Condino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Condino
ex comune
Condino – Stemma Condino – Bandiera
Condino – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
ProvinciaTrentino CoA.svg Trento
Amministrazione
Data di soppressione31 dicembre 2015
Territorio
Coordinate45°53′N 10°36′E / 45.883333°N 10.6°E45.883333; 10.6 (Condino)Coordinate: 45°53′N 10°36′E / 45.883333°N 10.6°E45.883333; 10.6 (Condino)
Altitudine444 m s.l.m.
Superficie33,74 km²
Abitanti1 489[1] (31-12-2015)
Densità44,13 ab./km²
Comuni confinantiBagolino (BS), Breno (BS), Brione, Castel Condino, Cimego, Ledro, Storo, Valdaone
Altre informazioni
Cod. postale38083
Prefisso0465
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT022066
Cod. catastaleC953
TargaTN
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanticondinesi (i condì)
Patronosanta Maria Assunta
Giorno festivo15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Condino
Condino
Sito istituzionale

Condino (Condì o Condin[2] in dialetto locale) è stato un comune italiano di 1 489 abitanti della provincia di Trento.

Dal 1º gennaio 2016, assieme ai comuni di Brione e Cimego, forma il nuovo comune di Borgo Chiese.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Tipico Borgo Trentino è situato nel fondovalle della Valle del Chiese in cui scorre l'omonimo fiume. La valle del Chiese, con la Val Rendena, la busa di Tione e il Banale-Bleggio-Lomaso forma le Valli Giudicarie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima documentazione rintracciabile nell'archivio comunale è del 5 settembre 1221, riguardante la composizione di una lite tra comunità paesane.

Nel 1866 arrivano nel paese i garibaldini (battaglia di Condino).

Per finire poi con le tristi vicende dell'emigrazione, degli “sfollati” della Grande Guerra e degli incidenti della seconda guerra mondiale.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Il portale in marmo di Bondolo della chiesa arcipretale

Degni di nota sono sicuramente le chiese di Condino. La chiesetta di San Lorenzo si erge isolata sopra un colle e reca affreschi del Baschenis, la chiesa dei Santi Sebastiano e Rocco affrescata in parte sempre dal Baschenis.

La Pieve[modifica | modifica wikitesto]

La Pieve di Condino è dedicata Santa Maria Assunta e fu edificata tra gli anni 1495 e 1505 su un edificio di culto preesistente di cui esistono documenti che ne datano l'esistenza dal 1192. La costruzione fu affidata a maestranze lombarde sotto la direzione del magister Albertino Comanedi. Nel 1547, a causa di alcuni cedimenti, furono affidati lavori di consolidamento statico all'architetto bresciano Lodovico Beretta. nel 1736 un vasto incendio arrecò gravi danni. Il restauro che ne seguì portò sensibili innovazioni all'interno riguardanti l'area presbiteriale e la sostituzione di tutti gli altari lignei andati distrutti. Agli inizi dell'800 fu introdotta la scalinata presbiteriale, furono collocate le balaustre e fu sostituito l'altare maggiore con l'attuale altare marmoreo. Durante la campagna garibaldina nel territorio (1866) e durante la prima guerra mondiale la Pieve fu adibita ad uso militare, prima come ospedale militare e poi come centro di raccolta dei profughi. In tali circostanze fu depredata di molti preziosi arredi e subì diffusi danneggiamenti. Restaurata tra il 1919 e il 1926 fu riaperta al culto. nel 1972 è stata inserita tra gli edifici di valore nazionale ed affidata alla vigilanza della Sovrintendenza di Verona.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Cucina[modifica | modifica wikitesto]

Polenta carbonera: è una polenta fatta con farina gialla e farina di grano saraceno con aggiunta di salame, burro e diversi tipi di formaggio stagionato.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

La circoscrizione territoriale ha subito le seguenti modifiche: nel 1928 aggregazione di territori dei soppressi comuni di Brione, Castel Condino e Cimego; nel 1946 distacco di territori per la ricostituzione dei comuni di Brione (Censimento 1936: pop. res. 253), Castel Condino (Censimento 1936: pop. res. 433) e Cimego (Censimento 1936: pop. res. 559).[4]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio della città è S.S.D. Condinese 1946 Calcio che milita nel girone trentino di Promozione. È nata nel 1946.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  2. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli Etnici e dei Toponimi Italiani, Bologna, ed. Pàtron, 1981.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Fonte: ISTAT - Unità amministrative, variazioni territoriali e di nome dal 1861 al 2000 - ISBN 88-458-0574-3

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN247384853