Settimana Ciclistica Lombarda 2009

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Italia Settimana Ciclistica Lombarda 2009
Edizione39ª
Data31 marzo - 5 aprile
PartenzaBrignano Gera d'Adda
ArrivoBergamo
Percorso816,6 km, 6 tappe
Tempo18h52'11"
Media43,27 km/h
Valida perUCI Europe Tour 2009
Classifica finale
PrimoItalia Daniele Pietropolli
SecondoColombia Mauricio Soler
TerzoItalia Davide Rebellin
Classifiche minori
PuntiItalia Alessandro Petacchi
MontagnaColombia Mauricio Soler
GiovaniBelgio Ben Hermans
SquadreRegno Unito Barloworld
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
Settimana Ciclistica Lombarda 2008Settimana Ciclistica Lombarda 2010

La Settimana Ciclistica Lombarda 2009, trentanovesima edizione della corsa e valida come prova del circuito UCI Europe Tour 2009 categoria 2.1, si svolse in 6 tappe dal 31 marzo al 5 aprile 2009, per un percorso totale di 816,6 km. Fu vinto dall'italiano Daniele Pietropolli, che concluse la gara in 18h52'11", alla media di 43,27 km/h.

Tappe[modifica | modifica wikitesto]

Tappa Data Percorso km Vincitore di tappa Leader cl. generale
31 marzo Brignano Gera d'Adda (cron. a squadre) 18,7 Irlanda LPR Brakes-Farnese Vini Italia Alessandro Petacchi
1º aprile Brignano Gera d'Adda > Calcinate 160 Italia Alessandro Petacchi Italia Alessandro Petacchi
2 aprile Boltiere > Zingonia 164 Italia Mattia Gavazzi Italia Alessandro Petacchi
3 aprile Vertova > Vertova 183,6 Italia Alessandro Petacchi Italia Alessandro Petacchi
4 aprile Flero > Flero 159 Italia Domenico Pozzovivo Italia Daniele Pietropolli
5 aprile Montello > Bergamo 131,3 Italia Luca Paolini Italia Daniele Pietropolli
Totale 816,6

Squadre e corridori partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Partecipanti alla Settimana Ciclistica Lombarda 2009.
N. Cod. Squadra
1-8 LPR Irlanda LPR Brakes-Farnese Vini
9-16 KAT Russia Team Katusha
17-24 ASA Italia Acqua & Sapone-Caffè Mokambo
25-32 AMI San Marino Amica Chips-Knauf
33-40 BAR Regno Unito Barloworld
41-48 FLM Italia Ceramica Flaminia-Bossini Docce
49-56 CSF Irlanda CSF Group-Navigare
57-64 ELK Austria ELK Haus-Simplon
65-72 ISD Italia ISD Cycling Team
73-80 PSK Rep. Ceca PSK Whirlpool-Author
81-88 SDA Venezuela Serramenti Diquigiovanni-Androni
89-96 TSV Belgio Topsport Vlaanderen-Mercator
97-102 VAC Paesi Bassi Vacansoleil Pro Cycling Team
N. Cod. Squadra
103-110 VBG Austria Voralberg-Corratec
111-118 XGZ Spagna Xacobeo Galicia
119-126 AMO Stati Uniti Amore & Vita-McDonald's
127-134 CMO Italia Carmiooro-A-Style
135-142 CZP Serbia Centri della Calzatura
143-150 KCT Estonia Meridiana-Kalev Chocolate Team
151-158 MIE San Marino Miche-Silver Cross-Selle Italia
159-166 HAD Svizzera Nazionale Elettronica New Slot
167-174 RB3 Paesi Bassi Rabobank Continental Team
175-182 MOW Russia Team Moscow
183-189 SPV Norvegia Team Sparebanken Vest-Ridley
191-198 UTE Polonia Team Utensilnord

Dettagli delle tappe[modifica | modifica wikitesto]

1ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Squadra Tempo
1 Irlanda LPR Brakes-Farnese Vini 20'54"
2 Russia Team Katusha a 6"
3 Paesi Bassi Rabobank Continental Team a 23"
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Alessandro Petacchi LPR Brakes 20'54"
2 Italia Lorenzo Bernucci LPR Brakes s.t.
3 Italia Gabriele Bosisio LPR Brakes s.t.
Descrizione e riassunto

Il Team Katusha parte come primo e rimane in testa con il miglior tempo, 21 minuti secchi, fino al termine della tappa, quando la LPR Brakes-Farnese Vini, partita per ultima, giunge sul traguardo in 20 minuti e 54 secondi, con una media di 53,684 km/h. Terzi concludono i giovani olandesi della Rabobank Continental e quarta la ISD di Giovanni Visconti.[1]

2ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Alessandro Petacchi LPR Brakes 3h39'12"
2 Italia Danilo Napolitano Katusha s.t.
3 Paesi Bassi Theo Bos Rabobank Con. s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Alessandro Petacchi LPR Brakes 3h59'55"
2 Italia Danilo Napolitano Katusha a 10"
3 Italia Lorenzo Bernucci LPR Brakes a 10"
Descrizione e riassunto

160 chilometri totalmente pianeggianti in una tappa adatta ai velocisti.[1] Una lunga fuga, partita al km 30 e formata da Ian Stannard (ISD), Martin Mortensen (Vacansoleil) e Bruno Rizzi (Utensilnord), ha raggiunto un vantaggio massimo di 3'26". Il primo a perdere contatto ed essere riassorbito è stato l'italiano, mentre gli altri due corridori sono stati raggiunti a 5 km dal traguardo, dopo 96 km di fuga. In vista del traguardo LPR Brakes-Farnese Vini, Team Katusha, Rabobank e Acqua & Sapone-Caffè Mokambo hanno organizzato i treni per i loro velocisti ed è stato l'olandese Theo Bos ad uscire per primo, venendo però rimontato da Petacchi che ha vinto resistendo anche all'attacco finale di Napolitano. Petacchi ha conservato dunque la maglia di leader generale, mentre Dennis van Winden ha sfilato quella di miglior giovane al compagno di squadra Steven Kruijswijk.[2]

3ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Mattia Gavazzi Diquigiovanni 3h42'02"
2 Russia Jurij Metlušenko Amore & Vita s.t.
3 Paesi Bassi Theo Bos Rabobank Con. s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Alessandro Petacchi LPR Brakes 7h41'57"
2 Italia Danilo Napolitano Katusha a 10"
3 Italia Lorenzo Bernucci LPR Brakes a 10"
Descrizione e riassunto

La terza tappa è stata corsa su un circuito di 18 km, ripetuto nove volte. Lo frazione è stata caratterizzata da una lunga fuga partita al km 35, composta da quattro corridori, Kairelis (Flaminia), Giallorenzo (Meridiana), Vorganov (Xacobeo Galicia) e Rake (Team Sparebanken), in grado di raggiungere un vantaggio massimo di 3 minuti e 12 secondi, e terminata a 20 km dal traguardo. Nella volata finale il treno della Amore & Vita-McDonald's ha lanciato Jurij Metlušenko, alla cui ruota si è portato però Mattia Gavazzi, abile a sorpassarlo e a vincere la tappa.[3]

4ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Alessandro Petacchi LPR Brakes 4h23'44"
2 Italia Luca Paolini Acqua & Sap. s.t.
3 Spagna Francisco Ventoso Carmiooro s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Alessandro Petacchi LPR Brakes 12h05'31"
2 Italia Daniele Pietropolli LPR Brakes a 20"
3 Italia Gabriele Bosisio LPR Brakes a 20"
Descrizione e riassunto

Tappa costituita da un circuito di circa 60 km, con le ascese verso Clusone ed il GPM di La Forcella (632 m s.l.m.), da ripetere tre volte. Dopo 39 km si stacca Clément Lhotellerie della Vacansoleil, che rimane in fuga solitaria fino al km 75 quando viene raggiunto da Niemiec (Miche), Poels (Vacansoleil) e García (Xacobeo). Dopo il secondo passaggio sul GPM Niemiec rimane in testa da solo e viene raggiunto da Lhotellerie, Poels e Dario David Cioni che indossa la maglia virtuale di leader per qualche chilometro. Solo durante il terzo giro il gruppo torna compatto e verso il traguardo si organizza il treno della LPR Brakes-Farnese Vini con Petacchi che vince la volata finale su Paolini e Francisco Ventoso.[4]

5ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Domenico Pozzovivo CSF Group 3h47'46"
2 Italia Davide Rebellin Diquigiovanni a 2"
3 Italia Daniele Pietropolli LPR Brakes s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Daniele Pietropolli LPR Brakes 15h53'35"
2 Colombia Mauricio Soler Barloworld a 29"
3 Italia Davide Rebellin Diquigiovanni a 36"
Descrizione e riassunto

6ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Luca Paolini Acqua & Sap. 2h58'12"
2 Italia Giovanni Visconti ISD s.t.
3 Colombia Miguel Ángel Rubiano C. Calzatura s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Daniele Pietropolli LPR Brakes 18h52'11"
2 Colombia Mauricio Soler Barloworld a 29"
3 Italia Davide Rebellin Diquigiovanni a 36"

Evoluzione delle classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Tappa Vincitore Classifica generale Classifica scalatori Classifica a punti Classifica miglior giovane Classifica a squadre
LPR Brakes-Farnese Vini Alessandro Petacchi Gabriele Bosisio Lorenzo Bernucci Steven Kruijswijk LPR Brakes-Farnese Vini
Alessandro Petacchi Danilo Napolitano Alessandro Petacchi Dennis van Winden
Mattia Gavazzi Theo Bos Mattia Gavazzi Steven Kruijswijk
Alessandro Petacchi Przemysław Niemiec Alessandro Petacchi
Domenico Pozzovivo Daniele Pietropolli Ben Harmans Barloworld
Luca Paolini Mauricio Soler
Classifiche finali Daniele Pietropolli Mauricio Soler Alessandro Petacchi Ben Harmans Barloworld
Tappa Classifica stranieri
Maglia arancione
Classifica italiani
Maglia blu
Classifica 39º km
Maglia rossa
Classifica intergiro
Maglia amaranto
Classifica sprints sorpresa
Maglia azzurra
Classifica combinata
Maglia grigia
Classifica combattività
Maglia rosa
Pavel Brutt Alessandro Petacchi Kenny De Haes Pavel Brutt Joerl Adams Steven Kruijswijk Danilo Napolitano
Theo Bos Ian Stannard Martin Mortensen Martin Mortensen Martin Mortensen Bruno Rizzi
Jurij Metlušenko Mattia Gavazzi Christer Rake Dainius Kairelis Christer Rake Christer Rake Mariano Giallorenzo
Francisco Ventoso Alessandro Petacchi Marco Marcato Przemysław Niemiec Clément Lhotellerie Przemysław Niemiec Clément Lhotellerie
Mauricio Soler Domenico Pozzovivo Fausto Fognini Thomas De Gendt Ian Stannard Thomas De Gendt Thomas De Gendt
Miguel Ángel Rubiano Luca Paolini Björn Thurau Diego Milán David García Dapena Luca Paolini Americo Novembrini

Classifiche finali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica generale - Maglia rossa[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Daniele Pietropolli LPR Brakes 18h52'11"
2 Colombia Mauricio Soler Barloworld a 29"
3 Italia Davide Rebellin Diquigiovanni a 36"
4 Italia Massimo Giunti Miche a 1'00"
5 Italia Matteo Carrara Vacansoleil a 1'01"
6 Venezuela Carlos José Ochoa Diquigiovanni a 1'16"
7 Belgio Ben Hermans Topsport Vl. a 1'19"
8 Italia Massimiliano Gentili Cer. Flaminia a 1'25"
9 Italia Luca Zanasca C. Calzatura a 1'35"
10 Paesi Bassi Steven Kruijswijk Rabobank Con. a 1'41"

Classifica a punti - Maglia ciclamino[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Punti
1 Italia Alessandro Petacchi LPR Brakes 24
2 Italia Luca Paolini Acqua & Sap. 22
3 Spagna Francisco Ventoso Carmiooro 15
4 Paesi Bassi Theo Bos Rabobank Con. 16
5 Italia Davide Rebellin Diquigiovanni 15

Classifica scalatori - Maglia verde[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Punti
1 Colombia Mauricio Soler Barloworld 14
2 Polonia Przemysław Niemiec Miche 12
3 Italia Matteo Carrara Vacansoleil 8
4 Italia Davide Rebellin Diquigiovanni 6
5 Francia Clément Lhotellerie Vacansoleil 6

Classifica giovani - Maglia bianca[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Belgio Ben Hermans Topsport Vl. 18h53'30"
2 Paesi Bassi Steven Kruijswijk Rabobank Con. a 22"
3 Sudafrica John-Lee Augustyn Barloworld a 24"
4 Australia Simon Clarke Amica Chips a 31"
5 Italia Americo Novembrini Elettronica a 1'12"

Classifica a squadre[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Tempo
1 Regno Unito Barloworld 55h56'50"
2 Venezuela Serramenti Diquigiovanni-Androni a 47"
3 San Marino Miche-Silver Cross-Selle Italia a 1'31"
4 San Marino Amica Chips-Knauf a 2'21"
5 Irlanda CSF Group-Navigare a 2'53"

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b La Lpr vince la crono di apertura della Settimana Lombarda. Petacchi primo leader di classifica, in settimanaciclisticalombarda.com, 31 marzo 2009. URL consultato il 31-03-2009.
  2. ^ Petacchi batte Napolitano nella volata di Calcinate, in settimanaciclisticalombarda.com, 1º aprile 2009. URL consultato il 01-04-2009.
  3. ^ Volata sotto la pioggia: gran guizzo di Mattia Gavazzi, in settimanaciclisticalombarda.com, 02 aprile 2009. URL consultato il 02-04-2009.
  4. ^ Petacchi resiste sulla Forcella e fa sua la volata di Vertova, in settimanaciclisticalombarda.com, 03 aprile 2009. URL consultato il 04-04-2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]