Stefano Pillastrini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stefano Pillastrini
lang=it
Stefano Pillastrini nel 2008
Nazionalità Italia Italia
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Squadra Reggiana
Carriera
Carriera da allenatore
1988-1989Fortitudo Bologna (juniores)
1990-1992Fortitudo Bologna18-27
1992-1993Pall. Ferrara11-19
1994-1995Basket Cervia19-15
1995-1996Modena9-20
1996-1998Libertas Forlì20-27
1998-2000Montecatini S.C.42-20
2000-2002V.L. Pesaro48-22
2002-2003Pallalcesto Udine12-12
2003-2007Sutor Montegranaro
2007-2008Virtus Bologna8-12
2007Italia Italia U-18
2008-2010Varese32-33
2010-2011Sutor Montegranaro10-17
2012-2014PMS Torino56-25
2014-2018Treviso Basket
2019- Reggiana
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 febbraio 2019

Stefano Pillastrini (Ferrara, 19 luglio 1961) è un allenatore di pallacanestro italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1988-89 allena gli Juniores della Fortitudo Bologna. Inizia la carriera di head coach con la Fortitudo Bologna in Serie A2, che allena nel 1990-91 e nel 1991-92. Nel 1992-93 è alla guida della Pallacanestro Ferrara (A2). Nel 93-94 allena a Cervia in B1 e viene promosso in A2, rimanendo anche l'anno seguente. Nel 1995-96 siede sulla panchina di Modena (A2).

Nel 1996-97 subentra a Forlì in A1, per poi retrocedere. Rimane anche nel 1997-98 Poi due anni a Montecatini, con la promozione dall'A2 nel 1998-99, che gli ha fatto vincere il premio come Allenatore dell'Anno per la A2, premio dato dalla Lega Serie A Pallacanestro. Nel 1999-2000 in A1 con Montecatini, fa addirittura gli ottavi nei play-off.

Nel 2000-01, alla Scavolini Pesaro (Serie A), si qualifica per l'Eurolega e raggiunge i quarti di finale nella Suproleague. Nel 2001-02, fa 23-13 per il 6º posto nella stagione regolare, eliminato nei quarti dalla Virtus Bologna, 3-0. Nella Coppa Italia, ha fatto la finale, perdendo contro la Virtus, nonché finalista in Supercoppa, perdendo con Treviso. In Eurolega, è stato eliminato nel Top 16.

Nel 2002-03 è a Udine (A1). Nel 2003-04 porta Montegranaro in Legadue. Nel 2004-05, sempre a Montegranaro (A2), da neopromosso raggiunge la finale playoff, perdendo con la Virtus Bologna. Nel 2005-06, dopo 15-15 nella stagione regolare, vince il playoff per accedere alla Serie A.Nella stessa stagione vince il premio "Reverberi", premio che si può ricevere solo una volta in carriera e che in precedenza era stato vinto da allenatori importantissimi quali Ettore Messina e Valerio Bianchini.Nel 2006-07, sempre a Montegranaro, ottiene la salvezza in Serie A, al timone di una squadra con molti giovani di talento.

Nella stagione 2007-08 è stato allenatore della Virtus Bologna, venendo però esonerato nel gennaio 2008.

Nella stagione 2008-09 è stato allenatore della Pallacanestro Varese con la quale conquista la promozione in serie A1. L'anno successivo in Serie A ottiene un 12º posto con 11 vittorie e 17 sconfitte.

Nell'estate del 2010 trova l'accordo con la Sutor Montegranaro e torna ad allenare nella città di cui è cittadino onorario. Il 24 aprile viene esonerato dall'incarico[1].

Il 22 giugno 2012, viene ufficializzato il suo incarico come allenatore della PMS Torino (contratto quadriennale). Nella prima stagione vince Divisione Nazionale A e conquista la promozione in Legadue Gold. Nella stagione 2013-2014 porta la squadra fino alla semifinale per la promozione in A, dove viene sconfitto solo alla quinta partita da Trento. A fine stagione viene allontanato dalla dirigenza.

Il 4 luglio 2014, viene ufficializzato il suo incarico come allenatore della Delonghi Treviso, formazione con la quale disputerà il campionato di Legadue Silver. Con la squadra Trevigiana rimane fino a regolare scadenza di contratto, fino a giugno 2018.

Il 5 febbraio 2019 firma per la Pallacanestro Reggiana dopo il licenziamento di Devis Cagnardi.[2]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • Scudetto.svg Campione d'Italia Dilettanti: 1
PMS Torino: 2013

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 ha ricoperto il ruolo di allenatore capo della Nazionale maschile Under 18, con la quale ha disputato i Campionati Europei di categoria, classificandosi al 13º posto. Nel 1997 ha disputato i Giochi del Mediterraneo come vice allenatore della nazionale italiana sperimentata nell'occasione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]