Passo di Crocedomini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Passo di Croce Domini)
Passo di Crocedomini
Crocedominiii.jpg
Stato Italia Italia
Regione Lombardia Lombardia
Provincia Brescia Brescia
Località collegate Collio
Bienno, Bagolino
Altitudine 1 892 m s.l.m.
Coordinate 45°54′25.92″N 10°24′33.84″E / 45.9072°N 10.4094°E45.9072; 10.4094Coordinate: 45°54′25.92″N 10°24′33.84″E / 45.9072°N 10.4094°E45.9072; 10.4094
Infrastruttura SS 345 - SS 669
Pendenza massima 11%
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Passo di Crocedomini
Passo di Crocedomini

Il Passo di Crocedòmini (anticamente Crux Dominii o Passo Crus Domine[1]) riportato su alcune mappe come Passo di Croce Dominii o Passo di Croce Domini, è un valico alpino delle Alpi Centrali situato in provincia di Brescia a 1892 m. s.l.m. a sud del Parco dell'Adamello.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Bagolino. Incrocio sulla SP669 con deviazione (strada comunale) per Passo Maniva (a sinistra) e Passo Crocedomini (diritto)

Dal punto di vista orografico il passo separa le Alpi Retiche meridionali dalle Prealpi Bresciane e Gardesane.

Esso si trova poco a nord del punto in cui si uniscono le Tre Valli Bresciane:[2]

Dal punto di vista amministrativo, il passo è all'interno del comune di Breno, poco sopra della località Bazena. Al passo si trova il rifugio omonimo, chiuso d'inverno.

Può essere raggiunto percorrendo da Concesio o da Breno la SS 345 delle tre Valli oppure tramite la SS 669 del Passo di Crocedomini che collega il Lago d'Idro al passo transitando per Bagolino. Tutti e tre i percorsi che convergono al passo sono chiusi nella stagione invernale; inoltre, il tratto di strada che congiunge il valico al Passo Maniva comprende due tratti non asfaltati, uno della lunghezza di sei chilometri e l'altro di circa 500 metri, che ne fanno un percorso piuttosto impegnativo. Salendo da Breno la provinciale 345 è aperta d'inverno (solitamente) sino alla Bazena (ovvero 2 km prima del passo).

Cippo segnalatore del passo Crocedomini a Bienno

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marcello Ricardi, Giacomo Pedersoli, Grande guida storica di Valcamonica Sebino Val di Scalve, Cividate Camuno, Toroselle, 1992, p. 76.
  2. ^ Marco Zulberti, Val Giudicarie - L'eresia dolciniana - Dante, l'eresia di Dolcino e il passo Crocedomini. L'autonomia spirituale nelle prealpi lombarde, atto de: Pisogne: convegno sulla caccia alle streghe, 2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]