Nicola Armaroli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nicola Armaroli

Nicola Armaroli (Bentivoglio, 2 settembre 1966) è un chimico italiano, dirigente di ricerca presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Biografia e attività di ricerca[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureato in Chimica all'Università di Bologna nel 1990 e ha ottenuto il dottorato di ricerca presso la stessa Università nel 1994. Lavora dal 1997 al Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), presso l'Istituto per la Sintesi Organica e la Fotoreattività (ISOF). Nel 2014 assume la direzione di Sapere, prima rivista italiana di divulgazione scientifica, fondata nel 1935.

FRSC (Fellow of the Royal Society of Chemistry), presiede il Working Party su Chimica ed Energia della European Association for Chemical and Molecular Sciences (EuCheMS). È membro del comitato scientifico delle seguenti riviste: Chemistry-A European Journal (Wiley-VCH), Photochemical & Photobiological Sciences (RSC), Polyhedron (Elsevier) e Frontiers in Inorganic Chemistry.

La sua attività di ricerca riguarda la fotochimica e la fotofisica di composti di coordinazione, nanostrutture di carbonio (fullereni, nanotubi) e i sistemi e materiali supramolecolari. Queste ricerche sono di interesse per la conoscenza fondamentale e per applicazioni tecnologiche quali la conversione dell'energia solare e i nuovi materiali per l'illuminazione.

Si occupa di divulgazione scientifica sui temi dell'energia, delle risorse e dell'ambiente.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

È autore di cinque libri sui temi delle tecnologie e delle risorse energetiche, assieme a Vincenzo Balzani:

Periodici[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN103812821 · LCCN: (ENno2006052947 · ISNI: (EN0000 0001 1001 9432 · GND: (DE140279210