Stefano Pillastrini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stefano Pillastrini
Stefano Pillastrini.jpg
Stefano Pillastrini nel 2008
Nazionalità Italia Italia
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Squadra Baltur Cento
Carriera
Carriera da allenatore
1988-1989 Fortitudo Bologna (juniores)
1990-1992 Fortitudo Bologna 18-27
1992-1993 Pall. Ferrara 11-19
1994-1995 Basket Cervia 19-15
1995-1996 Modena 9-20
1996-1998 Libertas Forlì 20-27
1998-2000 Montecatini S.C. 42-20
2000-2002 V.L. Pesaro 48-22
2002-2003 Pallalcesto Udine 12-12
2003-2007 Sutor Montegranaro
2007-2008 Virtus Bologna 8-12
2007 Italia Italia U-18
2008-2010 Varese 32-33
2010-2011 Sutor Montegranaro 10-17
2012-2014 PMS Torino 56-25
2014-2018 Treviso Basket
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 giugno 2018

Stefano Pillastrini (Ferrara, 19 luglio 1961) è un allenatore di pallacanestro italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1988-89 allena gli Juniores della Fortitudo Bologna. Inizia la carriera di head coach con la Fortitudo Bologna in Serie A2, che allena nel 1990-91 e nel 1991-92. Nel 1992-93 è alla guida della Pallacanestro Ferrara (A2). Nel 93-94 allena a Cervia in B1 e viene promosso in A2, rimanendo anche l'anno seguente. Nel 1995-96 siede sulla panchina di Modena (A2).

Nel 1996-97 subentra a Forlì in A1, per poi retrocedere. Rimane anche nel 1997-98 Poi due anni a Montecatini, con la promozione dall'A2 nel 1998-99, che gli ha fatto vincere il premio come Allenatore dell'Anno per la A2, premio dato dalla Lega Serie A Pallacanestro. Nel 1999-2000 in A1 con Montecatini, fa addirittura gli ottavi nei play-off.

Nel 2000-01, alla Scavolini Pesaro (Serie A), si qualifica per l'Eurolega e raggiunge i quarti di finale nella Suproleague. Nel 2001-02, fa 23-13 per il 6º posto nella stagione regolare, eliminato nei quarti dalla Virtus Bologna, 3-0. Nella Coppa Italia, ha fatto la finale, perdendo contro la Virtus, nonché finalista in Supercoppa, perdendo con Treviso. In Eurolega, è stato eliminato nel Top 16.

Nel 2002-03 è a Udine (A1). Nel 2003-04 porta Montegranaro in Legadue. Nel 2004-05, sempre a Montegranaro (A2), da neopromosso raggiunge la finale playoff, perdendo con la Virtus Bologna. Nel 2005-06, dopo 15-15 nella stagione regolare, vince il playoff per accedere alla Serie A.Nella stessa stagione vince il premio "Reverberi", premio che si può ricevere solo una volta in carriera e che in precedenza era stato vinto da allenatori importantissimi quali Ettore Messina e Valerio Bianchini.Nel 2006-07, sempre a Montegranaro, ottiene la salvezza in Serie A, al timone di una squadra con molti giovani di talento.

Nella stagione 2007-08 è stato allenatore della Virtus Bologna, venendo però esonerato nel gennaio 2008.

Nella stagione 2008-09 è stato allenatore della Pallacanestro Varese con la quale conquista la promozione in serie A1. L'anno successivo in Serie A ottiene un 12º posto con 11 vittorie e 17 sconfitte.

Nell'estate del 2010 trova l'accordo con la Sutor Montegranaro e torna ad allenare nella città di cui è cittadino onorario. Il 24 aprile viene esonerato dall'incarico[1].

Il 22 giugno 2012, viene ufficializzato il suo incarico come allenatore della PMS Torino (contratto quadriennale). Nella prima stagione vince Divisione Nazionale A e conquista la promozione in Legadue Gold. Nella stagione 2013-2014 porta la squadra fino alla semifinale per la promozione in A, dove viene sconfitto solo alla quinta partita da Trento. A fine stagione viene allontanato dalla dirigenza.

Il 4 luglio 2014, viene ufficializzato il suo incarico come allenatore della Delonghi Treviso, formazione con la quale disputerà il campionato di Legadue Silver. Con la squadra Trevigiana rimane fino a regolare scadenza di contratto, fino a giugno 2018.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • Scudetto.svg Campione d'Italia Dilettanti: 1
PMS Torino: 2013

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 ha ricoperto il ruolo di allenatore capo della Nazionale maschile Under 18, con la quale ha disputato i Campionati Europei di categoria, classificandosi al 13º posto. Nel 1997 ha disputato i Giochi del Mediterraneo come vice allenatore della nazionale italiana sperimentata nell'occasione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]