Moto Guzzi Condor 500

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Moto Guzzi Condor)
Moto Guzzi Condor
Moto Guzzi Condor.jpg
Moto Guzzi Condor del 1938
Costruttore Italia  Moto Guzzi
Tipo Competizione
Produzione dal 1938 al 1940
Sostituita da Moto Guzzi Dondolino
Modelli simili Bianchi 500
Gilera Rondine
Gilera 500 Sport
Norton International

La Moto Guzzi Condor 500 è una motocicletta da competizione, prodotta dalla Moto Guzzi tra il 1938 e il 1940.

Vista la netta supremazia mostrata da alcune monocilindriche italiane e inglesi sui circuiti cittadini o privi di rilevanti rettilinei, nei confronti della potente, ma pesante "Bicilindrica", Carlo Guzzi affidò al giovane ingegnere Giulio Cesare Carcano il compito di progettare una moto da gara agile e leggera, adatta ai percorsi misti e sufficientemente economica da essere acquistata dai piloti privati

Carcano partì dal modello "GTW" e il risultato fu la "Condor" che poteva vantare una grande maneggevolezza e una robustezza meccanica invidiabile, essendo equipaggiata con la versione potenziata del collaudatissimo propulsore monocilindrico orizzontale, prodotto in grande serie per le moto da strada. Il modello è facilmente individuabile per il voluminoso serbatoio supplementare dell'olio, applicato superiormente a quello del carburante.

La prima vittoria importante fu quella di Nello Pagani conseguita nel 1939 durante l'ultima edizione del tortuoso Circuito del Lario; Pagani riuscì a far prevalere l'agilità della "Condor" sulla straripante potenza delle Gilera 500 4C sovralimentate, stabilendo anche il record sul giro. Sempre nel 1939, il valente pilota privato Leo Lorenzi vinse quattro gare nazionali in sella alla "Condor", oltre alla Coppa di Natale sul Circuito dell'Asmara.

L'anno successivo, Guido Cerato mise alla prova le doti di robustezza della "Condor", conquistando la prestigiosa Coppa del Duce, sul massacrante tragitto Milano-Roma-Napoli-Taranto, anche questa volta a spese della Gilera di Dorino Serafini.

L'uscita di produzione della Moto Guzzi Condor fu decretata dalla seconda guerra mondiale al cui termine venne sostituita dall'evoluzione "Dondolino".

Dati tecnici[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristiche tecniche - Moto Guzzi Condor
Dimensioni e pesi
Interasse: 1470 mm Massa a vuoto: a secco 130 kg Serbatoio: l
Meccanica
Tipo motore: monocinindrico a 4 tempi orizzontale con testa in lega leggera Raffreddamento: ad aria
Cilindrata 498,4 cm³ (Alesaggio 88 x Corsa 82 mm)
Distribuzione: 2 valvole in testa inclinate con aste e bilancieri Alimentazione: Carburatore Dell’Orto, tipo SS32M
Potenza: 28 CV a 5.000 giri Coppia: Rapporto di compressione: 7:1
Frizione: dischi multipli in bagno d'olio Cambio: a 4 marce con comando sulla dx
Accensione magnete
Trasmissione primaria a ingranaggi, secondaria a catena
Avviamento a pedivella
Ciclistica
Telaio a doppia culla in tubi e lamiera d'acciaio
Sospensioni Anteriore: Forcella a parallelogramma con ammortizzatori a frizione / Posteriore: Forcellone oscillante con ammortizzatori a frizione
Freni Anteriore: tamburo laterale dx / Posteriore: a tamburo laterale sx
Prestazioni dichiarate
Velocità massima 160 km/h
Fonte dei dati: [Legend Bike n.15/1993]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Angelo Berto, Moto Guzzi Condor, Legend Bike, n.15, agosto 1993, Gruppo B Editore, Bresso, pag.76

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]