Piccola peste si innamora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Piccola peste si innamora
Titolo originale Problem Child 3: Junior in Love
Paese USA
Anno 1995
Formato film TV
Genere commedia
Durata 87 min
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 1,33:1
Colore colore
Audio sonoro
Crediti
Regia Greg Beeman
Soggetto Michael Hitchcock
Sceneggiatura Michael Hitchcock
Scott Alexander e Larry Karaszewski
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi

I versione

II versione

Fotografia Peter Smokler
Montaggio Mallory Gottlieb
Musiche David Michael Frank

Music Department
Terry Delsing, George Doering

Scenografia Maria Caso, Allen Terry


Art Department
William Apperson, Bruce Bullock, Bonni Camen, Tommy Estridge, Lisa Goldsmith, Nancy A. Knight, Robert E. Knight

Costumi Greg LaVoi

Costume and Wardrobe Department
Emilio Anorve, Sharon Lynch, Eric Van Wagoner

Trucco Laura DeLuisa, Pamela Peitzman
Effetti speciali Jim Gill, Robert Calvert
Produttore Anthony Santa Croce
Produttore esecutivo Scott Alexander, Larry Karaszewski, Brian Levant, Robert Simonds
Casa di produzione Telvant Productions, The Robert Simon Company, MCA Television Entertainment (MTE)
Prima visione
Prima TV USA
Data 13 maggio 1995
Rete televisiva

Piccola peste si innamora è un film TV del 1995 diretto da Greg Beeman e scritto da Michael Hitchcock, insieme a Scott Alexander e Larry Karaszewski. È il secondo sequel di Piccola peste, ed è il terzo e ultimo episodio della trilogia.

Il film ignora gli eventi dei due precedenti. Inoltre, sebbene all'inizio abbia ovviamente attratto spettatori che avevano visto i due prequel, il film ha avuto uno scarsissimo successo per via di un completo distacco dagli altri due e del cambio di attori (decisione che probabilmente fu presa quando Michael Oliver che aveva interpretato nei primi due Junior Healy, ebbe alcuni problemi legali con Universal dovendo rimborsare più della metà di ciò che aveva riscosso dopo le riprese di Piccola peste torna a far danni rifiutandosi poi di voler interpretare tale ruolo).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Junior Healy sta entrando nella fase adolescenziale senza minimamente pensare di abbandonare la predilezione per le sue solite corbellerie. L'onnipresente Ben, padre del ragazzino, decide questa volta di rivolgersi a una psicologa, la dolcissima Sarah, in cerca di un aiuto per gestire il figlio. Il ragazzino è sempre più contrariato circa l'idea di andare da uno "strizza-cervelli" e si rifiuta ripetutamente di collaborare contrastando il padre. Sarah suggerisce a Ben di iscrivere Junior a un corso di balli da sala, in modo tale da trovare un passatempo in cui il piccolo possa incanalare tutta la propria energia. Junior , origliando alla porta, è ovviamente imbarazzato e sente che questa decisione rischia di minare la sua mascolinità. Si sorprenderà quando , una volta iscritto al corso, troverà molti ragazzi come lui. Dapprima deciso a rifiutare con tutti i mezzi l'esperienza del ballo da sala, Junior si ricrederà dopo aver incontrato la bellissima Tiffany, una ragazzina molto corteggiata che lo conquisterà al primo sguardo. Lui non sa, però, che ben altri tre ragazzi si stanno sfidando tra loro per vincere il cuore della biondina. Junior proverà diversi approcci con Tiffany cercando di sembrare adulto e interessante ai suoi occhi, ma l'emozione e l'imbarazzo gli faranno dire cose sbagliate. Accortisi che il ragazzino sta tentando di avvicinarsi alla loro preda, i tre rivali iniziano a schernirlo e a metterlo in imbarazzo davanti a tutti e davanti alla stessa Tiffany, scatenando in Junior una rabbia incontrollabile che si riverserà immancabilmente su ciascuno di loro nei modi più distruttivi: il povero Corky farà una brutta e pericolosa caduta durante la recita di fine corso, Blade finirà in ospedale con una maschera da hockey incollata sulla faccia e una serie di bastonate che lo spediranno fuori campo, mentre l'altezzoso Duke verrà trascinato da una canoa legata ad un pickup a tutta velocità assieme a suo padre, quest'ultimo ossessionato da Sarah e violento e scortese nei confronti di Ben. Liberatosi dei suoi avversari, Junior è finalmente libero di dedicarsi alla bella Tiffany, ma conoscendola scopre che non è quella che lui si aspettava, e cioè dolce e sensibile; Tiffany è in realtà una ragazzina altezzosa e piena di sé, una vera e propria campionessa in superficialità, che adora i corteggiamenti e le attenzioni. Dopo aver trascorso quasi l'intero pomeriggio ad ascoltare Tiffany parlare solo di sé stessa, Junior capirà che non ne vale la pena, e giocherà anche a lei l'ultimo, simpatico nonché imbarazzante scherzetto.

Incongruenze con i precedenti film[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel film Junior porta ancora il papillon. Nel primo film lo aveva gettato via per eliminare ogni somiglianza con Martin Beck, il serial killer evaso che l'aveva rapito e cercato di uccidere insieme al padre, e difatti nel secondo capitolo non lo indossa più;
  • In questo film Junior, Ben e Big Ben vivono a Mortville, tuttavia non vengono assolutamente menzionati Annie Young (la giovane infermiera con cui Ben inizia una relazione al termine del secondo film), sua figlia Trixie, il cagnolino Nippy e Lawanda Dumore. E' invece più volte menzionata (pur senza pronunciarne il nome) l'ex moglie di Ben Flo Healy;
  • Nel secondo film Junior e il bullo pluriripetente Murph si detestavano e avevano avuto alcuni scontri. In questo film sembrano avere un rapporto abbastanza amichevole;
  • Big Ben nel secondo film era afflitto da gravi problemi economici, e al termine di esso, si sposava con Lawanda Dumore; come detto in precedenza, la donna nel film non compare e non viene nemmeno menzionata, e l'anziano imprenditore apparentemente vive una buona situazione economica;
  • Il professor Igor Peabody nel primo film aveva il ruolo di direttore e psicologo comportamentale dell'orfanotrofio in cui era cresciuto Junior, mentre nel secondo film aveva lasciato tale professione per diventare preside della scuola di Mortville; in questo film lo vediamo esercitare la professione del dentista.

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

Esistono due edizioni italiane del film; una poco famosa doppiata a Milano (adattamento dialoghi di Gabriella Fantini, direzione del doppiaggio di Bruno Slaviero), in cui Junior ha la voce di Emanuela Pacotto e Little Ben quella di Giorgio Bonino.

L'altra più nota usata nelle trasmissioni di Italia 1 doppiata a Roma, in cui Junior ha la voce di Stefano De Filippis e Ben quella di Fabrizio Pucci, questa edizione tuttavia risultava edulcorata nei dialoghi, essendo privata delle parolacce.

Questo terzo capitolo televisivo è stato pubblicato in Italia in DVD in un box insieme alle due pellicole precedenti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione