Premio letterario Galileo per la divulgazione scientifica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Premio Galileo)
Cerimonia di premiazione al Centro culturale Altinate/San Gaetano

Il Premio letterario Galileo per la divulgazione scientifica (in breve: Premio Galileo) è stato istituito nel 2007 dal Comune di Padova con l'intento di diffondere tra i giovani la cultura scientifica e per celebrare il prestigio dell'Università patavina, che, sin dalla sua nascita, ha ospitato eccellenze nel campo scientifico, a partire proprio da Galileo Galilei.[1] Ha avuto il patrocinio del Ministero dei beni culturali, del MIUR, e dell'Accademia galileiana di scienze, lettere ed arti. Il premio è indetto in collaborazione di ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, UPI (Unione province d'Italia), e Università degli Studi di Padova.[2][3]

Procedura di assegnazione[modifica | modifica wikitesto]

Due sono le fasi che contraddistinguono la procedure di assegnazione del premio, attraverso la selezione dei finalisti fino alla scelta finale in occasione della cerimonia di conferimento del premio.

Selezione dei finalisti[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima fase, che si svolge a gennaio, una giuria composta da personalità del mondo scientifico, accademico, e giornalistico, seleziona i 5 libri giudicati più meritevoli tra la produzione dei due anni precedenti. In seguito, una giuria popolare, o giuria degli studenti, a cui vengono inviate più copie dei libri finalisti, decreta il vincitore esprimendo le preferenze attraverso schede di voto.[4]

Cerimonia di premiazione[modifica | modifica wikitesto]

Durante la cerimonia di premiazione, che si tiene a maggio, trasmessa in diretta, vengono conteggiate le preferenze inviate dalle scuole partecipanti (una scuola per ogni provincia italiana, più una scuola militare), presenti alla cerimonia con le loro delegazioni. Al vincitore e ai finalisti vengono assegnati dei riconoscimenti e dei premi in denaro mentre le scuole partecipanti vengono premiate con la donazione di strumenti scientifici per i loro laboratori scolastici. Durante i mesi in cui le scuole sono occupate a leggere i libri, vengono organizzati degli incontri con gli autori finalisti a cui possono partecipare anche tutte le scuole italiane collegandosi in streaming video.

Presidenti di Giuria[modifica | modifica wikitesto]

Vincitori[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bollettino ufficiale della regione Veneto
  2. ^ Istruzione Lombardia
  3. ^ Università di Padova
  4. ^ Premio Galileo, dal sito del partner ENI
  5. ^ Premio letterario Galileo 2015. La cinquina finalista, da Padova Cultura, 16 gennaio 2015.
  6. ^ Premio Letterario Galileo 2016 - X edizione, su padovacultura.padovanet.it. URL consultato il 2 aprile 2016.
  7. ^ Premio letterario Galileo 2013
  8. ^ Gli altri classificati della cinquina finalista sono stati, nell'ordine: Nicola Nosengo, I robot ci guardano. Aerei senza pilota, chirurghi a distanza e automi solidali, Zanichelli, 2013; Adriano Zecchina, Alchimie nell'arte. La chimica e l'evoluzione della pittura, Zanichelli, 2012; Marco Ciardi, Terra. Storia di un'idea, Laterza 2013; Vincenzo Barone, L'ordine del mondo. Le simmetrie in fisica da Aristotele a Higgs, Bollati Boringhieri, 2013. Cfr. Premio Letterario Galileo 2014. Il vincitore, da padovacultura.padovanet.it
  9. ^ A Frans De Waal il Premio letterario Galileo per la divulgazione scientifica, in le Scienze, 12 maggio 2014.
  10. ^ Premio letterario Galileo 2015, padovanet.it, 11 maggio 2015.
  11. ^ {cita web|url=http://www.media.inaf.it/2017/05/05/guido-tonelli-vince-il-premio-galileo/%7Ctitolo=Guido Tonelli vince il Premio Galileo|editore=media.inaf.it|data=5 maggio 2017}}

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]