Stazione di Bardonecchia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bardonecchia
stazione ferroviaria
ALe 724 arancio.jpg
Stato Italia Italia
Localizzazione Bardonecchia
Coordinate 45°04′35.48″N 6°42′35.7″E / 45.076521°N 6.709918°E45.076521; 6.709918Coordinate: 45°04′35.48″N 6°42′35.7″E / 45.076521°N 6.709918°E45.076521; 6.709918
Attivazione 1871
Stato attuale in uso
Linee Ferrovia del Frejus, Ferrovia di Rochemolles (soppressa)
Tipo stazione in superficie, passante

La stazione di Bardonecchia è una stazione ferroviaria posta sulla linea del Frejus, a servizio dell'omonimo comune.

Posta immediatamente prima dell'imbocco del traforo del Frejus, è l'ultima stazione in territorio italiano prima del confine francese; il ruolo di stazione di confine spetta tuttavia alla stazione di Modane, la prima in territorio francese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione venne attivata il 16 ottobre 1871, all'apertura della tratta da Bussoleno a Modane della ferrovia del Frejus[1].

Il 10 luglio 1912 venne attivato l'esercizio a trazione elettrica a corrente alternata trifase della tratta da Bardonecchia a Salbertrand; il 20 maggio 1915 seguì la tratta fino a Modane, comprendente il traforo del Frejus. L'intera linea venne convertita alla corrente continua il 28 maggio 1961[2].

Per l'alimentazione della linea di contatto venne realizzata dalle stesse FS una nuova centrale idroelettrica presso Rochemolles, per raggiungere la quale venne posta in opera una ferrovia di servizio a scartamento ridotto il cui capolinea meridionale era raggiungibile per mezzo di una funicolare; questa era collegata alla stazione tramite un raccordo che aveva origine da una piattaforma girevole[3].

Il fabbricato viaggiatori in opera fu costruito nel 1933 su progetto dell'architetto Roberto Narducci[4].

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

SFM di Torino
Linea 3
Bardonecchia White dot.svg
Beaulard  White dot.svg
Oulx  White dot.svg
Salbertrand  White dot.svg
Chiomonte  White dot.svg
Meana  White dot.svg White dot.svg  Susa
White dot.svg  Bussoleno
White dot.svg  Bruzolo di Susa*
White dot.svg  Borgone*
White dot.svg  Sant'Antonino-Vaie*
White dot.svg  Condove*
White dot.svg  Sant'Ambrogio*
White dot.svg  Avigliana
White dot.svg  Rosta
White dot.svg  Alpignano
White dot.svg  Collegno
White dot.svg  Grugliasco
R  White dot.svg  Torino Porta Nuova Logo Metropolitane Italia.svg
Nota: * solo per i treni da e verso Susa

La stazione è servita da treni regionali della linea 3 del servizio ferroviario metropolitano di Torino, effettuati da Trenitalia nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Piemonte.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prospetto cronologico dei tratti di ferrovia aperti all'esercizio dal 1839 al 31 dicembre 1926
  2. ^ Giovanni Cornolò, Claudio Pedrazzini, Locomotive elettriche FS, Parma, Ermanno Albertelli Editore, 1983, pp. 71-72.
  3. ^ Walter Re, Edoardo Tripodi, Rochemolles. La Decauville, la diga, la strada e la luce, Alzani editore, Pinerolo, 2010. ISBN 978-88-8170-401-9.
  4. ^ Milva Giacomelli, Roberto Narducci (1887-1979) architetto-ingegnere del Ministero delle Comunicazioni, in Ezio Godoli e Antonietta Iolanda Lima (a cura di), Architettura ferroviaria in Italia. Novecento. Dario Flaccovio Editore, 2004, p. 114. ISBN 88-7758-597-8

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]