Nicola Armaroli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nicola Armaroli

Nicola Armaroli (Bentivoglio, 2 settembre 1966) è un chimico italiano, dirigente di ricerca presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Biografia e attività di ricerca[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureato in Chimica all'Università di Bologna nel 1990 e ha ottenuto il dottorato di ricerca presso la stessa Università nel 1994. Lavora dal 1997 al Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), presso l'Istituto per la Sintesi Organica e la Fotoreattività (ISOF). Nel 2014 assume la direzione di Sapere, prima rivista italiana di divulgazione scientifica, fondata nel 1935.

FRSC (Fellow of the Royal Society of Chemistry), ha presieduto (2011-2017) il Working Party di Chimica ed Energia della European Association for Chemical and Molecular Sciences (EuCheMS), società di cui è membro eletto dell'executive board dal 2018. Fa parte del comitato scientifico delle seguenti riviste: Chemistry-A European Journal (Wiley-VCH), Photochemical & Photobiological Sciences (RSC), Polyhedron (Elsevier) e Frontiers in Inorganic Chemistry. Nel 2017 ha ricevuto la Medaglia d'Oro Enzo Tiezzi della Società Chimica Italiana.

La sua attività di ricerca riguarda la fotochimica e la fotofisica di composti di coordinazione, nanostrutture di carbonio (fullereni, nanotubi) e i sistemi e materiali supramolecolari. Queste ricerche sono di interesse per la conoscenza fondamentale e per applicazioni tecnologiche quali la conversione dell'energia solare e i nuovi materiali per l'illuminazione.

Si occupa di divulgazione scientifica sui temi dell'energia, delle risorse e dell'ambiente.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

È autore di libri sui temi delle tecnologie e delle risorse energetiche, in collaborazione con Vincenzo Balzani

Periodici[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN103812821 · ISNI (EN0000 0001 1001 9432 · LCCN (ENno2006052947 · GND (DE140279210