: in arrivo i primi anime doppiati in Italiano, in AnimeClick.it, 23 aprile 2022. URL consultato il 23 aprile 2022.
  78. ^ a b (EN) Crystalyn Hodgkins, The Rising of the Shield Hero Anime's 2nd Season Premieres in 2021, in Anime News Network, 4 settembre 2020. URL consultato il 6 settembre 2020.
  79. ^ Francesco Ventura, La seconda stagione di The Rising of the Shield Hero inizierà nell'ottobre del 2021, in Crunchyroll, 6 marzo 2021. URL consultato il 7 marzo 2021.
  80. ^ The Rising of the Shield Hero: seconda stagione ad ottobre, in AnimeClick.it, 6 marzo 2021. URL consultato il 20 marzo 2021.
  81. ^ (EN) Rafael Antonio Pineda, The Rising of the Shield Hero 2 Anime Season Delayed to Next April, in Anime News Network, 7 luglio 2021. URL consultato l'8 luglio 2021.
  82. ^ Roberto Addari, The Rising of The Shield Hero Stagione 2 – rinviata l’uscita, in MangaForever, 8 luglio 2021. URL consultato l'8 luglio 2021.
  83. ^ (EN) Shield Hero Powers Up in its Season 2 Collaboration with GRAND SUMMONERS, in Anime News Network, 15 luglio 2021. URL consultato il 16 luglio 2021.
  84. ^ Beatrice Villa, Svelata la data d’uscita della seconda stagione The Rising of the Shield Hero, in Tom's Hardware Italia, 10 marzo 2022. URL consultato l'11 marzo 2022.
  85. ^ (EN) Nick Valdez, The Rising of the Shield Hero Season 2 Shares Episode Count, in ComicBook.com, 20 marzo 2022. URL consultato il 6 aprile 2022.
  86. ^ (EN) Alex Mateo, MADKID, Chiai Fujikawa Perform Theme Songs for The Rising of the Shield Hero 2 Anime, in Anime News Network, 9 febbraio 2022. URL consultato il 6 aprile 2022.
  87. ^ Marco Strignano, Crunchyroll: annunciato il palinsesto italiano della primavera 2022, in MangaForever, 26 marzo 2022. URL consultato il 6 aprile 2022.
  88. ^ (JA) 「盾の勇者の成り上がり」Season3のティザービジュアル公開、監督は垪和等が担当, in Natalie, 7 agosto 2022. URL consultato il 9 agosto 2022.
  89. ^ (EN) Rafael Antonio Pineda, The Rising of the Shield Hero Season 3 Anime Unveils Visual, Director Change, in Anime News Network, 6 agosto 2022. URL consultato il 9 agosto 2022.
  90. ^ (JA) 盾の勇者の成り上がり 放送情報, su s.mxtv.jp, Tokyo MX. URL consultato il 6 aprile 2022 (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2021).
  91. ^ Francesco Ventura, Programma settimanale di Crunchyroll (dal 5 settembre all'11 settembre), su Crunchyroll. URL consultato il 15 settembre 2022 (archiviato dall'url originale il 9 settembre 2022).
  92. ^ Francesco Ventura, Programma settimanale di Crunchyroll (dal 12 settembre al 18 settembre), su Crunchyroll. URL consultato il 15 settembre 2022 (archiviato il 15 settembre 2022).
  93. ^ (JA) STORY, su shieldhero-anime.jp. URL consultato il 6 aprile 2022.
  94. ^ Primo trailer per la seconda stagione di Isekai Quartet: arriva l'eroe dello scudo, in AnimeClick.it, 11 ottobre 2019. URL consultato il 25 luglio 2020.
  95. ^ (EN) Rafael Antonio Pineda, The Rising of the Shield Hero Gets 2D RPG Maker MV Game, in Anime News Network, 3 settembre 2019. URL consultato il 14 settembre 2019.
  96. ^ Roberto Addari, The Rising of the Shield Hero, la data di uscita del videogioco su PC, in MangaForever, 21 settembre 2019. URL consultato il 23 settembre 2019.
  97. ^ Roberto Addari, The Rising of the Shield Hero, annunciato il gioco per cellulari e PC, in MangaForever, 3 settembre 2019. URL consultato il 14 settembre 2019.
  98. ^ (EN) Crystalyn Hodgkins, Roundup of Newly Revealed Print Counts for Manga, Light Novel Series - December 2018, in Anime News Network, 1º gennaio 2019. URL consultato il 3 settembre 2020.
  99. ^ (EN) Crystalyn Hodgkins, Roundup of Newly Revealed Print Counts for Manga, Light Novel Series - January 2019, in Anime News Network, 2 febbraio 2019. URL consultato il 3 settembre 2020.
  100. ^ (EN) Mikikazu Komatsu, The Rising of the Shield Hero Novel/Manga Series Has Printed 6.2 Million Copies in Japan, in Crunchyroll, 11 aprile 2019. URL consultato il 3 settembre 2020.
  101. ^ (EN) Kyle Cardine, Where To Watch The Anime Awards Nominees, in Crunchyroll, 2 gennaio 2020. URL consultato il 18 agosto 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Web novel
Light novel
Manga
Serie animata
  Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga