Mario Anelli (militare)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Capitano Mario Anelli 1940

Mario Anelli (Casalmorano, 13 febbraio 1903Mediterraneo Orientale, 24 giugno 1941) è stato un militare italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Casalmorano il 13 febbraio 1903, conseguì la licenza tecnica presso la scuola F. Genala di Soresina. Dopo aver lavorato per un triennio in un istituto di credito nella provincia di Cremona, si arruolò volontario nella Regia Marina e presto (agosto 1923) ottenne di essere trasferito nel Centro equipaggi dell'Arma Aeronautica (da pochi mesi costituita come Forza Armata autonoma).

Ammesso nel 1924 nella categoria dei fotografi, partecipò nel maggio-giugno 1928 alla crociera aerea di 61 idrovolanti nel Mediterraneo occidentale (al comando di Francesco De Pinedo), nel giugno del 1929 alla crociera nel Mediterraneo orientale e nel Mar Nero e nel dicembre 1930, fino a Bolama. alla crociera aerea transatlantica Italia-Brasile.

A Montecelio (ora Guidonia) collaudò alcuni tipi di paracadute, curando anche durante la discesa la realizzazione di documentazioni fotografiche (1)

Nel novembre del 1935 partì per l'Eritrea con il grado di maresciallo fotografo di 3ª classe per partecipare alla campagna di Etiopia. Si distinse nelle battaglie dell'Endertà, del Tembiem, di Mai Ceu e di Ascianghi. Fu combattente anche di terra dopo uno sbarco aereo. Per il suo comportamento in Etiopia venne decorato con la medaglia d’argento al valor militare. Rientrato in patria nell'agosto 1936 fu promosso per meriti straordinari sottotenente nella categoria fotografi.

Nel 1937 partì volontario per la Spagna prendendo parte a numerose azioni specialmente in Aragona e in Catalogna. Promosso tenente nel marzo 1938, e decorato per il suo comportamento nella Aviazione legionaria con la medaglia d'argento al valor militare, rientrò in patria il 31 luglio 1938. Nel maggio 1939 venne insignito della Cruz Roja da parte del governo spagnolo.

Mobilitato alla dichiarazione di guerra nel giugno 1940 ottenne di partecipare attivamente alle operazioni belliche. Il 22 giugno nel corso di una ricognizione su Tunisi e Biserta (con S.M.79 rischierato a Sciacca) venne ferito da schegge di un proiettile contraereo. Ottenuta l’interruzione della convalescenza, rientrò in servizio in luglio, partecipando a bordo di velivoli CANT Z.501, CANT Z.506 e S.M.79 a numerose missioni sul Mediterraneo occidentale: per azione del 1º agosto sulle Baleari fu decorato con croce di guerra al valor militare sul campo. Trasferito dal novembre 1940 al gennaio 1941 al Corpo Aereo Italiano basato in Belgio, partecipò (su B.R.20) ad operazioni oltre la Manica . Nel periodo febbraio-maggio, assegnato al 50º Gruppo Aeroplani da Bombardamento partecipò (su CANT Z.1007 Bis) a numerose missioni in Grecia.

Promosso capitano nell'aprile, venne decorato di croce di guerra al valor militare sul campo per la partecipazione alla conquista di Corfù il 28 aprile e con medaglia di bronzo al valor militare per il suo comportamento nella campagna di Grecia.

Nel maggio 1941 passò in Africa Settentrionale Italiana con la 279ª Squadriglia aerosiluranti. All’alba del 24 giugno del 1941 prese parte alla missione di una formazione di tre aerei diretta all’aerosiluramento di una petroliera britannica scortata da navi da guerra e difesa dai caccia. Cadde in combattimento al largo della costa di Marsa Lucch e di Es Sollum. Per la sua azione veniva decorato alla memoria di medaglia d’oro al valor militare.

Capo della Sezione Cinematografica della Regia Aeronautica, con le sue riprese fotografiche e cinematografiche collaborò attivamente con la stampa e con il Giornale Luce, fornendo una importante documentazione dell'attività dell'aviazione militare italiana in pace e in guerra.

Fu autore di manuali utilizzati, anche nel Dopoguerra, per la formazione di operatori (2)

Nel 1957 a Mario Anelli venne intitolata la Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare di Caserta. Nel 1971 a lui fu intitolata altresì la sezione Arma Aeronautica di Cremona.

(1) "La Provincia – Quotidiano di Cremona” 9 ottobre 1971

(2) "Nei cieli di guerra. La Regia Aeronautica a colori 1940-45" - Giorgio Apostolo editore 1996, pag.208

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze italiane[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d’Argento al Valor Militare

“Abilissimo e ardito sottufficiale operatore fotocinematografico ha partecipato dall’inizio delle operazioni in A.O. a numerosissimi voli di ricognizione strategica, di bombardamento, e di mitragliamento, dimostrando grande audacia, perizia e sprezzo del pericolo. La violenta reazione antiaerea nemica che più volte ha colpito il suo apparecchio con raffiche di mitragliatrice e cannoncino antiaereo, non ha mai turbato la sua serenità, ed il suo elevato senso del dovere. Durante la battaglia dell’Endertà, del Tembien, di Mai Ceu e Ascianghi, si è unito agli equipaggi nella splendente prova di eroismo data in tali occasioni partecipando quale mitragliere in azioni di mitragliamento a bassa quota”

Cielo dell’Endertà, del Tembien, dell’Ascianghi, di Dessiè e di Addis Abeba, novembre 1935 - maggio 1936 XV

R.D. in data 2 settembre 1938 ( B.U. 1938 disp.45 pag.1123)

Medaglia d’Argento al Valor Militare

“Volontario in missione di guerra per l’affermazione degli ideali fascisti, partecipava a numerose azioni di guerra con incarico di documentare fotograficamente le azioni stesse. Incurante della violenta azione aerea e contraerea nemica con serenità du spirito e sprezzo del pericolo assolveva sempre in modo perfetto il suo compito”

Cielo di Spagna, luglio 1937 – ottobre 1938

R.D. 27 settembre 1938 XVI (B.U. 1938 Suppl/to V08, pag. 20)

Croce di Guerra al Valor Militare sul campo

“Partecipava valorosamente in qualità di fotografo a bordo di velivolo da bombardamento alle azioni delle Baleari, in cui i velivoli italiani danneggiavano gravemente potenti formazioni navali inglesi che erano così costrette a ripiegare”

Azione del 1º agosto 1940 XVIII

R.D. 13 novembre 1940 (B.U. 1940 Suppl. 9 pag.51)

Croce di Guerra al Valor Militare sul campo

“Partecipava alla conquista dell’Isola di Corfù effettuata da reparti dell’Armata Aerea distinguendosi per la perizia e l’ardimento, con i quali, nonostante gravi difficoltà, riusciva a preparare una documentazione fotografica di alto interesse. Collaborava con il Comandante della spedizione all’occupazione dei punti più fortemente presidiati dal nemico, dando prova d’acceso sprezzo del pericolo”

Cielo di Corfù 28.4.1941 XIX

R.D. 9,2.1942(B.U.1941 Suppl. n.13 pag.21)

Medaglia di Bronzo al Valor Militare

“Abile e valoroso ufficiale specialista, partecipava a diverse operazioni belliche su importanti obiettivi strenuamente difesi dal nemico, riuscendo con pronta decisione a portare a termine il suo compito e contribuire validamente all’ottimo esito di ogni missione”

Cielo della Grecia, febbraio – maggio 1941 XIX

R.D. 26 gennaio 1942 ( B.U. 1942 Disp. 9 pag.487)

Medaglia d'Oro al Valor Militare (alla memoria)

"Ufficiale fotografo di eccezionale abilità, cinque volte decorato al valore, in tre campagne combattute su tutti i fronti in cui l'Ala italiana fu chiamata ad operare, dimostrò come gli specialisti dell'Arma sanno unire alle doti professionali le più alte virtù militari. Volontario entusiasta nelle imprese più rischiose, assicurò sempre ai propri comandi preziose documentazioni fotografiche sul nemico e sulla azione dei nostri reparti, conseguendo ognora risultati di particolare utilità bellica. In una audace missione contro unità navali avversarie, alla quale aveva insistentemente chiesto di partecipare, nell'intento di poter ancora una volta documentare la gloriosa attività dei reparti operanti, sotto il violento fuoco contraereo avversario e i ripetuti attacchi della caccia nemica, lasciava la macchina da presa e prendeva posto alle armi da bordo. Colpito da raffiche nemiche, pur avendo l'apparecchio in fiamme, continuava a dirigere il fuoco della mitragliatrice contro i velivoli assalitori, finché sopraffatto nell'impari lotta precipitava in mare”

Cielo del Mediterraneo Orientale - 24 giugno 1941.

R.D. 13.5.1942 (B.U. 1942 Disp.21 pag.982)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gruppo Medaglie d'Oro al valor militare d'Italia – Le medaglie d'oro al valor militare – Roma 1965.
  • Stato matricolare
  • Libretti di volo
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie