Olivier Athos de Bragelonne de la Fère

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Athos
Moneta con disegno di Athos
Moneta con disegno di Athos
Lingua orig. Francese
Autore Alexandre Dumas (padre)
1ª app. in I tre moschettieri
Ultima app. in Il visconte di Bragelonne
Editore it. Arnoldo Mondadori Editore
Sesso Maschio
Etnia francese
Luogo di nascita Francia
Professione moschettiere
Parenti Raoul figlio

Athos conte de La Fère (morto nel 1661) è un personaggio immaginario, uno dei moschettieri nei romanzi I tre moschettieri, Vent'anni dopo e Il visconte di Bragelonne, di Alexandre Dumas padre.

Ne I tre moschettieri, è amico, insieme ad altri due moschettieri (Porthos e Aramis), del protagonista del romanzo, D'Artagnan. Ha un passato misterioso che lo collega all'antagonista del romanzo, Milady de Winter.

Più vecchio di alcuni anni dei suoi amici, Athos è una figura paterna per i moschettieri. Egli è descritto come nobile e bello, ma anche come un uomo molto riservato, che annega i suoi dispiaceri nel bere. È molto protettivo nei confronti di d'Artagnan, il più giovane, che considera come un figlio.

Nel corso del romanzo si scopre che egli è il Conte de la Fère e che fu marito di Milady. Quest'ultima, essendo fuggita da Athos, si risposò con il Barone de Winter, col quale avrà il figlio John Francis Winter (Mordaunt).

Negli altri due romanzi è apertamente riconosciuto come il conte de la Fère ed è il padre del giovane eroe, Raoul, Visconte di Bragelonne (inizialmente farà credere a Raoul di essere stato adottato), concepito dopo una notte d'amore con madame di Chevreuse. In Vent'anni dopo Mordaunt tenta di vendicare la morte della madre, volendo uccidere i responsabili. Tuttavia, egli stesso muore, in una feroce lotta con Athos in mezzo alla Manica. Athos è quasi annegato in questa lotta tanto che Aramis, Porthos e D'Artagnan piangono per la presunta morte del moschettiere, pochi istanti prima che il conte riaffiori.

L'immaginario Athos prende il nome dallo storico moschettiere Armand de Sillègue d'Athos d'Autevielle (1615-1644), benché non ci siano molti punti in comune oltre il nome. Il nome ricorda il Monte Athos, cui si fa riferimento al capitolo 13 de I tre moschettieri in cui una guardia, dopo che d'Artagnan nomina "Athos" come un suo amico, dice: "Non è il nome di un uomo, ma di una montagna".

Il suo titolo, "conte de la Fère", è legato ai domini di La Fère che un tempo erano di proprietà di Anna d'Austria, regina di Francia nel periodo storico in cui i romanzi sono ambientati.

Il nome di battesimo di Athos non viene mai apertamente dichiarato. Tuttavia, ne I tre moschettieri Milady lo chiama Olivier, quindi si può presumere che questo sia il suo vero nome.

Morirà di dolore nel apprendere la morte del figlio Raoul, suicida a Jijel, dove si trovava in battaglia, poiché disperato nello scoprire che la fidanzata Louise de La Vallière si era innamorata del re Luigi XIV, ricambiata e ne era divenuta la favorita.

Athos è stato un membro di tre ordini cavallereschi: l'Ordine della Giarrettiera, concesso da Carlo I Stuart re d'Inghilterra; è membro dell'Ordine dello Spirito Santo mediante Porthos e il cardinale Mazzarino in Vent'anni dopo ed infine, membro dell'Ordine del Toson d'Oro concesso da Carlo II Stuart, re d'Inghilterra e figlio di Carlo I Stuart, visto che Athos ha contribuito alla riconquista del suo trono.

Cinema e televisione[modifica | modifica wikitesto]

Gli attori che hanno interpretato Athos sullo schermo sono:

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura