Marianela Núñez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marianela Núñez

Marianela Núñez (Ciudad del Libertador General San Martín, 23 marzo 1982) è una ballerina argentina.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Núñez cominciò a danzare all'età di tre anni e a otto fu ammessa all'Instituto Superior de Arte al Teatro Colón di Buenos Aires, dove studiò fino ad unirsi al corpo di ballo della compagnia del teatro all'età di quattordici anni. Ancora adolescente fu scelta per una tournée argentina del Ballet Clasico de La Habana come solista.[1] Nel 1997 Maximiliano Guerra la scelse come partner sulle scene nella sua tournée in Uruguay, Spagna, Italian e Giappone. Nel 1997 si unì alla Royal Ballet School e dopo un anno di perfezionamento si unì al corpo di ballo del Royal Ballet nel 1998; nel 2001 fu promossa a prima solista e nel 2002, a vent'anni, divenne ballerina principale.[2]

Nel corso della sua carriera al Royal Ballet ha danzato tutti i principali ruoli femminili nel repertorio classico, drammatico e contemporaneo della compagnia, danzando le coreografie di Frederick Ashton, George Balanchine, John Cranko, William Forsythe, Rudol'f Nureev, Jiří Kylián, Kenneth MacMillan, Wayne McGregor, Ashley Page, Jerome Robbins, Liam Scarlett, Glen Tetley, Will Tuckett, Antony Tudor e Christopher Wheeldon.[3] Tra i suoi numerosi ruoli si ricordano Odette ed Odille ne Il lago dei cigni, Kitri in Don Chisciotte, Aurora ne La bella addormentata, Giulietta in Romeo e Giulietta e Manon ne L'histoire de Manon accanto al des Grieux di Roberto Bolle.[4]

Nel 2013 ha vinto il Laurence Olivier Award per l'eccellenza nella danza per le sue interpretazioni in Aeternum, Diana and Acteon e Viscera in scena alla Royal Opera House. Nel 2015 fu candidata al Prix Benois de la Danse, mentre nel 2018 dopo una rappresentazione di Giselle, la Núñez fu festeggiata dalla compagnia per il suo ventesimo anniversario con il Royal Ballet, durante il quale il direttore artistico della compagnia, Kevin O'Hare, la definì una delle più grandi beallerine della sua generazione.[5]

È stata sposata con Thiago Soares dal 2011 al 2015 e la coppia è rimasta in rapporti amichevoli anche dopo il divorzio, continuando a danzare come partner sulle scene.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Anna Winter, Interview with Royal Ballet dancer Marianela Nunez, su The Stage, 13 febbraio 2018. URL consultato il 9 ottobre 2019.
  2. ^ (EN) Laura Barnett, Portrait of the artist: Marianela Nuñez, in The Guardian, 27 marzo 2012. URL consultato il 9 ottobre 2019.
  3. ^ Marianela Nuñez and Thiago Soares rehearse 'Diamonds' from Jewels (The Royal Ballet). URL consultato il 9 ottobre 2019.
  4. ^ National Dance Awards Best Female Dancer, su www.nationaldanceawards.com. URL consultato il 10 ottobre 2019.
  5. ^ Watch: Marianela Nuñez celebrates 20 years with The Royal Ballet with a traditional flower throw, su Royal Opera House, 7 febbraio 2018. URL consultato il 10 ottobre 2019.
  6. ^ (EN) Patrick Kidd, The Times Diary (TMS): Covent Garden’s first couple split, Bowie’s parliament flop, Friends star misses out and Yes, prime minister, in The Times, 16 gennaio 2016. URL consultato il 10 ottobre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN46704124 · ISNI (EN0000 0000 5323 6296 · LCCN (ENnr2003011195 · GND (DE1070044644 · WorldCat Identities (ENnr2003-011195