Siero Bonifacio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le pratiche descritte non sono accettate dalla medicina, non sono state sottoposte a verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Potrebbero pertanto essere inefficaci o dannose per la salute. Le informazioni hanno solo fine illustrativo. Wikipedia non dà consigli medici: leggi le avvertenze.

Il cosiddetto siero Bonifacio è un composto a base di feci e urina di capra[1] che, secondo quanto affermato dal suo ideatore, avrebbe effetti terapeutici per la cura dei tumori, un'asserzione che, tuttavia, è priva di qualsiasi riscontro e fondamento nella scienza. Il siero è stato poi brevettato dal figlio dell'inventore con il nome di Oncoclasina Bonifacio.[1][2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il siero fu ideato negli anni sessanta del Novecento dal veterinario Liborio Bonifacio (Montallegro, 1908Agropoli, 17 marzo 1983), nell'errata convinzione che le capre non si ammalassero di cancro.[3][4] Il preparato veniva ricavato dalle feci e dall'urina di un animale macellato, aggiungendo un terzo di acqua bidistillata[5]; trascorse 48 ore, si filtrava e sterilizzava la sostanza ottenuta che quindi veniva iniettata al malato ogni 48 ore.[5]

La presunta cura ottenne grande risalto nei giornali nel 1969; venne anche promossa una raccolta di fondi per consentire a Liborio Bonifacio di produrre il siero per la moltitudine di persone che lo chiedeva, che alla fine portò alla raccolta di 25 milioni di lire.[6] Il risalto dato dai giornali alla vicenda spinse l'allora Ministro della Sanità, Camillo Ripamonti, ad autorizzarne la sperimentazione:[1] essa interessò 16 pazienti, seguiti per un periodo dai 23 ai 75 giorni, con risultati che la commissione giudicò deludenti (4 pazienti morirono durante la sperimentazione, nessuno migliorò)[7].

Nonostante questo, Liborio Bonifacio, dopo ulteriori tentativi di sperimentazione, continuò a produrre e distribuire il suo siero.[1][8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Medicina oncologica, Gianni Bonadonna, Gioacchino Robustelli Della Cuna, Pinuccia Valagussa, Elsevier srl, 2007, ISBN 8821428141, 9788821428142
  2. ^ Medici umani, pazienti guerrieri. La cura è questa, Gianni Bonadonna, Giangiacomo Schiavi, Baldini Castoldi Dalai, 2008, ISBN 8860733383, 9788860733382
  3. ^ Il siero Bonifacio
  4. ^ Stroncato da un infarto Bonifacio l'inventore del «siero anticancro», La Stampa, 19 marzo 1983, p. 7.
  5. ^ a b Che cosa era il siero del dottor Bonifacio?
  6. ^ 1969 - Il siero Bonifacio[collegamento interrotto]
  7. ^ (EN) Bonifacio anticancer goat serum (PDF), in CA: A Cancer Journal for Clinicians, vol. 21, nº 1, Wiley Online Library, gennaio-febbraio 1971, pp. 43-45, DOI:10.3322/canjclin.21.1.43.
  8. ^ Ritorna in vendita anche il " siero Bonifacio "

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]