William Katt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
William Katt al Florida SuperCon 2014

William Theodore Katt (Los Angeles, 16 febbraio 1951) è un attore statunitense.

È divenuto noto a livello internazionale per il film Un mercoledì da leoni (1978) e in seguito come protagonista della serie televisiva Ralph supermaxieroe (1981-1983). Negli anni ottanta ha recitato assieme alla madre Barbara Hale nei film per la televisione di Perry Mason, ideale seguito della serie trasmessa negli anni sessanta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Los Angeles, in California, è figlio dell'attore Bill Williams e dell'attrice Barbara Hale. I nonni paterni erano immigrati tedeschi, mentre da parte di madre ha origini scozzesi e irlandesi. Il 16 febbraio 1981 ha sposato Deborah Kahne, da cui ha avuto due figli, Clayton Alexander ed Emerson Hunter. La coppia ha divorziato nel 1986; nel 1993 si è sposato con Danielle Hirsch, da cui ha avuto una figlia, Dakota; è patrigno di Andrew, il figlio che Danielle ha avuto da una precedente relazione.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Prando in Il ritorno di Perry Mason, Perry Mason e la novizia, Perry Mason: Per un antico amore, Perry Mason: Lo spirito del male, Perry Mason: La signora di mezzanotte, Perry Mason: La donna del lago, La signora in giallo
  • Claudio Capone in Carrie - Lo sguardo di Satana, Ralph Supermaxieroe
  • Fabrizio Pucci in Piccola peste si innamora (2° versione), JAG - Avvocati in divisa
  • Stefano De Sando in Piranha - La morte viene dall'acqua
  • Sergio Di Stefano in Un mercoledì da leoni
  • Tonino Accolla in Baby - Il segreto della leggenda perduta
  • Carlo Valli in Chi è sepolto in quella casa?
  • Massimo Lodolo in Models, Inc.|Models Inc.
  • Giorgio Bonino in Piccola peste si innamora (1° versione)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN19881296 · ISNI (EN0000 0001 1468 6814 · LCCN (ENno97003349 · GND (DE141566752 · BNE (ESXX1260239 (data) · BNF (FRcb14039647t (data) · CONOR.SI (SL24143203 · WorldCat Identities (ENlccn-no97003349