Simone Barlaam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Simone Barlaam
Simone Barlaam 2019.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 193 cm
Peso 76 kg
Nuoto Swimming pictogram.svg
Specialità Stile libero, dorso, farfalla
Categoria S9, SM9, SB8
Record
50 m stile libero 24"00 Record mondiale (2019)
100 m stile libero 52"23 Record mondiale (2022)
100 m dorso 59"72 Record mondiale (2022)
50 m dorso 27"81 Record mondiale (2019)
50 m farfalla 26"59 Record mondiale (2020)
Carriera
Squadre di club
Polha Varese (Italia)
Castle Hill RSL Dolphins (Australia)
Palmarès
Giochi paralimpici 1 2 1
Mondiali 13 2 1
Europei 8 2 1
Assoluti 28 9 2
Giovanili 10 2
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 18 giugno 2022

Simone Barlaam (Milano, 12 luglio 2000) è un nuotatore italiano Oro Paralimpico nei 50 stile a Tokyo 2020 oltre a 2 argenti e 1 bronzo, tredici volte campione del mondo, otto volte campione europeo, primatista mondiale nei 50 e 100 stile libero, nei 50 e 100 dorso e nei 50 delfino categoria S9.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Milano il 12 luglio 2000 con una coxa vara e una ipoplasia congenita del femore destro. La sua malformazione viene aggravata da una frattura del femore occorsa in utero quando i medici hanno tentato una manovra di rivolgimento del feto che si presentava in posizione podalica per evitare il parto cesareo. Durante la sua infanzia è stato sottoposto a dodici operazioni chirurgiche per tentare di sistemare l’arto. La prima a tre giorni di vita. A cinque anni durante un intervento di allungamento dell'arto, ha contratto una osteomielite, una grave infezione ossea. L'arto si è più volte fratturato nei mesi successivi a causa dell’infezione che ha indebolito enormemente l’osso e ha rischiato di far perdere la gamba. Barlaam è stato curato in Francia, all’Ospedale pediatrico Saint-Vincent-de-Paul di Parigi prima dal professor Raphael Seringe e poi dal professor Philippe Wicart. L’infezione ossea è stata debellata grazie a una lunga cura antibiotica, durata un anno, che ha previsto l’assunzione quotidiana di 12 farmaci al giorno. Gradualmente ha ricominciato a camminare. E il nuoto in questi lunghi anni di malattia è stato l’unico sport che ha potuto fare per mantenere il tono muscolare in sicurezza senza rischio di fratture perché praticato in acqua in scarico di peso. Nel 2007 ha cominciato a nuotare alla piscina comunale di Magenta, con la scuola di nuoto per bambini. Dopo due anni è passato all’agonistica e ha partecipato alle prime gare. La situazione dell’arto destro si è stabilizzata, e d'accordo con i medici si è deciso di non operare più il femore, nel tentativo di allungarlo, ma di cercare di migliorare l’autonomia con una protesi. L'ultimo intervento chirurgico nel 2012 è stato una epifisiodesi tibiale prossimale, femorale distale e perone prossimale alla gamba sinistra per ottenere un blocco di crescita dell'arto controlaterale e contenere la dismetria.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Si è avvicinato allo sport paralimpico nel 2014 partecipando giovanissimo ai Campionati Italiani di Paratriatlon FITRI di Riccione, nella categoria PT2[1], dove ha conquistato il bronzo, grazie a una veloce frazione del nuoto. Per questo motivo, nello stesso anno, ha deciso di passare al nuoto paralimpico, si è tesserato con la Polha Varese e ha cominciato ad allenarsi a Milano con Federico Morlacchi e altri forti nuotatori paralimpici italiani seguiti dall'allenatore nazionale FINP Massimiliano Tosin.

Nell'arco di poco meno di due anni ha vinto 10 ori e 2 argenti nei Campionati Italiani Giovanili FINP, 1 oro, 6 argenti e 2 bronzi nei Campionati Italiani Assoluti FINP. Nel 2016 ha cominciato a gareggiare a livello internazionale. Alla IPC World Series IDM Swimming di Berlino del 2016 ha conquistato il bronzo nei 50 stile e il bronzo nei 50 dorso. A giugno 2017 ha conquistato l'oro nei 100 stile libero open al 54º Trofeo Internazionale Settecolli di Roma.[2]

A luglio 2017 è partito per l'Australia per frequentare il 4º anno di liceo da exchange student a Sydney, Nuovo Galles del Sud presso la Castle Hill High School. Qui ha proseguito i suoi allenamenti ad alto livello con la squadra locale dei Castle Hill RSL Dolphins Swimming Club allenati da Greg Morrison e Adam Cowie partecipando a diverse competizioni australiane.[3]

A ottobre 2017 ha partecipato al Para Swimming Open di Eindhoven in Olanda e si è aggiudicato l'oro nei 100 stile libero e l'oro nei 50 stile libero facendo segnare anche il record europeo nei 50 m stile libero categoria S9.[4][5]

A dicembre 2017 ha fatto il suo esordio in nazionale ai Campionati Mondiali IPC di Mexico City 2017 che erano stati posticipati a causa del forte terremoto del 19 settembre 2017[6] ed è andato a medaglia in ognuna delle quattro gare disputate[7]. Ha vinto due medaglie d’oro in carica nei 50 e 100 metri stile libero, S9.[8][9] Un argento nella 4×100 stile libero, staffetta mista a 34 punti, e un bronzo nei 100 metri dorso[10], categoria S9.[5][6][11][12][13][14][15][16][17][18][19][20]

A gennaio 2018 ha partecipato in Australia ai NSW State Open Championships di Sydney dove ha conquistato 3 ori (50-100-400 stile) più altre 3 finali (200 misti - 100 delfino - 100 dorso).

Ai Campionati Nazionali Australiani "2018 Australian Age Swimming Championships" che si sono svolti al Sydney International Aquatic Centre dal 21 al 28 aprile 2018, ha gareggiato come atleta visitors per l'Italia ed è andato a podio in tutte e 7 le gare disputate, conquistando 5 ori e 2 argenti segnando il nuovo Record Europeo nei 100 sl S9 (che già gli apparteneva) con il crono di 55"84.

A maggio 2018 ha partecipato alla Coppa del Mondo "World Para Swimming World Series" di Lignano Sabbiadoro e con il tempo di 25.17 nei 50 sl ha migliorato il Record Europeo a soli 4 centesimi dal Record del Mondo e con 1019 punti ha vinto la tappa di Lignano della Coppa del Mondo.[21][22][23]

Dal 13 al 19 agosto 2018 ai Campionati Europei di Dublino ha conquistato 4 ori e 1 argento. Oro nei 100 stile libero S9 dove ha migliorato anche il Record europeo che già gli apparteneva, fermando il crono a 54″42 e migliorando il suo vecchio primato di 55″84 stabilito ai Campionati Australiani Giovanili Georgina Hope Foundation. Oro nei 50 stile libero S9 con Record del mondo che resisteva dai Giochi Paralimpici di Londra 2012. Oro nella staffetta 4x100 stile libero 34 punti e nella 4x100 misti 34 punti dove ha nuotato la frazione del dorso. Argento nella gara dei 100 delfino dove con il crono di 1'00"76 ha abbassato di 2 secondi il suo personale. Infine con il crono di 1'03"54 ha segnato il 2º tempo nella finale dei 100 dorso ma è stato squalificato per virata irregolare[24][25][26][27][28][29][30][31][32][33][34][35][36][37][38]

A marzo 2019 alla sua prima uscita stagionale in vasca lunga, ai Campionati Italiani assoluti FINP di Bologna, Simone Barlaam riporta a casa oltre a 5 titoli italiani, 1 argento, 1 Record Europeo nei 100 dorso con il tempo di 1’02’99 e 1 Record del Mondo nei 50 stile libero con il tempo di 24’78, ed è il primo atleta della classe S9 nella storia ad abbattere il muro dei 25 secondi nei 50 stile libero.

Ad aprile 2019, a distanza di appena un mese, Barlaam partecipa alle World Series a Indianapolis (USA) dove ritocca per la terza volta il Record mondiale nei 50 stile facendo scendere questa volta il crono a 24’’63. In questa tappa americana della coppa del mondo di nuoto paralimpico, Barlaam oltre a vincere l’oro nei 50 stile open, conquista anche 2 bronzi open, nei 100 dorso e nei 100 delfino.

Dal 30 maggio al 2 giugno 2019 alla tappa di Lignano Sabbiadoro delle World Series Barlaam si impone e domina la gara dei 50 stile ritoccando il Record del Mondo per ben due volte, sia nelle qualificazioni del mattino con il tempo di 24"51, che in finale il pomeriggio con il tempo di 24"39. Migliora anche il suo Record Europeo nei 100 stile libero fermando il crono a 54"29. A Lignano migliora anche i due Record nazionali nelle staffette 4x100 mista (dove nuota la fraziona del dorso) e nella 4x100 stile.

Ai Mondiali di Londra 2019 gareggia in 6 gare e vince 5 ori e un argento: campione del mondo nei 100 stile libero S9, nei 100 dorso S9, nei 100 farfalla S9, nei 50 stile libero S9 e nella 4×100 stile maschile (con Federico Morlacchi, Antonio Fantin e Stefano Raimondi). Argento nella 4x100 mista (con Stefano Raimondi, Federico Morlacchi e Federico Bicelli). Oltre ai 5 ori Simone Barlaam tocca la piastra velocissimo, prendendosi anche i record del mondo nei 100 stile libero e nei 100 dorso, nei 50 stile dove ferma il tempo a 24 secondi netti (solo l’anno prima a Dublino 2018 aveva ottenuto il record del mondo con 25 netti) e record del mondo anche nell’ultima gara che chiude il Mondiale 2019 la staffetta azzurra maschile 4x100 Stile Libero, punti 34 con il tempo di 3:46’83.

Eletto "Best Male athlete" miglior atleta dei campionati mondiali londinesi 2019, nel contest lanciato dall'International Paralympic Committee, Barlaam è diventato un simbolo del movimento sportivo paralimpico. È intervenuto come ambasciatore del mondo paralimpico nella Conferenza internazionale "Shaping a Future", di Prada a New York, per parlare di disabilità nel sociale. È stato tra i protagonisti della mostra fotografica NAKED, la disabilità senza aggettivi di Oliviero Toscani sullo sport paralimpico. Gli atleti sono stati rappresentati da Toscani in primo piano, in tenuta da competizione e senza veli con l’obiettivo di mettere a nudo la disabilità, spezzare la tirannia dei modelli estetici dominanti, affermare che esiste anche un corpo dell’atleta paralimpico e che ciascuno di noi è unico nelle sue forme, nei suoi pensieri. Senza necessità di aggettivi. La mostra, composta da trittici a grandezza monumentale, toccherà varie città italiane e approderà in Giappone in occasione delle Paralimpiadi estive di Tokyo 2020.

Dopo i Mondiali di Londra 2019 Barlaam ha ricevuto diversi premi e riconoscimenti pubblici: dal CHI È CHI Awards Sport & Stile al ruolo di Ambasciatore del Volley4all la pallavolo per tutti, iniziativa sociale di Allianz Fondazione UmanaMente con Powervolley Milano, dalla Guirlande d’Honneur di FICTS (Fédération internationale cinéma et télévision sportifs) all’Ambrogino d'oro 2019 la massima onorificenza conferita dal Comune di Milano.

Nell'agosto del 2020, durante il 56° Trofeo Internazionale Settecolli di Roma stabilisce 3 record mondiali nei 50 dorso, nei 100 m stile libero e nei 50 farfalla.[39]

Il 28 febbraio 2021, durante i campionati assoluti invernali FINP, migliora ulteriormente il record dei 100 stile libero, fermando il cronometro a 53'41.[40]

Il 29 agosto successivo si laurea campione paralimpico nei 50m stile libero della categoria S9 stabilendo al contempo il nuovo record paralimpico in 24.71.

A ottobre 2021 partecipa al podcast italiano di Muschio selvaggio, condotto da Luis Sal e Fedez.

Ai Mondiali di nuoto paralimpico 2022 disputati a Madeira si aggiudica sei medaglie d'oro.[41]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giochi paralimpici 50 m st. libero S9 100 m st. libero S9 400 m st. libero S9 50 m dorso S9 100 m dorso S9 50 m farfalla S9 100 m farfalla S9 4x100 sl 34 pts 4x100 misti 34 pts
Tokyo 2020
Giappone Giappone
Oro
24"71
Record paralimpico
---
4'22"40
---
1'02"92
--- Argento
59"43
Argento
3'45"89
Record paralimpico
Bronzo
4'11"20
Campionati Mondiali 50 m st. libero S9 100 m st. libero S9 400 m st. libero S9 50 m dorso S9 100 m dorso S9 50 m farfalla S9 100 m farfalla S9 4x100 sl 34 pts 4x100 misti 34 pts
Londra 2019
Regno Unito Regno Unito
Oro
24"00
Oro
54"10
--- --- Oro
1'01"22
--- Oro
1'00"36
Oro
3'46"83
Argento
4'10"26
Città del Messico 2017
Messico Messico
Oro
25"38
Oro
56"09
--- --- Bronzo
1'07"50
--- --- Argento
4'15"27
---
Campionati Europei 50 m st. libero 100 m st. libero 400 m st. libero 50 m dorso 100 m dorso 50 m farfalla S9 100 m farfalla 4x100 sl 34 pts 4x100 misti 34 pts
Dublino 2018
Irlanda Irlanda
Oro
25"00
Oro
54"42
Argento
4'30"58
--- DSQ --- Argento

1'00"76

Oro

3'50"86

Oro

4'13"79

NSW State Open Championships 50 m st. libero MC 100 m st. libero MC 400 m st. libero MC 50 m dorso MC 100 m dorso MC 50 m farfalla MC 100 m farfalla MC 4x100 m 34 pts 4x100 misti 34 pts
Sydney 2018
Australia Australia
Oro
25"45
Oro
56"36
Oro
4'27"99
--- --- --- --- --- ---
GHF Australian Age Championships 50 m st. libero MC 100 m st. libero MC 400 m st. libero MC 50 m dorso MC 100 m dorso MC 50 m farfalla MC 100 m farfalla MC 4x100 m 34 pts 4x100 misti 34 pts
Sydney 2018
Australia Australia
Oro
25"37
Oro
55"84
Oro
4'28"37
Argento
30"71
Argento
1'06"99
Oro
27"68
Oro
1"02"93
--- ---

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
— 19 dicembre 2017[42]
Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
— 2019[43]
Ambrogino d'Oro.png

Ambrogino d’Oro

- 7 dicembre 2019

Commendatore Ordine al merito della Repubblica italiana

- 20 settembre 2021

Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
— 20 dicembre 2021

Radio[modifica | modifica wikitesto]

  • Radio 24 - Olympia: 17 dicembre 2017 - Simone Barlaam: nuotando oltre l'oro[44]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ IO CI CREDO, Triathlete, p. 52.
  2. ^ Trofeo Internazionale Settecolli 2017: sul podio Barlaam, Sottile e Menciotti, su finp.it.
  3. ^ Paralimpici: lo squalo Simone ha preparato a Sydney il Mondiale, su gazzetta.it.
  4. ^ I veri combattenti sono loro, su triathlontime.com.
  5. ^ a b Mondiali di nuoto paralimpico: Barlaam è oro nei 100 stile libero, su settegiorni.it.
  6. ^ a b Nuoto paralimpico, la notte magica degli azzurri. Pioggia di ori e record, su ilsole24ore.com.
  7. ^ Tiziana Pikler, Simone Superman Barlaam, la forza della normalità vince i Mondiali, su alleyoop.ilsole24ore.com. URL consultato il 15 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2018).
  8. ^ Simone Barlaam | 50 SL S9. Messico 2017 | Oro e premiazione, su raisport.rai.it.
  9. ^ Men's 100 m Freestyle S9| Final | Mexico City 2017 World Para Swimming Championships, su paralympic.org.
  10. ^ Men's 100 m Backstroke S9 | Final | Mexico City 2017 World Para Swimming Championships, su paralympic.org.
  11. ^ Simone Barlaam: c'era una volta un pesce rosso che decise di diventare unosqualo, su huffingtonpost.it.
  12. ^ Marco Turri, Morlacchi e Barlaam, podi iridati, in LA PREALPINA, 4 dicembre 2017, p. 24.
  13. ^ Morlacchi e Barlaam, duo d'oro in Messico, in LA PREALPINA, 6 dicembre 2017, p. 46.
  14. ^ Ai Mondiali di nuoto paralimpico gli azzurri fanno il pieno di medaglie, in IL SOLE 24 ORE, 7 dicembre 2017, p. 18.
  15. ^ Federico Ughi, Strepitoso Simone Barlaam. Conquista l'oro nei 100 metri stile libero, in SETTE GIORNI, 8 dicembre 2017, p. 41.
  16. ^ La favola di Simone Barlaam da Cassinetta: medaglia d'oro nel nuoto paralimpico, su ilsole24ore.com.
  17. ^ Barlaam, due ori mondiali. Con lui l'Italia del nuoto vola, in SETTE GIORNI, 15 dicembre 2017, p. 43.
  18. ^ Bravo Simone: questo è l'oro più bello, in IL GIORNO, 17 dicembre 2017, p. 13.
  19. ^ Con Federico e Simone, Varese sbanca i Mondiali, su laprovinciadivarese.it.
  20. ^ Simone Barlaam è Campione del mondo di nuoto, su ecodellacitta.it.
  21. ^ Home wins for Arjola Trimi and Simone Barlaam at World Series, su paralympic.org.
  22. ^ World Series day 3, Finali: Simone Barlaam infiamma le tribune di Lignano!, su finp.it.
  23. ^ Nuoto, World Series: Italia prima, Polha-Varese campione d’Italia, su incodaalgruppo.gazzetta.it.
  24. ^ Barlaam superstar: 4 ori e record mondiale, in SETTE GIORNI, pag 19, n. 24/08/2018.
  25. ^ Quattro Ori e Record del Mondo, in SETTE GIORNI, Pag 1, n. 24/08/2018.
  26. ^ Alberto Dolfin, Oltre le barriere, una miniera d'oro, in Correre dello Sport, pag 36, n. 21/08/2018.
  27. ^ L’Italia sbanca gli Europei di nuoto: 74 medaglie e seconda nel medagliere, su ilsole24ore.com.
  28. ^ Marco Turri, Simone Barlaam, un siluro. Oro e Record del Mondo, in LA PREALPINA, pag 31, n. 20/08/2018.
  29. ^ Italia, acqua dorata: è record storico, in IL RESTO DEL CARLINO, 20 agosto 2018.
  30. ^ Paralimpici, Italia da record agli Europei di nuoto, su gazzetta.it.
  31. ^ Europei di nuoto a Dublino, quattro ori per gli azzurri in vasca con il lutto per Genova, su ilsole24ore.com.
  32. ^ Diego De Ponti, Italia fa il bis, altri 4 ori, in TUTTOSPORT, pag. 38, n. 15/08/2018.
  33. ^ Alberto Dolfin, Paralimpici, 11 medaglie per l'Italia, pag. 38, n. 15/08/2018.
  34. ^ Claudio Arrigoni, Europei nuoto, 11 medaglie. Barlaam oro e record, in LA GAZZETTA DELLO SPORT, pag. 43.
  35. ^ Marco Turri, Trimi, Barlaam e Morlacchi. Sorrisi preziosi a Dublino, in LA PREALPINA, pag 31, n. 15/08/2018.
  36. ^ Simone Barlaam è immenso: oro e record europeo nei 100 stile libero paralimpici!, su ticinonotizie.it.
  37. ^ I paralimpici partono subito con 4 ori, in TUTTO SPORT, pag. 35, n. 14/08/2018.
  38. ^ Marco Turri, I magnifici 6 della Polha all'assalto di Dublino, in LA PREALPINA, pag.37, n. 12/08/2018.
  39. ^ Sette Colli - Frecciarossa 2020: 7 i record internazionali messi a segno dalla FINP, su finp.it.
  40. ^ Assoluti Invernali, Barlaam show: primato mondiale nei 100 stile libero. Fantin è record europeo, su finp.it.
  41. ^ Lo squadrone paralimpico forza 64 con la super cinquina di Barlaam, su questionedistile.gazzetta.it. URL consultato il 19 giugno 2022.
  42. ^ Collari d'oro 2017, su coni.it. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  43. ^ Lunedì 16 dicembre la Cerimonia dei Collari d'Oro con il Premier Conte. Diretta Rai2 dalle 11, su coni.it. URL consultato il 19 dicembre 2019.
  44. ^ Dario Ricci, Simone Barlaam: nuotando oltre l'oro, su radio24.ilsole24ore.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]