Salvatore Gualtieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Salvatore Gualtieri
Salvatore gualtieri frosinone calcio.jpg

Consigliere della Lega Serie B
In carica
Inizio mandato 20 luglio 2010
Presidente Andrea Abodi

Presidente ad interim della Lega Serie B
Durata mandato 14 dicembre 2012
17 gennaio 2013
Predecessore Andrea Abodi
Successore Andrea Abodi

Vicepresidente della Lega Serie B
Durata mandato 25 luglio 2012
30 giugno 2016
Vice di Andrea Abodi
Predecessore Daniele Sebastiani
Successore Andrea Corradino

Dati generali
Professione Dirigente sportivo

Salvatore Gualtieri, detto anche Sasà (Crotone, 2 marzo 1960), è un dirigente sportivo italiano, responsabile dei rapporti con la FIGC e la Lega Serie B, dell'area marketing e della comunicazione del Frosinone Calcio. In precedenza è stato presidente del Football Club Crotone dal 2008 al 2011.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Crotonese di origini savellesi. È nel calcio da sempre. Nel 1956 il padre Giuseppe Gualtieri fonda la Ofam-Nuova Crotone partendo dalla terza categoria. Salvatore Gualtieri fin da bambino segue la squadra di famiglia per 35 anni fino al 1991 sostenendola insieme ai suoi fratelli Pierpaolo ed Oreste. Nel 1991 nella nuova Crotone entra Michele Maffei come socio e Giovanni Lentini, i quali nel 1992 cederanno le loro quota ai fratelli Vrenna. Nel 1995 dopo che anche il tentativo Kroton falli', la piccola societa' della famiglia Gualtieri la Nuova Crotone con la nuova dirigenza, decide di ridare nome e colori sociali alla città' che non aveva più'squadra. La nuova Crotone si trasforma in Crotone calcio (attualmente in Serie B) ed i colori sociali cambiano da giallo neri in rossoblu diventando continuita' del calcio crotonese che ha radici dalla vecchia us Crotone 1923. Salvatore Gualtieri rimane sempre in societa' come vice presidente fino al 2008, ricoprendo anche per 5 anni la carica di presidente del settore giovanile ed è'artefice insieme ai fratelli Vrenna della irresistibile ascesa dalla 2 categoria alla serie B (anno 2000). La famiglia Gualtieri rimane sempre in societa' arrivando a detenere il 33% delle quote (anno 2004).

Nel 2008 ne assume la presidenza in seguito alle dimissioni dell'ex presidente Raffaele Vrenna[1], all'epoca implicato in alcuni procedimenti giudiziari. Nei suoi tre anni alla guida della squadra da presidente, Gualtieri guidera' e riporterà il Crotone Calcio dalla Lega Pro alla Serie B nella stagione 2008-2009 dopo una storica finale a Benevento che segnera' l'inizio di un nuovo corso del Crotone calcio che culminera' con la incredibile promozione in serie A. Nel 2011 lascia la presidenza a Gianni Vrenna, tornando a ricoprire la carica di vice presidente.

Nel luglio 2010, in seguito alla scissione della Lega Calcio in due differenti organi, Gualtieri entra nel Consiglio della Lega Serie B come consigliere. Il 25 luglio 2012, durante una seduta dell'assemblea ordinaria di Lega svoltasi a Milano, viene eletto vicepresidente[2] al posto del suo predecessore, il presidente del Pescara Daniele Sebastiani. Otterrà anche un secondo mandato nel settembre del 2014[3].

Nel dicembre del 2012 Gualtieri assume ad interim la presidenza della Lega Serie B in attesa dell'elezione, avvenuta a gennaio del 2013, di Andrea Abodi come presidente[4][5].

Il 24 ottobre 2016 si dimette dalla carica di vice presidente per motivi personali ed esce si scena in punta di piedi come vuole il suo stile personale e la sua tradizione familiare. Si porta con se' un record invidiabile , unico e difficilmente ripetibile. Ha vinto 9 campionati, tutti quelli possibili della FIGC , dalla terza categoria alla serie A , sempre con la stessa società, dirigente e proprietario prima, socio di minoranza dopo. Si chiude una vita di passione dedicata al Crotone calcio scrivendo una pagina di storia indimenticabile, la famiglia Gualtieri, infatti, con 60 anni di affiliazione alla FIGC (1956-2016) risulta per longevita' in Italia seconda sola alla Juve di agnelli. 60 anni sempre con la stessa società.

Dal 15 giugno 2017 è un nuovo dirigente del Frosinone Calcio, responsabile dei rapporti con la FIGC e la Lega Serie B, oltre all'area marketing e alla comunicazione. Da novembre 2017 è anche capo della commissione marketing commerciale e diritti televisivi della lega di serie B ( incarico che aveva già' ricoperto durante la gestione del precedente presidente Abodi).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]