Prokopīs Paulopoulos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Prokopīs Paulopoulos
Προκόπης Παυλόπουλος
Prokopis Pavlopoulos 2016-01-15.jpg

Presidente della Repubblica Ellenica
In carica
Inizio mandato 13 marzo 2015
Capo del governo Alexīs Tsipras
Kyriakos Mītsotakīs
Predecessore Karolos Papoulias

Ministro dell'Interno della Grecia
Durata mandato 10 marzo 2004 –
11 settembre 2009
Capo del governo Kōstas Karamanlīs
Predecessore Kōstas Skandalidīs
Successore Giannīs Ragkousīs

Dati generali
Partito politico Nuova Democrazia
Università Università nazionale capodistriana di Atene, Università Panthéon-Assas
Professione avvocato

Prokopīs Paulopoulos (in greco: Προκόπης Παυλόπουλος), traslitterato anche come Prokopis Pavlopoulos, all'anagrafe Prokopīos Paulopoulos (IPA: [proˈkopios pavˈlopulos]; Calamata, 10 luglio 1950) è un politico greco, Ministro dell'Interno dal 2004 al 2009 e attuale Presidente della Repubblica Ellenica, eletto il 18 febbraio 2015 e in carica dal 13 marzo successivo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Prokopīs Paulopoulos è nato nel 1950 a Calamata, nel Peloponneso meridionale,[1] ha studiato a Parigi, ed è professore di diritto amministrativo e avvocato;[2] è sposato e ha tre figli.[1][2]

Esponente di Nuova Democrazia, è considerato un politico conservatore ed europeista.[1] È stato Ministro dell'Interno dal 2004 al 2009, nei due governi guidati da Kōstas Karamanlīs;[1][2] durante il suo mandato, nel dicembre 2008, accadde l'uccisione dello studente Alexandros Grīgopoulos da parte di un poliziotto, da cui nacquero violenti disordini in piazza.[1][2]

Il 18 febbraio 2015 Paulopoulos è stato eletto Presidente della Repubblica Ellenica: candidato dal premier Alexīs Tsipras e da Syriza, è stato sostenuto anche da Nuova Democrazia e dai Greci Indipendenti, ottenendo 233 voti su 300.[2]

Paulopoulos fa parte della Massoneria[3].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze greche[modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Salvatore - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Salvatore
— 2015
Gran Maestro dell'Ordine d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine d'Onore
Gran Maestro dell'Ordine della Fenice - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine della Fenice
Gran Maestro dell'Ordine di Beneficenza - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine di Beneficenza

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'onore (Francia)
— 22 ottobre 2015
Cavaliere di gran croce decorato di gran cordone dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce decorato di gran cordone dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 23 novembre 2015[4][5]
Gran collare dell'Ordine dell'infante Dom Henrique (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Gran collare dell'Ordine dell'infante Dom Henrique (Portogallo)
— 27 gennaio 2017
Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila bianca (Polonia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila bianca (Polonia)
— 18 novembre 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Il conservatore ed europeista Pavlopoulos è il nuovo Presidente della Grecia (La Stampa), 18 febbraio 2015. URL consultato il 19 febbraio 2015.
  2. ^ a b c d e La Grecia ha un nuovo presidente della Repubblica (il Post), 19 febbraio 2015. URL consultato il 19 febbraio 2015.
  3. ^ A. Ni., "Pavlopoulos, così Syriza compatta il fronte ellenico", Corriere della Sera, 20 febbraio 2015, p. 5.
  4. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  5. ^ Immagine

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN18660363 · ISNI (EN0000 0000 3509 4060 · LCCN (ENn85174980 · GND (DE1147253374 · WorldCat Identities (ENn85-174980