Spectral (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Spectral
Spectral (film).jpg
Una scena del film
Titolo originaleSpectral
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2016
Durata107 min
Genereazione, fantascienza, guerra, drammatico
RegiaNic Mathieui
SoggettoIan Fried, Nic Mathieu
SceneggiaturaGeorge Nolfi, Jamie Moss, John Gatins
ProduttoreJillian Share
Casa di produzioneLegendary Pictures
Distribuzione in italianoNetflix
FotografiaBojan Bazelli
MontaggioJason Ballantine
MusicheJunkie XL
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Spectral è un film statunitense del 2016 diretto da Nic Mathieu. L'opera è stata distribuita nel mondo da Netflix il 9 dicembre 2016.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il dottor Mark Clyne, ricercatore della DARPA, viene inviato in Moldavia, dove è stata schierata una parte dall'esercito americano per far fronte alla guerra civile che sta imperversando nel paese, per essere consultato su quanto registrato da una delle sue creazioni (degli occhiali detti "iperspettrali", in dotazione all'esercito, che permettono una particolare visione delle onde luminose). Dopo essere arrivato alla base militare americana, situata nella periferia di Chișinău, incontra il generale Orland e l'ufficiale della CIA Fran Madison i quali gli mostrano alcuni filmati ripresi dagli occhiali di sua invenzione in cui appaiono delle misteriose figure luminescenti che riescono a uccidere istantaneamente al tatto gli essere viventi provocando loro bruciature esterne e congelamento interno. Sapendo che non si tratta di semplici interferenze visive Orland desidera sapere le loro opinione prima di trasmettere i risultati e le riprese ai suoi superiori. Se Mark non riesce a pronunciarsi su cosa di preciso possano essere quelle entità Madison ritiene che siano membri dell'insurrezione dotati di un avanzato sistema di mimetismo. Alla luce di quanto ipotizzato da Madison Orland richiede che, durante una missione di recupero per trovare la squadra Utah scomparsa il giorno prima, vengano recuperati dei campioni.

Per avere una visione più chiara delle anomalie e identificarle sia Madison che Clyne accompagnano una squadra di operatori della Delta Force alla sopracitata missione e per avere un'immagine migliore delle apparizioni quest'ultimo monta una versione più grande e più potente della telecamera iperspettrale sopra uno dei veicoli blindati messi a loro disposizione (anch'essi di sua invenzione). Dopo l'arrivo sul posto i soldati scoprono che quasi tutti i membri della squadra Utah sono morti insieme agli insorti (non a causa di armi da fuoco) tranne un unico sopravvissuto che si era rintanato sotto una vasca da bagno in ceramica. Improvvisamente, proprio in quel momento, vengono aggrediti da una di quelle anomale apparizioni che, essendo intangibile al fuoco delle armi leggere e agli esplosivi, infligge facilmente pesanti perdite al gruppo prima che esso riesca a ritirarsi. Durante la ritirata i veicoli colpiscono delle mine le quali ne causano il ribaltamento costringendo il gruppo a nascondersi in una fabbrica abbandonata dove trovano due bambini barricati all'interno. Le apparizioni tentano di seguirli ma vengono bloccate da una barriera di trucioli di ferro che circonda l'edificio. I bambini rivelano che fu il padre a spargere i trucioli per proteggerli prima che fosse ucciso. I sopravvissuti entrano in contatto con la base aerea e organizzano il piano di evacuazione. Nel frattempo Clyne modifica la telecamera precedentemente montata sul veicolo per farla diventare un grande proiettore al fine di consentire al gruppo di vedere le apparizioni senza la necessità degli occhiali iperspettrali e, dopo quanto visto, dispone la creazione di granate a frammentazione composte dai trucioli di ferro presenti nell'impianto di lavorazione. Dopo aver ultimato i preparativi le apparizioni (rinominate "spettrali") riescono a entrare nell'edificio sfruttando i cavi elettrici dell'alta tensione portando il gruppo a dover lasciare la fabbrica prima del previsto.

Dopo essere usciti dall'edificio le apparizioni inseguono il gruppo che usa le nuove granate per rallentarle. Arrivati in una piazza abbandonata, quando sembra tutto perduto, giungono sul luogo i carri armati dell'evacuazione che, però, vengono facilmente distrutti dagli spettrali. Nonostante questa perdita la Delta Force riesce, grazie a degli elicotteri, a portarli in salvo verso un luogo sicuro. Sebbene l'intenzione iniziale della squadra era quella di tornare alla loro base aerea Orland gli informa che essa è stata attaccata da quegli esseri e di ripiegare verso un bunker civile controllato dai militari alleati moldavi. Una volta arrivati e dopo aver fatto il punto della situazione Clyne riflette su quanto ha assistito e ne deduce che gli spettrali, essendo limitati dal ferro e dalla ceramica, sono probabilmente delle entità artificiali che corrispondono al condensato di Bose-Einstein. Lavorando durante la notte con quanto rimasto della Delta Force Clyne riesce a costruire diverse armi improvvisate a impulsi in grado di abbattere la condensa. La mattina seguente quanto rimasto dell'esercito si dirige verso la centrale elettrica di Masarov poiché Clyne ritiene che sia l'unica struttura della zona in grado di generare l'energia necessaria per creare il condensato.

Mentre gran parte dei soldati eseguono un'azione offensiva per tenere occupati i condensati all'esterno dell'edificio sul tetto della centrale Clyne, Madison e altri soldati scendono in un laboratorio ormai devastato. Ne deducono che gli scienziati, impegnati nella ricerca sulle armi per l'ex regime, stavano scansionando svariati esseri umani a livello molecolare per usarne i dati con una stampante 3D avanzata allo scopo di replicarli in forma condensata mentre i loro cervelli venivano estratti dai corpi originali per inserirli in delle macchine al fine di controllare i condensati distanza. Clyne riesce, con difficoltà, ad attivare il sistema di sicurezza per inibire le apparizioni poco prima che giunga il peggio per poi scollegare i sofferenti resti umani dalle macchine che li tenevano in vita per dargli la pace.

Con la scomparsa dei condensati le forze armate statunitensi e alleate della Moldavia continuano il loro lavoro per prendere il controllo delle città in mano agli insorti. Un team di estrazione del Dipartimento della Difesa viene mandato all'impianto di creazione dei condensati con degli operatori della Delta Force per smontare le macchine al fine di poterle probabilmente studiare e utilizzarle per i propri scopi. Salutando Madison e il generale Orland Clyne si imbarca su un aereo per essere riportato in Virginia.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La produzione dell'opera è iniziata il 7 agosto 2014 con un budget di circa 70 milioni di dollari statunitensi.[2] Le riprese sono iniziate il 28 agosto 2014 in varie location situate a Budapest, Ungheria, e sono state ultimate nell'agosto 2015. Il Weta Workshop di Peter Jackson ha prodotto le armi futuristiche presenti nella pellicola e Weta Digital ha creato gli effetti visivi.[3]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Universal Pictures, l'azienda detentrice dei diritti, anticipò il rilascio del film nelle sale cinematografiche verso l'agosto 2016[4] ma alla fine optò per la cessione dei diritti[5] a Netflix che lo distribuì, in tutto il mondo, sulla sua piattaforma il 9 dicembre 2016.[6][7][8]

Il 1º febbraio 2017 Netflix pubblicò un fumetto prequel del film intitolato Spectral: Ghosts of War, reso disponibile digitalmente attraverso il sito web ComiXology.[9][10]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

L'aggeregatore di recensioni Rotten Tomatoes ha riferito che il 75% delle recensioni sull'opera è più che sufficiente con un voto medio di 5,7/10.

Tasha Robinson per The Verge spiega come sia: «comprensibile che Netflix abbia colto al volo l'opportunità di afferrare ciò che doveva essere un thriller su grande schermo e su larga scala. Ma "Spectral" finisce per essere un film molto piccolo, come un qualcosa che era predestinato a un'esperienza di streaming senza impegno».[11]

Will Ashton per We Got This Covered ha scritto che: «Nonostante alcuni effetti visivi impressionanti e alcuni buoni attori secondari "Spectral" di Netflix non riesce a lasciare alcun impatto allo spettatore».[12]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le migliori novità in arrivo su Netflix a dicembre, su SmartWorld, 23 novembre 2016. URL consultato il 10 settembre 2019.
  2. ^ (EN) On the set for 8/11/14: ‘Jurassic World’ wraps, ‘The Last Face’ starts, su Studio System News, 11 agosto 2014. URL consultato il 12 agosto 2014 (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2014).
  3. ^ (EN) Mike Fleming Jr, Netflix Lands Legendary Sci-Fi Action Film ‘Spectral’, su Deadline Hollywood. URL consultato il 17 novembre 2016.
  4. ^ (EN) Universal & Legendary Date ‘Krampus,’ ‘Spectral’; Open Road Shifts ‘Nightcrawler’, su Deadline Hollywood, 19 dicembre 2014. URL consultato il 6 dicembre 2016.
  5. ^ (EN) Pamela McClintock, Legendary, Universal Pull 'Spectral' From August Release Calendar, su The Hollywood Reporter, 14 giugno 2016. URL consultato il 6 dicembre 2016.
  6. ^ Filmato audio (EN) Netflix, Spectral - Official Trailer [HD], su YouTube, 2 dicembre 2016. URL consultato il 2 dicembre 2016.
  7. ^ (EN) Spectral Trailer, su ComingSoon.net, 2 dicembre 2016. URL consultato il 2 dicembre 2016.
  8. ^ (EN) Netflix's 'Spectral' Trailer Pits the Military Against Spooks!, su Bloody Disgusting!, 2 dicembre 2016. URL consultato il 2 dicembre 2016.
  9. ^ (EN) Netflix's Spectral Gets a Prequel Comic, su Comicbook, 5 settembre 2017.
  10. ^ (EN) Spectral: Ghosts Of War, su Comixology.
  11. ^ (EN) Spectral review: Netflix’s new movie is Gears of War meets Aliens, on the cheap, su The Verge, 9 dicembre 2016. URL consultato il 14 gennaio 2018.
  12. ^ (EN) Spectral Review, su We Got This Covered, 9 dicembre 2016. URL consultato il 10 settembre 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]