Policlinico Umberto I

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Policlinico Umberto I
Umberto I logo.jpg
Policlinico ingresso cropped.jpg
L’ingresso principale del policlinico
StatoItalia Italia
LocalitàRoma
IndirizzoViale del Policlinico 155, 00161 Roma
Fondazione1903
Posti letto1200
Dir. generaleDomenico Alessio
Dir. sanitarioAmalia Allocca
Dir. amministrativoMassimiliano Gerli
Sito web
Mappa di localizzazione

Coordinate: 41°54′23.62″N 12°30′36.15″E / 41.906562°N 12.510042°E41.906562; 12.510042

Il Policlinico nel 1902

Il policlinico Umberto I di Roma, dedicato al re italiano Umberto I, è il policlinico universitario delle Facoltà di Farmacia e Medicina, Medicina ed Odontoiatria e Medicina e Psicologia della Sapienza Università di Roma.

Si tratta del terzo ospedale italiano per grandezza (con 1200 posti letto)[1]. La costruzione venne iniziata nel 1888 per iniziativa dell'allora Ministro della Pubblica Istruzione, il clinico Guido Baccelli, insieme al chirurgo e senatore Francesco Durante su progetto di Giulio Podesti e Filippo Laccetti. La stessa venne completata vent'anni dopo e l'inaugurazione venne presenziata dal Rettore dell'epoca, Luigi Galassi e dal Re Umberto I[2].

Come successore di Baccelli prese possesso della Cattedra della Prima Clinica medica il Professor Vittorio Ascoli, che dal 1917 si dedicò alla riorganizzazione, fornendola di numerosi ambulatori e laboratori, istituendo un reparto di isolamento ed una scuola per infermiere. Vittorio Ascoli fece anche costruire la Biblioteca Medica del Policlinico, inaugurata nel 1925[3].

Dal 1º gennaio del 2016 il policlinico acquisisce l'ospedale odontoiatrico George Eastman[4]


Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

Metropolitana di Roma B.svg È raggiungibile dalla stazione Policlinico.
È raggiungibile dalla fermata Policlinico del tram 3
È raggiungibile dalla fermata Policlinico del tram 19

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ dopo il Policlinico Sant'Orsola-Malpighi di Bologna Carta dei servizi del policlinico Umberto I, su policlinicoumberto1.it. URL consultato il 22-10-2012. e del policlinico Gemelli di Roma.
  2. ^ Storia del policlinico Umberto I, su policlinicoumberto1.it. URL consultato il 16-08-2010.
  3. ^ Enciclopedia Treccani
  4. ^ http://www.policlinicoumberto1.it/menu-regione/dipartimenti-assistenzialipresidi/presidio-george-eastman.aspx

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carla Serarcangeli, Il Policlinico Umberto I. Un secolo di storia, Roma, Sapienza Università Editrice, 2006, ISBN 978-8887242867.
  • Silvio Messinetti e Piero Bartolucci, Il Policlinico Umberto I di Roma nella storia dello Stato unitario, Roma, Istituto Poligrafico dello Stato, 2012, ISBN 978-8824014274.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN243870592 · ISNI (EN0000 0004 1760 3991 · LCCN (ENn2014184174 · GND (DE4653940-2 · WorldCat Identities (ENn2014-184174