Patricia Cornwell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Patricia Cornwell nel 2011

Patricia Daniels Cornwell (Miami, 9 giugno 1956) è una scrittrice statunitense. È una discendente di Harriet Beecher Stowe, l'autrice de La capanna dello zio Tom.

Nata con il nome di Patricia Daniels, la Cornwell è stata sposata con un docente universitario, Charles Cornwell, di cui ha conservato il cognome per firmare i romanzi che scrive.

Scrittrice ormai affermata e multimilionaria, la Cornwell - che ha fondato una apposita società, la Cornwell enterprise - è nota anche per le sue attività benefiche: tra le altre cose, l'istituzione di una borsa di studio presso l'università del Tennessee e la donazione della sua collezione di dipinti di Walter Sickert all'università Harvard.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante un'infanzia difficile e una degenza in un ospedale psichiatrico,[1] ha avuto una lunga carriera giornalistica e dopo aver fatto l'analista informatico presso l'ufficio di Medicina Legale della Virginia, ha raggiunto il successo come scrittrice di romanzi, centrando le proprie storie poliziesche sulla figura di un medico legale donna, Kay Scarpetta, che affronta e risolve casi di omicidio, alcune volte con l'aiuto della nipote Lucy,del poliziotto Pete Marino e del compagno e poi marito, Benton Wesley (agente Fbi).

L'enorme successo di critica e pubblico dei romanzi che vedono protagonista la dottoressa Scarpetta non è stato duplicato dai romanzi che hanno per protagonisti Judy Hammer e Andy Brazil.

Sono molti i legami tra i libri di Patricia Cornwell e la sua vita privata. Kay Scarpetta e la nipote Lucy possiedono le caratteristiche e le qualità dell'autrice, come le conoscenze informatiche e di medicina legale.

Anche l'omosessualità di Lucy trova riscontro nella realtà: Patricia Cornwell alla fine degli anni novanta è stata chiamata a testimoniare in un processo che vedeva imputato un agente dell'FBI accusato di aver tentato di uccidere la moglie, anch'essa agente dell'FBI. L'uomo aveva scoperto che la moglie aveva avuto una relazione con la scrittrice, della quale era consulente. In aula Patricia Cornwell ha ammesso la relazione.

Inoltre la quindicesima avventura di Kay Scarpetta (intitolata "Book of the Dead", in Italia "Il Libro dei Morti", pubblicata nel 2007) è dedicata alla «Dr.ssa Staci Gruber, professoressa associata in Psichiatria alla Harvard Medical School e direttrice associata del Laboratorio delle Neuroimmagini Cognitive all'Ospedale McLean». La competenza professionale della dottoressa Gruber è evidente nei dettagli scientifici del libro, ma il rapporto fra le due donne è assai più che professionale. Nel febbraio 2005 le due si sono unite in matrimonio.

La Cornwell è apparsa anche, nel ruolo di se stessa, in un episodio della serie Criminal Minds.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi con Kay Scarpetta[modifica | modifica wikitesto]

  1. Postmortem (Postmortem, 1990) (Mondadori, 1994) (ISBN 8804399996)
  2. Oggetti di reato (Body of Evidence, 1991) (Mondadori, 1992) (ISBN 8804373741)
  3. Quel che rimane (All That Remains, 1992) (Mondadori, 1993) (ISBN 8804390727)
  4. Insolito e crudele (Cruel and Unusual, 1993) (Mondadori, 1995) (ISBN 8804423331) (vincitore Gold Dagger Award 1993)
  5. La fabbrica dei corpi (The Body Farm, 1994) (Mondadori, 1996) (ISBN 8804433434)
  6. Il cimitero dei senza nome (From Potter's Field, 1995) (Mondadori, 1997) (ISBN 8804456787)
  7. Causa di morte (Cause of Death, 1996) (Mondadori, 1998) (ISBN 8804464828)
  8. Morte innaturale (Unnatural Exposure, 1997) (Mondadori, 1998) (ISBN 8804473819)
  9. Punto di origine (Point of Origin, 1998) (Mondadori, 1999) (ISBN 8804481358)
  10. Cadavere non identificato (Black Notice, 1999) (Mondadori, 2000) (ISBN 8804491124)
  11. L'ultimo distretto (The Last Precinct, 2000) (Mondadori, 2001) (ISBN 8804505702)
  12. Calliphora (Blow Fly, 2003) (Mondadori, 2003) (ISBN 8804547677)
  13. La traccia (Trace, 2004) (Mondadori, 2005) (ISBN 8804537159)
  14. Predatore (Predator, 2005) (Mondadori, 2006) (ISBN 8804550988)
  15. Il libro dei morti (Book of the Dead, 2007) (Mondadori, 2007) (ISBN 8804564245)
  16. Kay Scarpetta (Scarpetta, 2008) (Mondadori, 2009) (ISBN 8804583363)
  17. Il fattore Scarpetta (The Scarpetta Factor, 2009) (Mondadori, 2010) (ISBN 8804601361)
  18. Autopsia virtuale (Port Mortuary, 2010) (Mondadori, 2011) (ISBN 8804611375)
  19. Nebbia rossa (Red Mist, 2011) (Mondadori, 2012) (ISBN 9788804614807)
  20. Letto di ossa (The Bone Bed, 2012) (Mondadori, 2013) (ISBN 9788804626749)
  21. Polvere (Dust, 2013) (Mondadori, 2014) (ISBN 8804636068)
  22. Carne e sangue (Flesh and Blood, 2014) (Mondadori, 2014) (ISBN 9788804647195)
  23. Cuore depravato (Depraved heart, 2015) (Mondadori, 2015) (ISBN 9788804657873)
  24. Caos (Chaos, 2016) (Mondadori, 2016) (ISBN 9788804665953)

Romanzi con Judy Hammer e Andy Brazil[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi con Win Garano[modifica | modifica wikitesto]

Altre opere[modifica | modifica wikitesto]

  • (An Uncommon Friend: The Authorized Biography of Ruth Bell Graham precedentemente A Time for Remembering, 1983)
  • (Ruth, a Portrait: The Story of Ruth Bell Graham, 1997)
  • La cena di Natale: a tavola con Kay Scarpetta (Scarpetta's Winter Table, 1998) (Mondadori, 1999)
  • La piccola fiaba della vita (Life's Little Fable, 1999) (Mondadori, 1999) (ISBN 8804468300)
  • (Food to Die for: Secrets from Kay Scarpetta's Kitchen, 2002)
  • Ritratto di un assassino: Jack lo Squartatore. Caso chiuso (Portrait of a Killer: Jack the Ripper - Case Closed, 2002) (Mondadori, 2002) (ISBN 8804532769)
  • (Chasing the ripper, 2014)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1989 - Freddy's Nightmares (Telefilm) - apparizione come attrice nell'episodio "Identity Crisis" (1x21)
  • 1991 - Matlock (Telefilm) - apparizione come attrice nell'episodio "The Formula" (5x17)
  • 1999 - ATF (Film TV) - storia e sceneggiatura
  • 2010 - A RISCHIO (Film TV) - film tratto dal suo libro
  • 2010 - AL BUIO (Film TV) - film tratto dal suo libro
  • 2012 - Criminal Minds (Telefilm) - apparizione come se stessa nell'episodio 11 della 7ª stagione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chi fu quel..., «La Settimana Enigmistica», 2207, 3924, ISSN 1125-5226

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN36976332 · LCCN: (ENn82218798 · SBN: IT\ICCU\RAVV\071004 · ISNI: (EN0000 0001 2128 1954 · GND: (DE124106684 · BNF: (FRcb12266506x (data) · NLA: (EN36217489